martedì 22 maggio 2018

Chi si è unito al clan di Outlander S4?

In attesa del debutto della quarta stagione dello show questo novembre, EW ci anticipa in esclusiva l'aggiunta di cinque nuovi personaggi: Billy Boyd nei panni di Gerald Forbes, Caitlin O'Ryan di Lizzie Wemyss, Natalie Simpson di Phaedre, Tim Downie del Giovernatore William Tryon e Simona Brown di Gayle.
Chi sono questi personaggi? Ecco una breve spiegazione delle nuove aggiunte al cast e di come si inseriranno nella narrazione della prossima stagione, che si basa sul quarto libro della serie di Diana Gabaldon, intitolato Drums of Autumn (Tamburi d'Autunno e Passione oltre il Tempo in Italia).

Billy Boyd interpreterà Gerald Forbes, un ricco avvocato di Cross Creek, amico della sua importante cliente, Jocasta Cameron (Maria Doyle Kennedy). Boyd è meglio conosciuto per aver interpretato Pipino ne il Signore degli Anelli; i suoi altri lavori includono The Flying Scotsman, Seed of Chucky e An Urban Ghost Story.

Simona Brown interpreterà Gayle, la migliore amica di Brianna e compagna di stanza del college. I suoi lavori televisivi comprendono la nuova serie C4/Netflix Kiss Me First. Era anche in Roots di A&E.

Caitlin O'Ryan sarà Lizzie, una ragazza scozzese che intraprende una grande avventura con Brianna Fraser (Sophie Skelton), figlia di Jamie (Sam Heughan) e Claire (Caitriona Balfe). La O'Ryan è una neolaureata alla Oxford School of Drama; questo ruolo segna il suo debutto in TV.

Natalie Simpson subentrerà nei panni di Phaedra, la cameriera personale e sarta di Giocasta ed è considerato un membro fidato della famiglia di River Run. I suoi lavori televisivi comprendono Les Miserables.

Tim Downie presterà il volto al governatore William Tyron, una figura storica realmente esistita. L'ambizioso William è un ex ufficiale britannico che ha usato i suoi legami familiari per ottenere la carica di governatore. I film a cui Downie ha partecipato, comprendono Transformers: The Last Night, War Machine, Paddington e The King's Speech.

All'inizio di questo mese, la Starz (finalmente!) ha annunciato di aver rinnovato Outlander per una quinta e una sesta stagione. La quarta stagione ha il suo set attualmente in Scozia, fino a Giugno.

[x]

venerdì 18 maggio 2018

Bees: Lezioni di Gaelico

Jamie si svegliò il mattino dopo in un letto vuoto, sospirò, si stiracchiò, e si alzò. Aveva sognato, in modo abbastanza piacevole, delle navi di Achille, e gli sarebbe piaciuto raccontarlo a Claire. Si scrollò di dosso quanto era rimasto del sonno e andò a lavarsi, prendendo una nota mentale di alcune cose che aveva sognato, in modo da non dimenticarle. Con un po’ di fortuna, lei sarebbe stata a casa prima di cena.
“Mr. Fraser?” Una bussatina delicata sulla porta, la voce di Frances. “Vostra figlia dice che la colazione è pronta.”
“Aye?” Non sentiva odore di nulla di appetitoso, ma “pronta” era un termine relativo. “Sto arrivando, ragazza. Taing”
“Tang?” lei disse, sorpresa. Lui sorrise, si infilò una camicia pulita dalla testa e aprì la porta. Lei stava lì in piedi come una margherita di campo, delicata ma dritta sul suo gambo, e lui si chinò verso di lei
“Taing” disse, pronunciandolo più attentamente possibile. “Significa ‘grazie’ in gaelico.”
“Siete sicuro?” disse, accigliandosi leggermente.
“Lo sono,” la rassicurò. “_Moran taing_ significa ‘molte grazie,’ se preferisci qualcosa di più forte.”
Un leggero rossore si diffuse sulle sue guance.
“Mi dispiace, non intendevo dire veramente se siete sicuro. Ovviamente lo siete. È solo che Germain mi ha detto che ‘grazie’ è tabag leet’. È sbagliato? Potrebbe essersi esercitato con me, ma io non la pensavo così.”
“Tapadh leat”, disse, trattenendo l’impulso di ridere. “No, è giusto, è solo che... Moran taing è…informale, per così dire. L’altro è quando vuoi essere formale. Se qualcuno ti salva la vita o paga i tuoi debiti, dici, dovresti dire ‘Tapadh leat’, se ti passano il pane a tavola, dovresti dire 'Taing’', aye?”
“Aye,” disse automaticamente, e arrossì profondamente quando lui sorrise.

mercoledì 16 maggio 2018

Il rinnovo di Outlander: le reazioni di Sam e Caitriona

Le reazioni delle star di Outlander Sam Heughan e Caitriona Balfe al multiplo rinnovo dello show: Grazie ai nostri fan 

Mi sento davvero fortunato,” ha tweettato Sam Heughan subito dopo il rinnovo di Outlander su Starz. “Grazie [all’autrice Diana Gabaldon] e ai nostri fantastici fan per supportarci in questo memorabile viaggio che ti cambia la vita. Sono felicissimo di interpretare questo personaggio per altre due stagioni! Un grande grazie al cast, alla crew e ovviamente alla sublime Claire, Caitriona Balfe.” 
Questa settimana è stato annunciato che “Outlander” sarebbe tornato questo autunno per la quarta stagione, ma non è tutto: tornerà nei prossimi anni anche per una quinta e una sesta stagione. Siete elettrizzati di aver il vostro “Outlander” garantito con sicurezza per gli anni a venire? Scendete in fondo a questo post per vedere i ringraziamenti sia di Heughan sia della sua co-star Caitriona Balfe.
“Outlander” è basato sul romanzo romantico-fantasy scritto dalla Gabaldon e trasposto per la tv da Ronald D. Moore, precedentemente conosciuto per il suo lavoro nelle serie Star Trek - The Next Generation, Deep Space Nine e Voyager. In più Moore ha collezionato consensi dalla critica e un Peabody Award per la sua rivisitazione di Battlestar Galactica su Syfy. 
Nel corso delle sue prime tre stagioni “Outlander” ha ottenuto 5 nomination ai Golden Globes, incluso il Best Drama Series nel 2016. Ha anche vinto il Critics’ Choice Award nel 2014 per la Most Exciting New Series  e due volte per il Most Bingeworthy Show. Inoltre ha ricevuto tre nomination agli Emmy per la colonna sonora (2015), i costumi e la scenografia (2016). E non dimentichiamo che Sam Heughan ha vinto come Best Drama Actor nel 2015 al nostro amato Gold Derby TV Awards

Date un’occhiata ai tweet di Sam e Caitriona qui sotto.

Mi sento davvero fortunato.
Grazie a Diana Gabaldon e ai nostri fantastici fan per supportarci in questo memorabile viaggio che ti cambia la vita.
Sono felicissimo di interpretare questo personaggio per altre due stagioni!
Un grande grazie al cast, alla crew e ovviamente alla sublime Claire, Caitriona Balfe.



Volevate di più????? Avrete di più!!!! Outlander 5&& stanno arrivando….!!! 
Allora, Sam Heughan…  hai pronto il deambulatore??

Traduzione di Chiara R
[x]

martedì 15 maggio 2018

Bees: Libri

Jamie sprofondò lentamente nella grande sedia accanto al fuoco, godendosi in parte il dolore quando le sue giunture si rilassarono, sia la mente che le ginocchia consapevoli che la gioia del riposo era a portata di mano. La famiglia era a letto, Claire era andata a un parto dagli Stockett, nei pressi della fine della valle. Sentiva la sua mancanza, ma era un dolore piacevole, come l’allungamento della sua spina dorsale. Sarebbe tornata, probabilmente domani. Per ora, aveva un fuoco che gli scaldava piedi, un bicchiere di vino rosso dolce, libri a portata di mano. Prese gli occhiali dalla tasca, li dispiegò e se li sistemò sul naso.
L’intera libreria di casa stava in una modesta pila sul tavolo di fianco al suo bicchiere di vino. Una piccola Bibbia rilegata in un tessuto verde, molto logoro per l’usura. La toccò con delicatezza, come faceva ogni volta che la vedeva; era una vecchia compagna – un’amica che lo aveva visto attraversare molti brutti momenti. Una copia senza copertina di Lady Roxana… avrebbe fatto meglio a portarla su in camera da letto; Jem non vi aveva ancora mostrato molto interesse, ma il ragazzo certamente era in grado di leggere abbastanza bene per capire di cosa trattava, se l’avesse fatto.
Una copia non così male della traduzione di Mr. Pope dell’Iliade… forse avrebbe potuto leggerne un poco con Jem, probabilmente avrebbe trovato le navi interessanti, e avrebbe potuto essere una scusa per far entrare un po’ di latino nella testa del ragazzo mentre lo facevano. Joseph Andrews… uno spreco di carta quello; forse avrebbe potuto scambiarlo con Hugh Grant, a cui piacevano le sciocchezze. Manon Lescaut, in francese e una raffinata rilegatura marocchina. Si accigliò brevemente davanti a questo; non lo aveva aperto. Glielo aveva mandato John Grey, prima…

sabato 12 maggio 2018

Sam Heughan e la collezione di Barbour

La star di Outlander Sam Heughan parla della collezione creata per la Barbour

Sam Heughan, 38 anni, interpreta Jamie Fraser nella serie tv di successo Outlander, adattamento dei libri di Diana Gabaldon. Vive a Glasgow mentre viene girata la quarta stagione ed è nato nel Galloway, di cui è originario anche John Barbour, che ha fondato nel 1894 l’omonimo brand a conduzione familiare.
Come testimonial di Barbour negli ultimi due anni, Heughan promuove e fa da modello per il marchio scozzese, oltre a lavorare sulla propria collezione firmata Sam Heughan.

Qual è il tuo legame con la Barbour?
Dal giugno 2016 sono diventato testimonial di Barbour, un ruolo che mi sento molto fiero e privilegiato di ricoprire. Sono nato e cresciuto nel sud della Scozia, vicino a dove John Barbour ha vissuto, e ho sempre avuto un forte amore per il brand.

Come ti trovi a lavorare con loro?
Ho una collezione Barbour firmata Sam Heughan che riflette il mio stile personale, viene fuori dal mio amore per gli spazi aperti, la Scozia e la tradizione del brand. Come testimonial del marchio prendo parte a photoshoot, faccio il modello per due delle loro campagne mondiali (Shirt Department e Tartan) e ho fatto qualche comparsa nei negozi, principalmente negli USA.



Hai un background nel design o un interesse per la moda?
Per me questa è una nuova avventura e ho adorato imparare e collaborare con il design team di Barbour, aggiungendo preferenze o gusti personali.  E’ una collaborazione entusiasmante ed è davvero gratificante vedere il prodotto finito.

Come descriveresti il tuo stile?
Cerco qualcosa di versatile, qualcosa che può andar bene sia tra montagne della Scozia che tra le strade di New York. Pratico, alla moda e di buona qualità.

Chi influenza il tuo stile? Hai delle icone?
Mi piace basarmi sui vecchi modelli presenti negli archivi di Barbour; è affascinante vedere quanto un capo del passato possa ancora essere attuale.

Indossavi i capi Barbour prima che collaborassi con loro?
Essendo scozzese sono cresciuto con questo marchio e ne sono sempre stato un grande fan. I loro capi di vestiario sono perfetti per stare all’aria aperta. Ho sempre avuto un grande interesse per l’azienda – il fatto che sia ancora a conduzione familiare e continui a produrre i suoi tradizionali impermeabili a South Shield, nel nordest dell’Inghilterra, la rende veramente speciale.

Cosa ti piace dell’azienda?
Che ha una grande storia e una lunga tradizione (dal 1894), tanto che i loro archivi risalgono al 1910. E’ sopravvissuta a molti momenti epocali della storia ed è intrigante vedere come Barbour si sia adattata pur mantenendo la sua forte identità. E’ stato anche affascinante notare che mentre modelli e stili sono cambiati nel corso degli anni, la filosofia di base dell’offrire prodotti di qualità adeguati e resistenti è fondamentale adesso come lo era all’inizio.



Hai mai provato a inserire un elemento di Outlander/Jamie Fraser nei modelli?
La linea Barbour firmata Sam Heughan riflette le mie radici scozzesi e il mio amore per i paesaggi della Gran Bretagna; abbiamo infatti incluso tartan e tessuti spigati, creando delle texture iconiche e familiari. E’ fine ma assolutamente scozzese.

Parlaci del tuo ultimo look per gli Oscar, il completo e l’orologio Montblanc (e te lo sei tenuto?)
Ahah, sono piuttosto fortunato che mi abbiano regalato l’orologio, è meraviglioso!  Il completo e le scarpe invece erano di Saint Laurent, molto eleganti.

Cosa preferisci per un look più casual?
C’è da chiedere?

Qual è il capo che non butteresti mai?
Ho problemi a liberarmi degli stivali. Più sono vissuti più acquistano carattere.

Cosa ci puoi dire dei costumi di Outlander?
Sono strumenti importanti e utili per raccontare la storia del personaggio e del periodo storico in cui ci si trova. Si tratta di qualcosa che può davvero influenzare il modo di camminare, stare dritti ecc, e regala degli indizi riguardo il background  del personaggio e il suo status. E’ divertente costruire quelle storie nei nostri costumi.


Quali problematiche hai affrontato nella collaborazione con Barbour?
Oltre al magnifico clima scozzese,  il mio problema più grande è stato il tempo. A volte è stato difficile giostrarmi tra i miei impegni di recitazione, le attività di beneficienza e il lavoro con Barbour, ma abbiamo sempre cercato di far funzionare le cose.

Qual è stata invece la cosa più inaspettata che è capitata?
E’ stato quando ho conosciuto la signora Margaret Barbour e sua figlia Helen e conversando abbiamo scoperto che ero nato nella stessa zona rurale del sud della Scozia del fondatore John Barbour. L’ho considerato un buon auspicio.

E l’aspetto più divertente della collaborazione?
Lavorare con il team Barbour. Sono così pieni di passione e ben informati sul brand, e mi hanno fatto sentire parte dell’azienda.

Cos’hai imparato?
Ho imparato molto sulla storia e sulla tradizione di Barbour, e di come il design team prenda ispirazione dagli archivi per creare capi attuali. E’ stato affascinante esaminare i loro archivi e incorporare qualcosa della storia e della tradizione del marchio dentro alla mia collezione.

Qual è il tuo capo preferito della Barbour collection?
Amo tutta la collezione. Se devo scegliere dalla corrent Spring Summer 18 collection, credo sarebbe la giacca impermeabile e traspirante Barbour Lochy. Amo il suo stile casual che va benissimo col jeans. E’ molto leggera –perfetta per i mesi estivi in Scozia dove il tempo, come sappiamo, può essere imprevedibile!

Qual è stato il tuo più grande passo falso in fatto di stile?
Oh, sono nato negli anni ’80… troppi per menzionarli tutti.

Sei un vero scozzese o fa troppo freddo per non portare niente sotto il kilt quando girate in Scozia?
Sigh. Tu porti le mutande?

Perchè il tartan è così popolare?
Perché racconta la storia di un patrimonio culturale. E’ interessante vedere i colori originali prima che il tartan diventasse di moda sotto il periodo della Regina Vittoria. Era meno omogeneo e più espressione dei materiali e delle risorse locali.

Indossi il tartan quando non sei al lavoro?
Sì, a matrimoni, feste, eventi sportivi e naturalmente ogni volta che indosso il mio Barbour.

Il tartan e i kilt rendono più popolare lo show?
Assolutamente. Credo che lo show celebri la cultura e le tradizioni scozzesi. Sono un fiero scozzese e sono onorato di poterne mostrare il meglio al mondo.

Traduzione di Chiara R
[x]

mercoledì 9 maggio 2018

Conferma Ufficiale per Outlander S5 e S6

Outlander è stato rinnovato per le stagioni 5 e 6 e in più, le foto della prossima stagione.

Meglio che lavori alla costruzione di Fraser's Ridge, Jamie: Outlander non andrà da nessuna parte, dato che Starz ha rinnovato lo show storico per altre due stagioni.

La rete riporterà sugli schermi Outlander per le stagioni 5 e 6.

Lo show, basato sulla serie di romanzi di Diana Gabaldon, continuerà a seguire la formula di un libro a stagione che è stato usata sin dal suo inizio. Le Stagioni 5 e 6 avranno 12 episodi ciascuna e si baseranno rispettivamente su The Fiery Cross (La Croce di fuoco - Vessilli di Guerra) e A Breath of Snow and Ashes (Nevi Infuocate - Cannoni per la libertà).
Starz ha anche annunciato che la quarta stagione, di 13 episodi, che attualmente viene girata in Scozia, sarà presentata in anteprima a NOVEMBRE 2018. La rete ha anche pubblicato tre foto dei prossimi episodi.


**Attenzione Spoiler**

Due degli scatti includono Claire / Caitriona Balfe e Jamie / Sam Heughan. In uno, guidano un carro con due cavalli carico di provviste. Dato quello che indossano, sembra che venga da una scena diversa da quella che abbiamo visto nella prima clip della stagione 4, pubblicato a gennaio. 
 

Nella seconda, dato il modo in cui Claire è vestita (e dato che sembrano essere in una casa con mobili raffinati), c'è una buona possibilità che stiamo guardando una scena che si svolgerà nel momento in cui la zia di Jamie, Jocasta, organizza una cena di benvenuto per la coppia nella sua piantagione, River Run
 

E data la quantità di plaid sullo sfondo nella terza foto e anche per il fatto che Bree sia seduta su una sedia da giardino, sembra che lei e Roger stiano partecipando al festival celtico durante l'estate del 1969 nel New England.
 

[x]

domenica 6 maggio 2018

Bees: Membrane mucose

Stavo mostrando a Fanny come usare il microscopio, godendo del suo scioccato piacere per i mondi interiori – anche se in alcuni casi era semplicemente shock, come quando aveva scoperto cosa nuotava nella nostra acqua da bere.
“Non preoccuparti,” la rassicurai. “La maggior parte di loro sono piuttosto innocui e il tuo stomaco acido li scioglie. Bada, ci sono cose disgustose in acqua a volte, in particolare se ci sono degli escrementi – merda, intendo,” aggiunsi, vedendo le sue labbra esprimere silenziosamente “escrementi”. Poi il resto di ciò che avevo detto la colpì e i suoi occhi si fecero rotondi.
“Acido?” disse, e guardò in basso, stringendo la sua parte centrale. “Nel mio stomaco?”
“Be’, sì,” dissi, attenta a non ridere. Aveva senso dell’umorismo, ma era ancora molto esitante in questa nuova vita, e aveva timore di essere derisa o presa in giro. “È il modo in cui digerisci il cibo.”
“Ma è…” si fermò, accigliandosi. “È…thr…forte…acido. Corrode le cose.” Era diventata pallida sotto l’abbronzatura che il sole di montagna le aveva dato.
“Sì,” le dissi guardandola. “Il tuo stomaco ha pareti molto spesse, comunque, e sono ricoperte di muco, perciò…”
“Il mio stomaco è pieno di moccio?” Sembrava così inorridita che dovetti mordermi la lingua e girarmi per un momento, con il pretesto di andare a prendere un vetrino pulito.
“Be’, trovi muco praticamente ovunque nel tuo corpo.” dissi, avendo recuperato il controllo della mia faccia. “Hai quelle che vengono chiamate membrane mucose; queste secernono muco ovunque c’è bisogno di un po’ scivolosità.”
“Oh.” La sua faccia divenne vacua, e poi guardò in basso sotto le mani strette. “È…è quello che hai tra le gambe? Ti rende… scivolosa quando…”
“Si,” dissi frettolosamente. “E quando sei incinta, la scivolosità aiuta il bambino a uscire. Le membrane mucose nella tua bocca e nella gola sono viscide cosicché il cibo possa scivolare giù facilmente quando deglutisci, e ci sono altre membrane mucose che rivestono il peritoneo---questa è la cavità del tuo corpo e ricoprendo il tuo cuore e i tuoi polmoni, cosicché tutti gli organi possano muoversi facilmente l’uno contro l’altro. Te li mostrerò, la prossima volta che macelleremo un maiale.”

Bees: Api

“Myers ha detto di aver portato anche qualcosa per te, te lo ha detto?”
“No, non ancora. Ha detto che cos’era?” Jamie si alzò lentamente, allungando la schiena.
“Una lettera di qualche genere, non ha detto da parte di chi.” Stavo quasi per aggiungere “Forse da parte di Lord John,” perché per diversi anni avrebbe potuto essere, e una lettera benvenuta, pure, che rinforzava il legame di una lunga amicizia tra Jamie e John Grey. Fortunatamente, mi morsi le labbra in tempo. Mentre i due si parlavano – solo a malapena – non erano più amici. E mentre, sforzandomi, avrei voluto assolutamente negare che fosse colpa mia, innegabilmente era a causa mia.
Tenni gli occhi sulle quaglie che stavo pulendo, nel caso in cui Jamie avesse potuto scorgere un'espressione ribelle sul mio viso, e trarre conclusioni scomode. Non era l’unica persona che poteva leggere nel pensiero, e io stavo guardando la sua faccia. Avevo un’impressione molto forte che quando avevo detto “lettera”, il nome di Lord John era guizzato nella sua mente, proprio come aveva fatto con la mia.
Brianna risalì il pendio, con in mano diverse pagnotte di pane, e spinsi frettolosamente fuori dalla mia mente il pensiero di John Grey.
“Lo faccio io, Mamma,” disse, posando il pane e facendo un cenno verso il piccolo mucchio di corpi piumati. “Mr. Myers dice che il sole sta tramontando e tu dovresti andare e benedire le tue nuove api prima di andare a dormire.”
“Oh” dissi, incerta. Avevo avuto delle api di tanto in tanto, ma la relazione non era stata in nessun modo cerimoniosa. “Ha, per caso, detto che genere di benedizione delle api avrebbe in mente?”
“Non a me,” disse allegramente, prendendo il coltello insanguinato dalla mia mano. “Ma lui probabilmente lo sa. Mi ha detto che ti incontrerà in giardino.”

sabato 5 maggio 2018

Bees: Saluti

Il brandy cominciò a depositarsi nelle membra di John, il calore attenuava i suoi pensieri. E, forse, il suo giudizio.
“Hai deciso di scrivere a Minnie, quindi?” Il tono di John era casuale, ma la domanda non lo era.
“No”
“Ma tu – oh. Capisco, vuoi dire che non hai ancora deciso, ed è il motivo per cui stai volteggiando su quel foglio di carta come un avvoltoio in attesa che qualcosa muoia.”
Hal aprì gli occhi e si sedette dritto, fissando John con uno sguardo che significava che avrebbe voluto farlo tacere come un baule. John, tuttavia, prese la bottiglia e riempì la coppa di Hal.
“Lo so,” disse semplicemente. “Non lo vorrei neanche io. Ma pensi che Ben sia davvero morto, allora?”
“No, non lo penso maledizione.” La coppa si inclinò nella mano di Hal. La salvò con non più di una spruzzata di brandy che cadde suo panciotto, che ignorò.
John lo osservò, la sua stessa espressione deliberatamente vuota.
“È solo che non ti ho mai visto iniziare una lettera, a chiunque, con il saluto, ‘Caro’”
“Non ne ho bisogno” disse Hal scontroso. “Beasley fa tutte queste assurdità quando è una cosa ufficiale, e se non lo è, tutti quelli a cui scrivo sanno già chi sono e cosa penso di loro per l’amor di Dio. Ostentazione inutile. Mi firmo,” aggiunse, dopo una breve pausa.
John fece un vago “hm” e prese un sorso di brandy, tenendolo in bocca meditabondo. La penna aveva fatto una macchia di inchiostro sul tavolo dove suo fratello l’aveva fatta cadere. Vedendola, Hal infilò la penna nel vasetto e strofinò il segno con un lato della mano.
“È solo…non sapevo come cominciare, dannazione.”
“Non ti biasimo.”
Hal gettò un’occhiata al foglio di carta, con il suo saluto accusatorio.
“Così, io... ho scritto…”M”. Solo per cominciare, sai, e poi devo decidere come andare avanti se scrivere il suo nome, o lasciare “M”... perciò mentre stavo pensando…” la sua voce si spense e prese un veloce compulsivo sorso di Sangue dei Martiri.
John ne prese un sorso più riservato pensando a Stephen von Namtzen, che scriveva di tanto in tanto, rivolgendosi a lui sempre con formalità tedesche come “Mio Stimato e Nobile amico,” anche se le lettere tendevano a essere meno formali… i saluti di Jamie Fraser variavano dall’informale “Caro John” al leggermente più caldo “Mio caro amico”, e, a seconda dello stato dei loro rapporti, da “Egregio Signore”, a un freddo “My Lord,” nell’altro senso.
Probabilmente Hal aveva ragione. Le persone a cui scriveva non dubitavano mai di quello che lui pensava di loro, e lo stesso era vero per Jamie. Forse era un bene da parte di Jamie dare un chiaro avvertimento, così uno poteva aprire una bottiglia prima di leggere oltre…
Il brandy era buono, scuro e molto forte. Avrebbe dovuto aggiungere dell’acqua, ma – data la rigidità del corpo di Hal, forse era altrettanto bene non averlo fatto.
Cara M_ era vero che Hal gli aveva indirizzato le lettere semplicemente come “J”. Per foruna Mr. Beasley, il segretario di Hal, faceva attenzione alla corrispondenza di Hal, o il Re avrebbe potuto benissimo vedersi indirizzato bruscamente come “G”. O sarebbe stato “R” per Rex”?
Per quanto fosse assurdo, il pensiero liberò il ricordo che lo aveva tormentato da quando aveva visto la lettera rudimentale, e lui la guardò e poi guardò il fratello.
Hal aveva chiamato Esmé “Em”. La sua prima moglie morta di parto – e il primo figlio di Hal morto con lei. Era abituato a scriverle messaggi cominciando in questo modo – appena una “M”, con nessun altro saluto; John ne aveva viste alcune. Forse vedere la singola lettera, nera e vivida contro il foglio bianco, aveva riportato indietro tutto con l’inaspettata subitaneità di un proiettile al cuore.
By Diana Gabaldon

domenica 22 aprile 2018

Sam Heughan Artista dell'Anno di SpoilerTv (ultima parte)

Ultima parte dell'articolo di SpoilerTv che vede la descrizione degli episodi finali e delle motivazioni che hanno portato Sam Heughan a vincere il 2017 Reader's Choice Performe of the Year.
In The Doldrum (3x9) Jamie e Claire condividono un bel momento di notte sul ponte della nave su cui sono quando tentano di raggiungere il giovane Ian, che è stato rapito. Stanno parlando della luna e Claire piano si lascia andare ai ricordi di come gli uomini sono andati sulla luna e di come “Goodnight Moon” era la storia preferita di Brianna quando era una bambina. Heughan non ha molto da dire in questa scena, ma quello che fa è recitato in maniera dolce e amorevole. Questo è un momento tenero e delicato ed entrambi gli attori lo interpretano. Heughan chiarisce quanto Jamie ami Claire. Il modo in cui la tiene per confortarla e il modo in cui la bacia amorevolmente. Il modo in cui Heughan tiene Balfe è sempre così rispettoso che mostra quanto gli importi della sua co-protagonista. Hanno una bellissima chimica che deriva evidentemente dalla loro amicizia nella vita reale. È chiaro il rispetto che lui ha per lei. Anche nelle più intense scene d’amore in cui Jamie è pienamente coinvolto Heughan sta chiaramente prendendo in considerazione Balfe e la sta mettendo per prima. Non solo interpreta un carismatico nobiluomo, ma lui stesso è così. Il lato nobile e dolce di Heughan è venuto fuori in questa scena. Era chiaro che Jamie guardava Claire con stupore per la sua storia proprio mentre Heughan guardava Balfe con stupore per la sua esibizione. È stato un momento davvero meraviglioso sia per i personaggi che per gli attori.

La trama degli ultimi episodi vede Jamie e Claire ancora separati dalla fine di The Doldrum e la separazione continua in Heaven & Hearth (3x10). Jamie passa attraverso molti patemi tentando di riportarla indietro. Riaverla indietro, per pi perderla così presto gli fa male al cuore. Il poveruomo non può prendere fiato questa stagione. Ogni volta che sembra che il suo cuore stia avendo una tregua dal dolore e dalla sofferenza succede qualcosa altro o qualcun altro gli viene tolto. Heughan ha fatto un lavoro stupendo mostrando Jamie e cerca e si fa carico della situazione anche segretamente cadeva a pezzi internamente per l’angoscia e la preoccupazione.

I due si riuniscono in Uncharted (3x11) in una bellissima riunione sulla spiaggia. Quando Claire corre sulla spiaggia per tentare di riunirsi a Jamie e agli altri, Jamie sta preparando la nave a salpare di nuovo. Quando l’attenzione di Jamie è attirata verso la spiaggia e lui vede Claire c’è questo sguardo di stupore e di speranza quando lui corre per raggiungerla. Una volta che è sulla spiaggia corre verso di lei. Durante tutta questa sequenza, fino al momento in cui Jamie avvolge le sue braccia attorno a Claire, Heughan rappresenta questo sguardo di dubbio, come se non sia reale per Jamie finché Claire non è tra le sue braccia. Poi quando Jamie e Claire si abbracciano, il corpo di Heughan si rilassa e lui concede a Jamie un momento di pace. La postura rigida di Jamie viene dimenticata al posto di una rilassata nelle braccia di Claire. È un altro momento in cui Heughan dice con il suo corpo tanto quanto con le parole. Comunque, il modo in cui urla “Claire!” mentre sta correndo verso di lei è abbastanza per toccare anche il più freddo dei cuori. Quello è il suono dell’amore più puro che si riunisce. Heughan mette molta passione nel dire in nome di Claire e ha davvero portato a casa tutti i sentimenti di Jamie con quel singolo nome. E il bacio che si scambiano è dolce ma pieno di tanto bisogno e speranza. Separati sono sopravvissuti, ma insieme sono una forza potente. È un incredibile testimonianza per Heughan e Balfe, anche, che recitano momenti come questo con così tanta passione. Ci vuole una collaborazione nella recitazione davvero senza precedenti per essere in grado di ritrarre con precisione un amore così puro e immenso. I personaggi condividono molti altri momenti teneri e belli mentre l’episodio volge al termine. Jamie aiuta a pulire e a occuparsi delle ferite di Claire. Questo permette a Heughan di immergersi davvero nel lato più gentile e tenero di Jamie quando si prende cura di Claire così teneramente.

L’episodio successivo, The Bakra (3x12), vede intensificarsi la ricerca di Jamie e Claire del giovane Ian. Ci sono alcuni momenti veramente per Heughan in questo episodio, ma ce n’è uno che spicca. Quel momento si verifica quando Jamie ritrova Lord Grey. Deve rimettersi in pari con il vecchio amico a cui ha lasciato in custodia il giovane Willie. Quando chiede di Willie c’è una piccola scintilla nei suoi occhi e un po’ di tremore nella sua voce. Heughan cattura l’ansietà di Jamie per la risposta di Lord Grey. Poi quando sa che Willie va ancora a cavallo e ancora ricorda Jamie, c’è una luminosità che per un momento lo sopraffà. Per questo breve momento, si sente in pace con la scelta  di lasciare Willie con Lord Grey. Viene subito buttato giù quando sa che Willie lo ricorda solo occasionalmente. Il modo in cui Heughan interpreta l’episodio mette in mostra la delusione di Jamie. È una scena complicata in cui Heughan deve condurre Jamie attraverso quest’ampia varietà di emozioni mescolate riguardo l’incontro con Lord Grey e le notizie di Willie. Poi deve tornare al momento in cui hanno ancora bisogno di trovare e salvare il giovane Ian. Passa dall'essere un po’ agitato e preso alla sprovvista a concentrarsi e riprendere il controllo. Il modo in cui Heughan rende queste transizioni a metà scena è a dir poco straordinario. Lo fa con tanta facilità.

Dopo tutto quello che è successo alla fine di questo episodio, la stagione resta con molti argomenti da trattare nel finale, Eye of the Storm (3x13). Sam Heughan ha molto da fare con momenti seri per sequenze d’azione complete. Riescono a salvare il giovane Ian dalle grinfie di Geillis Duncan (Lotte Verbek) e a proteggere Brianna nel futuro allo stesso tempo. È un finale di stagione intenso anche dopo tutto quello che è successo nell’episodio, niente può preparare chiunque per come finisce. In un finale colossale, la nave sulla quale si trovano viene colpita da una tremenda tempesta e fa naufragio. Claire è scaraventata fuori bordo e dopo essere rimasta aggrovigliata nelle corde viene spinta verso il fondo. Jamie riesce a raggiungerla e a portarla in salvo. La forte abilità fisica di Heughan è messa alla prova in questa scena. Anche in una piscina la recitazione sott’acqua non è una cosa facile. Il corpo sott’acqua non agisce come in superficie. Eppure, riesce comunque a trasmettere una folle quantità di emozioni mentre Jamie salva Claire. Anche sott'acqua la sua paura per la vita di Claire è palpabile.
Quando raggiungono la superficie, la paura di Jamie è resa ancora più reale dal modo in cui supplica Claire di non morire. Heughan infonde la giusta quantità di emozione naturale, autorità, e paura che amplifica dieci volte le emozioni appassionate della scena. È impossibile non temere per Claire dato il modo in cui la voce di Jamie è allo stesso tempo risoluta e tremolante. Cerca di essere forte per lei ma è pieno di paura per quelli che lui pensa siano gli ultimi istanti con lei.

Quando approdano sulla spiaggia e Jamie si avvicina a Claire, è evidente che Jamie le sta dicendo addio. Pensa veramente di averla persa. Le emozioni che Heughan esprime quando Jamie bacia dolcemente la guancia di Claire sono enormi. La sua reazione verso di lei, poi, quando riprendendo i sensi e tossendo torna in vita, accentua in maniera bellissima l’attimo precedente. Al suo primo colpo di tosse e movimento, c’è un secondo di trepidazione come se non potesse credere che fosse vero. Poi accetta il fatto che sta succedendo davvero e che lei è tornata da lui. Tutto il suo viso si rilassa, lo domina un sollievo totale e assoluto. Heughan fa un dolce sorriso a Claire e delicatamente le tocca i capelli. È quasi come se Jamie si innamorasse ancora di più di lei. È un momento bello e sereno per finire la stagione e un meraviglioso momento finale di recitazione di Sam Heughan quando la stagione si conclude.

Questo è stato uno sguardo ad alcuni dei più grandi e migliori momenti di recitazione di Sam Heughan per tutta la stagione. Questo è solo un aspetto estremamente piccolo di tutto il magnifico lavoro che ha fatto in questa stagione. Non importa chi sia il suo partner o il contenuto della scena, lui ha dato tutto in ogni scena e si vede. Non ha mai interpretato un momento che fosse qualcosa di meno di una performance impeccabile. Sam Heughan è una forza di recitazione da non sottovalutare. Sta interpretando un personaggio che i fan del libro hanno messo su un piedistallo. Nelle mani di qualsiasi altro artista, questo Jamie Fraser potrebbe non essere all'altezza della sua controparte nei libri. Heughan non solo ha assicurato che il suo Jamie fosse buono quanto il Jamie del libro, ma in effetti ha reso il suo Jamie ancora migliore. Questo è sia un complimento a Sam Heughan che all'autrice della serie di libri, Diana Gabaldon, che ha scritto un personaggio che nessun uomo vivente avrebbe potuto mai rappresentare così accuratamente. Questo è stato il perfetto connubio tra lo straordinario materiale originale e il casting assolutamente perfetto. Heughan ha reso giustizia spettacolare al personaggio e ha dato vita in modo vivido e meraviglioso all'uomo che Gabaldon ha portato per la prima volta in vita nelle pagine dei suoi libri.

Sam Heughan è il perfetto Jamie perché è buono e puro come il personaggio che interpreta. Heughan è ovviamente molto differente dal suo personaggio. Ma quando si arriva ai loro nobili cuori e alla natura gentile loro sono uguali. A Heughan importa delle persone ed è il motivo per cui ha iniziato My Peak Challenge. Secondo una dichiarazione di Sam Heughan sul sito ufficiale del programma, "My Peak Challenge è una comunità globale radicata nella convinzione che tutti possiamo avere un cambiamento positivo nelle nostre vite mentre aiutiamo gli altri". Questo parla di Sam Heughan come uomo. È un attore di professione, è questo che paga le sue bollette, ma è molto più di questo. È un uomo che si preoccupa di portare un cambiamento positivo nel mondo. Ha preso il suo status di celebrità e l'ha trasformato in qualcosa di bello e potente per aiutare gli altri. Questo, oltre alle sue incredibili capacità di recitazione, è il motivo per cui è diventato così amato dai suoi fan.

Questa è stata una grande stagione per Jamie Fraser, il che significa che Sam Heughan aveva tantissimo da fare. Ha recitato le sue battute con tempismo impeccabile e abilità sbalorditive, ma ha agito altrettanto con nient'altro che i suoi occhi e il suo corpo. È una forza di natura e incredibilmente bravo nel suo mestiere. Tutto ciò significa che ogni singola scena in cui si trovava era degna di nota. Sfortunatamente, per evitare che questo articolo sia la lunghezza di un romanzo, non si può discutere di tutto qui. Così tanti grandi momenti sono stati lasciati fuori da questo articolo, quindi non esitate a utilizzare la sezione commenti per discutere tutti i momenti non trattati qui. Inoltre, sentitevi liberi di dare le vostre interpretazioni delle scene che sono state menzionate.

Per tutte le ragioni riportate in questo articolo, è evidente perché Sam Heughan è stato voltato come attore dell’anno nella Scelta dei Lettori di SpoilerTV 2017. Prendetevi un momento per celebrarlo nei commenti e divertitevi in compagnia di altri fan di questo artista immensamente talentuoso.
(X)

sabato 21 aprile 2018

Sam Heughan Artista dell'anno di SpoilerTv (III parte)

Terza parte dell'articolo di Spoilertv. Si ripercorrono gli episodi della tanto agognata reunion tra Jamie Claire.
La storia di Jamie balza avanti all’iconica scena della tipografia che i fan hanno aspettato a lungo di vedere. Il momento arriva in A. Malcom (3x6). È la scena in cui Jamie e Claire sono finalmente riuniti. Nonostante abbiano passato molto tempo separati girando trame molto diverse, Heughan e Balfe sono entrati facilmente di nuovo nelle loro vecchie dinamiche. La riunione tra i personaggi e gli attori è stata quella che tutti avevano sperato. Si sono occupati di molte cose mentre cercavano di recuperare il tempo perso e di conoscersi di nuovo. Non è stato un viaggio facile e il cuore di Jamie viene di nuovo consumato da un altro buco doloroso quando sa di Brianna (Sophie Skelton). Ha riavuto sua moglie, ma ha dovuto accettare che non potrà mai stare con nessuno dei suoi figli e nemmeno conoscere sua figlia. Jamie e Claire litigheranno e a lotteranno e queste grandi scene daranno a Heughan e a Balfe molte grandi opportunità per mostrare quanto potente e dinamica sia la loro collaborazione. Heughan conduce Jamie attraverso tutta una serie di emozioni dato che ha dovuto elaborare molto. Ha vissuto molte cose mentre Claire era assente e gli ci è voluto tempo per riconciliare chi era diventato con l'uomo che Claire amava. In questo episodio Heughan ha espresso una recitazione appassionata e profonda durante la loro riunione e nel suo seguito Crème De Menthe (3x7). Un’analisi completa della bella reunion e uno sguardo completo alla appassionata recitazione di Heughan in questo episodio può essere letta nell’articolo su Sam Heughan vincitore del titolo di attore del mese di ottobre. Mentre sarebbe fantastico rivivere tutti questi momenti, ci sono altri momenti importanti che sono venuti dopo e non sono stati trattati in precedenza ma che meritano un riconoscimento.

The First Wife (3x8) ha dato a Heughan alcuni momenti davvero importanti. È stato un grande episodio di scontro che ha mostrato le fratture che ancora ci sono nella riunione di Jamie e Claire. Apprendere che Jamie aveva sposato Laoghaire (Nell Hudson) distrugge il mondo di Claire, ma allo stesso tempo, costringe Jamie ad affrontare di nuovo l’uomo che è diventato da quando lei è partita. C’è un momento in cui Jamie e Claire stanno discutendo e in cui lei gli chiede perché non le aveva detto dell’altra sua moglie. Heughan interpreta Jamie come un uomo abbandonato mentre Claire lo redarguisce, poi quando gli viene chiesto di spiegarsi Jamie chiede “Perché?” silenziosamente. Attraverso l’espressione degli occhi di Heughan il pubblico può vedere Jamie provare a fare i conti internamente con la domanda. Quindi dichiara di essere un codardo. Ogni fan da lungo tempo dei libri e dello show sa che ciò è abbastanza lontano dall'accurata descrizione di Jamie Fraser a cui sono arrivati. Inoltre, Sam Heughan ha fornito un ritratto in cui era evidente che Jamie si vede in questo modo. È stato difficile mettere in relazione l’uno con l’altro Jamie Fraser e la parola “codardo”, ma Heughan ha reso credibile il motivo per cui Jamie si sente in quel modo. Si vede come un codardo perché ha paura di dire a Claire la verità per timore che lei possa lasciarlo. La sua spiegazione viene data con voce malferma, lontano dal suo tono normale fermo e saldo, e questo dice molto del conflitto che si è scatenato in lui. Le decisioni di Heughan in questa scena hanno trasmesso al momento un'emozione ancora più profonda di quanto non si sia mai avuto nelle pagine del libro.

Jamie chiede a Claire “Sai com’è vivere vent’anni senza un cuore?” questo succede subito dopo che lui cammina avanti indietro nel tentativo di comprendere se biasimare o no Claire per essere tornata. Ovviamente, no, ma si sforza di trovare le parole per chiarire la sua posizione, i suoi sentimenti, e perché ha fatto quello che ha fatto. Heughan ha fissato saldamente alcune parti del dialogo in cui ha dato a Jamie una voce ferma e forte e altri momenti in cui il grande e potente Jamie Fraser sembra quasi piccolo sotto il peso di tutti i sentimenti che lo attraversano. Allo stesso tempo, Heughan ha dovuto mostrare ed esprimere, fisicamente e verbalmente, il valore di venti anni di dolore, amore e crepacuore. Mentre la scena si inasprisce e la lotta cresce di intensità Heughan si attacca ai venti anni di gelosia di Jamie per Frank (Tobias Menzies) e attacca verbalmente Claire. È stato un momento di passione e mentre lui porta fuori la sua rabbia su di lei, lei attacca lui. Sono due personaggi che si infiammano facilmente con così tanto amore e passione che quando sfociano nella rabbia, è feroce tanto che potrebbe far vergognare le potenti eruzioni vulcaniche. La situazione cresce fino a diventare un incontro sessuale alimentato dalla rabbia, ma viene interrotta da Jenny. La recitazione da parte di sia Heughan che di Balfe in questi momenti è stata intensa e interpretata perfettamente con sentimenti di rabbia tra i due personaggi.

Quando Claire se ne va, Jamie rimane fermo senza aver avuto uno sfogo per i suoi sentimenti repressi. Lascia andare alcuni sbuffi, ma ci sono ancora cose che ha bisogno di dire. Dopo essere stato sparato da Laoghaire, lui e Claire hanno un momento più tranquillo per parlare. Finalmente riesce a spiegare i suoi sentimenti su perché e come è finito con Laoghaire. C'è un assoluto contrasto con la scena precedente e un momento di recitazione davvero bello da parte di Sam Heughan. Lo show sceglie di mostrare dei flashback dei momenti che Jamie sta descrivendo a Claire, ma attraverso le battute del dialogo di Heughan, quei momenti prendono vita. Uno potrebbe chiudere gli occhi e solo sentirlo parlare ed essere capace di raffigurare le scene che sta descrivendo. Il suo tono è sommesso e sicuro e questo gli permette di ritrarre un uomo che lottava per affrontare l'angoscia inimmaginabile che cresceva. Il modo in cui parla delle bambine di Laoghaire rende ovvio, prima che sia detto anche a parole, che Jamie le sta usando come sostitute per i due bei bambini che lui non potrà mai crescere. Heughan sceglie di interpretare il momento in modo delicato e funziona benissimo.
(fine terza parte)
(X)

martedì 17 aprile 2018

Diana Gabaldon, Sam Heughan e la nausea

L’autrice di Outlander Diana Gabaldon sulla scena che ha fatto nauseare Sam Heughan e tanto altro

L’astinenza da Outlander è cominciata, ma martedì sera ha offerto un breve sollievo a un ristretto gruppo di fan, desiderosi di avere di più di Claire e Jamie.
In attesa del rilascio, il 10 Aprile, della terza stagione di Outlander in blu-ray e DVD, la Sony Home Entertainment ha organizzato un panel di Outlander offrendo un’anteprima dei contenuti esclusivi presenti nella Collector’s edition, oltre che una chiacchierata con l’autrice Diana Gabaldon e il co-showrunner/executive producer Toni Graphia, condotto da EW.
Oltre a presentare uno scorcio delle scene tagliate, di dietro le quinte e bloopers, la serata ha compreso anche pettegolezzi succosi, tra cui la notizia che Diana Gabaldon non farà un cameo nella quarta stagione (sebbene non lo escluda del tutto) e che c’è la possibilità che le prossime stagioni possano suddividere i libri. “Il piano è sempre di fare un libro a stagione, ma non escludo che a un certo punto non si prenda qualcosa dai libri successivi e lo si metta nella stagione in corso o semplicemente li si divida in un altro modo”, ha detto Graphia.
Ecco qui 6 pettegolezzi succosi per tenervi caldi sotto i vostri kilt in queste fredde notti senza Outlander.


E’ stata girata una scena bonus in esclusiva per il Blu-ray/DVD
EW ha iniziato martedì con una clip dall’esclusiva bonus scene che ha come protagonista la proposta di matrimonio tra Lord John Grey (David Berry) e Lady Isobel Dunsany (Tanya Reynolds). Graphia ha rivelato che la scena è stata commissionata specificatamente per i fan che comprano la serie per rivederla a casa. “In realtà è stata ideata dopo l’episodio,” ha spiegato. “Non ne avrebbe fatto parte, è tipo una trama secondaria, ma è qualcosa che ci ha intrigati. Quindi quando la Sony ci ha chiesto di fare qualcosa di speciale per i fan, ci chiedevamo ‘Cosa vorrebbero vedere davvero le persone?’ Abbiamo pensato a quell’episodio e abbiamo detto ‘Come sono finiti insieme quei due? Come sarà avvenuta la proposta?’ Amiamo quei due attori e abbiamo pensato, ‘Vediamoli insieme perché potrebbe venire fuori qualcosa di magico,’ e così è stato.
Graphia ha detto che, avendo così tanto materiale nei libri è raro che vadano a immaginare qualcosa che la Gabaldon non ha già scritto. “E’ difficile mettere tutto quello che c’è nel libro nello show, ma qualche volta, o piuttosto spesso, cosa che rende onore a Diana, troviamo altre piccole strade che decidiamo di esplorare, ‘Dio, voglio vedere quello.’ E’ ciò che è capitato con questa scena –tuttavia la Gabaldon ha aggiunto che i fan leggeranno la sua versione della scena nel quarto libro dei romanzi su Lord John Grey. E se avete amato questa bonus scene, c’è ancora molto altro – Graphia ha detto ai fan che stanno progettando di creare ancora più scene esclusive dello stesso tipo nella quarta stagione. 



Hanno aggiunto una scena all’episodio 7 perché era troppo corto 
Sembra impossibile che i creatori di Outlander possano aver bisogno di aggiungere ulteriore materiale a un episodio con così tanti libri pieni da cui attingere, ma in questa stagione è capitato. Infatti, la durata del settimo episodio, “Creme de Menthe,” era troppo corta dopo il primo montaggio. “Avevamo finito filmando qualcosa, una scena che era nella versione iniziale che era stata tagliata credendo che la sceneggiatura fosse troppo lunga, ma quando si è montato tutto è risultato troppo corto,” ha spiegato Graphia. “L’abbiamo ripescata, ma in quel momento avevamo già lasciato la Scozia e dovevamo girare in Sud Africa. La scena è quella in cui Fergus e il giovane Ian stanno vendendo le botti di liquore prima di andare a festeggiare in un locale, dove il giovane Ian incontra una ragazza e via dicendo. E noi l’abbiamo girata in un vicolo in Sud Africa.” La Gabaldon ha anche sottolineato che l’idea di nascondere un uomo morto in una cassa d’alcol, il filo conduttore dell’episodio, deriva da una reale ricerca storica che aveva scovato. “C’era un punto in cui si diceva che qualcuno era morto su una nave e avevano preservato il suo corpo sistemandolo in un barile di acquavite. Ho pensato, ‘Oh, potrei sfruttarlo,’ ” ha spiegato.

A Diana Gabaldon viene data una copia di ogni copione e visiona attentamente tutti i tagli
La Gabaldon è diventata consulente dello show e sia lei che Graphia descrivono il suo rapporto con la squadra come molto collaborativo. “Mi mandano la bozza del copione, il copione così come l’hanno scritto e ogni revisione che segue, sei, sette, otto e anche più revisioni prima che vengano fatte le riprese,” ha detto. “I tagli principali vengono fatti durante il processo di editing, il che vuol dire che non li vedrò fino a quando non mi mandano il primo montaggio. Solitamente vedo tre tagli di ogni episodio, quindi se c’è qualcosa nelle riprese giornaliere che credo sia molto importante per una ragione o un’altra, mando una nota per dirgli di non cambiare quella determinata cosa spiegandogli perché. Per me è come vedere un caleidoscopio: i pezzi mutano costantemente.” La Gabaldon ha detto che solitamente chiede dei cambiamenti solo per due motivi: se possono pregiudicare la trama più avanti in un’altra stagione, o se richiamano dettagli storici o tecnici. “C’era una scena particolare in uno dei copioni della quarta stagione che ho riscritto dicendogli, ‘Questa sarà una grande sorpresa per chi leggerà il nono libro.’ E loro l’hanno modificata,” ha spiegato. “Mi approccio al copione e all’impegno che ci mettono con grande rispetto, perché sono una scrittrice,” ha aggiunto. “So quanto lavoro ci sia dietro. E apprezzo anche che abbiamo una prospettiva completamente diversa dalla mia. Non hanno cose come la libertà d’azione, il tempo, la tranquillità di mettere insieme qualcosa, i tempi sono molto ristretti. In più non scrivono partendo dalle mie ricerche, che sono ampie e varie. Si tratta, per la maggior parte, di un dare e avere. E’ una collaborazione e sono onorata nel mio piccolo di farne parte.” 


Il vomito da mal di mare di Jamie è stato fatto con i bianchi d’uovo
 E’ capitato che la Gabaldon fosse andata a far una visita sul set il giorno in cui Sam Heughan ha girato la scene del mal di mare di Jamie. Era passata a salutare e ha trovato Heughan in una piccola stanza, solo e con l’aria provata e gli ha chiesto che cosa avesse fatto. “Lui ha detto, ‘Ho vomitato in un secchio per tutta la mattina e ora credo di avere davvero la nausea,’” ha riferito. Heughan le ha raccontato che il vomito era fatto con bianchi d’uovo, e lui ha detto, “L’hanno insaporito, ci hanno messo del colorante verde ed era tremendo.’ L’ha nauseato.

Le scene sulla barca, nell’oceano, sono state filmate in un parcheggio
C’è voluta un sacco di magia cinematografica per creare le scene a bordo che chiudono la stagione, molto di più di quanto avesse pensato all’inizio Graphia. “Eravamo così eccitati di vedere le navi,” ha detto, parlando del gruppo di sceneggiatori. “Un giorno, a pranzo, stavamo guardando un episodio di Black Sails, perché sapevamo che avremmo preso in prestito le loro navi, e vedevamo questo incredibile episodio dell’uragano ed eravamo assolutamente rapiti, dicevamo ‘Oh mio dio, lo show somiglierà a questo, sarà stupendo.’ E invece quando abbiamo visto la prima ripresa che ci ha mandato la nostra crew, c’erano solo queste grandi vecchie carrette in legno in un parcheggio. Non erano nell’acqua. Faccio questo lavoro da lungo tempo e so che ci sono i trucchi cinematografici, ma credo che una parte di me pensasse, ‘Saranno nell’oceano.’ Le ho viste e sono rimasta, ‘Oh già, è vero, non vanno davvero in acqua.’ Ma doveva essere proprio un parcheggio? Credevo che sarebbero state almeno sulla sabbia. C’erano macchine parcheggiate tutt’attorno ed è stato davvero duro immaginare come il nostro set potesse sembrare come quello che avevamo visto in Black Sails.” Tuttavia, come Graphia e i fan sanno adesso, il risultato finale è stato ben oltre quello che si era immaginata. 


Sam Heughan si è opposto a una battuta di Jamie
Filmare le scene della tempesta e del naufragio è stato difficile per tutto il cast e la crew coinvolta. La Gabaldon ha raccontato di aver visto un girato in cui, durante le riprese, la faccia di Caitriona Balfe finiva dentro un pezzo di legno che galleggiava. Tuttavia l’ostacolo più grande è stato far dire a Heughan, che è giustamente possessivo nei confronti del suo personaggio, una battuta nella scena nel naufragio così come era stata scritta nel libro. Lui sta tentando di salvare Claire, che sta annegando, mentre la barca sta affondando attorno a loro. “[L’executive producer/scrittore/direttore Matthew Roberts] mi ha detto che durante quella particolare scena, Sam non voleva davvero dire la battuta ‘Sassanech, se muori adesso, ti uccido,’ che proviene dal libro e appunto Matt ha inserito anche nell’episodio.” ha detto la Gabaldon. “Erano in piscina e Sam ha continuato a dire, ‘No, non voglio dirlo.’ E Matt continuava, ‘Devi dirla!’

La terza stagione di Outlander sarà disponibile in DVD/Blu-ray dal 10 Aprile (in America...in Italia ancora non si ha una data).

Traduzione di Chiara R

lunedì 16 aprile 2018

Le origini di Skye Boat Song

Immagine di Matt B. Roberts
Il 16 aprile 1746 sul campo di Culloden si svolse la battaglia tra l'esercito giacobita capeggiato dal pretendente al trono d'Inghilterra Charles Stuart e l'esercito inglese comandato dal Duca di Cumberland.
Lo scontro si risolse in una sanguinosa disfatta per i clan delle Highlands, che mise fine alla cultura e alla indipendenza della Scozia. Charles Stuart riuscì a lasciare indenne il campo di battaglia aiutato da una giovane donna di nome Flora MacDonald che favorì la sua fuga verso l'isola di Skye. Quell'episodio è ricordato da una delle più celebri canzoni popolari scozzesi "Skye Boat Song" le cui parole originali furono composte da Sir Harold Boulton nel 1884 su una melodia risalente alla seconda metà del '700.

The Skye Boat Song
(testo originale di Sir Harold Boulton, 1884)

Speed bonnie boat, like a bird on the wing,
Onward, the sailors cry.
Carry the lad that’s born to be king,
Over the sea to Skye.

Loud the winds howl, loud the waves roar,
Thunder clouds rend the air.
Baffled our foe’s stand on the shore,
Follow they will not dare.

Though the waves leap, soft shall ye sleep,
Ocean’s a royal bed.
Rocked in the deep, Flora will keep
Watch by your weary head

Many’s the lad fought on that day,
Well the claymore could wield.
When the night came, silently lay
Dead on Culloden’s field.

Burned are our homes, exile and death,
Scatter the loyal men.
Yet, ere the sword cool in the sheath,
Charlie will come again.

sabato 14 aprile 2018

Sam Heughan: Artista dell'anno di SpoilerTv (II parte)

Seconda parte dell'articolo di SpoilerTV che incorona Sam Heughan miglior attore del 2017
Questa stagione è stata piena di momenti fondamentali. Ce n’è stato, ovviamente, uno intenso che tutti stavamo aspettando. Ma, ci sono stati molti altri momenti importanti prima e dopo di questo. Uno è accaduto in All Debts Paid (3x3), in cui Jamie incontra Lord John Grey (David Berry), ora adulto. L’introduzione di Lord Grey adulto è stato un grande momento per la storia. È una persona che avrà un ruolo importante nella vita di Jamie, perciò hanno dovuto centrare presto il punto di questi incontri per fissare il legame tra i personaggi. Heughan ha questa innata abilità di connettesti a qualcuno quasi istantaneamente. È una caratteristica che condivide con Jamie. Entrambi sono molto carismatici. Il fatto è che Jamie è descritto proprio così nei libri. Quello di cui il pubblico è testimone è il risultato di un casting perfetto e completo. Nell’animo, Sam Heughan è Jamie Fraser e Jamie Fraser è Sam Heughan.

Heughan e Berry hanno trovato subito un legame da buoni amici che hanno facilmente trasferito ai loro personaggi. Anche attraverso questi primi, tesi incontri, c’era un’energia tranquilla tra di loro. Nonostante Jamie fosse un prigioniero e John il governatore c’era tranquillità tra loro. Gli attori lo hanno interpretato perfettamente. C’è un momento nell’episodio in cui Jamie scappa e va sull’isola per vedere se c’era qualche verità nelle voci che aveva sentito riguardo al possibile ritorno di sua moglie. La voce è risultata falsa e Jamie è dovuto tornato. Bene, non era tenuto, la lo ha fatto per una ragione specifica. In seguito avrebbe continuato a dire che era perché i suoi uomini avevano bisogno di lui, ma c'era dell'altro oltre a quello.

Al suo ritorno cerca Lord Grey. Dopo un breve diverbio e una reminiscenza del loro primo incontro, Jamie ricorda a Lord Grey la promessa che aveva fatto quando era solo un ragazzo. Era la promessa di ucciderlo dopo il pagamento del debito che aveva nei confronti di Jamie. Dopo il pagamento del debito da parte del fratello di Lord Grey a Culloden, Jamie si inginocchia e si offre in sacrificio a Lord Grey. La recitazione in questo momento è stata splendida. Heughan ha mantenuto Jamie composto mentre allo stesso tempo mostrava un uomo che si sgretolava all’interno. Nonostante tutto il tempo che era passato il cuore di Jamie era ancora infiammato per la predita di Claire. L’esplorazione fallita dell’isola aveva riaperto ferite purulente. Era stato risparmiato sul campo di battaglia dal fratello di Lord Grey anche se la morte era il risultato per il quale pregava. Questa volta sperava che Lord Grey finalmente lo facesse fuori così il suo cuore avrebbe trovato di nuovo la pace. E ancora una volta mentre le parole dette da Heughan sono state pronunciate meravigliosamente, il momento di maggiore impatto è stato quello in cui non ha detto nulla. Con la spada di Lord Grey alla gola di Jamie, Heughan ha scelto di interpretare quel momento in una maniera che mostra Jamie in pace. Egli è pronto a far cessare il dolore nel suo petto. Poi, quando Lord Grey sceglie di non essere un “assassino di prigionieri disarmati” c’è uno sguardo di disappunto che trapassa Jamie. Heughan compie questa transizione dalla pace al tormento in un secondo spaccato ed è stridente, ma è così che il momento deve essere interpretato, il pubblico ha bisogno di sentirlo per ricevere il giusto impatto sulla scena e Heughan ha centrato il punto.

La storia di Jamie sarebbe proseguita portandolo in schiavitù presso Lord Dunsany (Rupert Vansittart) e la sua famiglia. Ed è mentre sta scontando la sua schiavitù che incontra Lady Geneva Dunsany (Hannah James). Mentre il loro incontro è stato interessante e una parte importante della storia di Jamie, è stata la recitazione di Heughan in Of Lost Things (3x4) con il giovane attore che interpreta suo figlio, William meglio conosciuto come Willie (Clark Butler) ad essere la più profonda. Heughan ha dato prova di essere un impeccabile compagno di scena per i suoi colleghi attori adulti e ha dimostrato di essere all’altezza anche con i coprotagonisti più giovani. Allo scopo di dargli una buona vita, un’eredità adeguata e il titolo che gli spetta per nascita, Jamie ha dovuto fare la difficile scelta di accettare la libertà che gli viene offerta e di lasciarsi suo figlio alle spalle. Fintantoché nessuno saprà che Jamie è suo padre, lui crede che Willie avrà una bella vita. Mentre Jamie si sta preparando a partire il giovane Willie va a trovare l’uomo che era arrivato a chiamare amico. Dopo un bellissimo momento tra i due Willie prega Jamie di battezzarlo. Jamie riluttante lo asseconda e Willie è battezzato come uno “schifoso papista”. Questa scena ha condensato molti sentimenti e molte emozioni. Durante quell’ora Heughan ha mostrato come Jamie fosse finalmente in pace trovandosi vicino a Willie per poi trovarsi di nuovo straziato quando deve lasciare il ragazzo. Questa scena ha consentito a Jamie un prezioso momento finale con suo figlio e quando lo ha battezzato e gli ha dato il nome “William James” c’era molto orgoglio nei suoi occhi. Non solo era nei suoi occhi ma Heughan ha recitato le battute di Jamie con un’incredibile quantità di gioia e orgoglio. È stato davvero un momento davvero bello in cui Heughan ha brillato e in cui ha fatto in modo che il suo giovane coprotagonista fosse altrettanto brillante.

Il cuore di Jamie si è frantumato in un milione di pezzi quando ha lasciato suo figlio alla fine dell’episodio. Mentre Jamie andava via a cavallo, Heughan teneva la mascella rigida mentre Jamie combatteva per tenere a freno le sue emozioni, sapeva che doveva andarsene ma non voleva. Il cuore di Jamie adesso ha due enormi buchi, uno per Claire e uno per Willie. Grazie alla recitazione magistrale di Heughan, c’è un momento straziante quando la mascella di Jamie si è allentata mentre forti emozioni minacciavano di distruggerlo. Prova a prendere un forte respiro di coraggio per tenere le sue emozioni sotto controllo mentre si allontana da suo figlio. È solo un breve momento, ma in esso Heughan ha mostrato cosa significa per un cuore rompersi, permettendo a Jamie un breve attimo prima di stringere la mascella di nuovo e impegnarsi affinché la sua uscita fosse davvero un meraviglioso momento di recitazione.
(Fine seconda parte)