martedì 25 luglio 2017

Il Panel di Outlander al Comic Con di San Diego

Se noi sassenachs non andiamo al Comic Con di San Diego...il Comic Con di San Diego viene da noi!
Eccovi l'intero panel con il cast (Sam Heughan, Caitriona Balfe, Tobias Menzies, Sophie Skelton, Richard Rankin), la crew (Ron Moore e Maril Davis) e Lei, l'autrice di Outlande, Diana Gabaldon sottotitolato in italiano

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE
 

Bees: Fratelli

Lei si sedette, discreta nell’ombra, La testa piegata, il silenzio sommesso del suo carboncino da disegno perso tra lo schiarire di gole, il fruscio degli abiti. Ma lei li guardava, a uno a due a tre, mentre si affacciavano sotto il tetto della tenda aperta e si avvicinavano al generale. Ciascuno si fermò a guardare il suo volto, calmo nella luce delle candele, e lei afferrò ciò che poteva delle correnti alla deriva che attraversavano i loro volti: ombre di cordoglio e dolore, occhi qualche volta scuri per il timore, vuoti per lo shock e la stanchezza.
Spesso, piangevano
William e John Cinnamon erano ai suoi fianchi, in piedi appena dietro, a entrambi i lati, silenziosi e rispettosi. L’attendente del Generale [ ] aveva offerto loro degli sgabelli, ma avevano cortesemente rifiutato, e lei trovava il loro forte portamento stranamente confortante
I soldati arrivarono per compagnia, le uniformi (in alcuni casi, solo il badge della milizia) che cambiavano. John Cinnamon spostava il suo perso di tanto in tanto, e a volte prendeva un profondo respiro o si schiariva la gola. William no.
Che stava facendo? Si chiese. Stava contando i soldati? Valutando le condizioni delle truppe americane? Erano trasandati; sporchi e scarmigliati, e nonostante il loro comportamento rispettoso,
Per la prima volta le venne in mente di chiedersi che motivo William avesse avuto per venire. Era stata così felice di incontrarlo che aveva accettato la sua affermazione che non avrebbe lasciato andare sua sorella da sola in un campo militare a prezzo dell’apparenza. Era vero, tuttavia? Da quel poco che aveva detto Lord John, sapeva che William aveva rinunciato al suo incarico nell’esercito – ma questo non significava che avesse cambiato lato. O che non avesse nessun interesse nello stato dell’assedio americano, o che non intendesse passare qualche informazione ottenuta durante la loro visita. Chiaramente conosceva ancora gente nell’esercito britannico.
La pelle delle sue spalle formicolò al pensiero, e voleva girarsi e guardarlo. Un momento di esitazione e fece proprio questo. La sua faccia era seria, ma lui la stava guardando.
“Tutto a posto?” chiese con un sussurro.
“Si.” disse, confortata dalla sua voce. “Mi stavo giusto chiedendo se stavi dormendo in piedi.”
“Non ancora.”
Sorrise, e aprì la bocca per dire qualcosa, scuse per aver tenuto fuori tutta la note lui e il suo amico. Lui la fermò con una piccola contrazione delle dita.
“È tutto a posto,” disse dolcemente. “Fa quello che sei venuta a fare. Staremo con te, e ti porteremo a casa al mattino. Dicevo sul serio; non ti lascerò sola.”

Traduzione di Iolanda

domenica 23 luglio 2017

Outlander S3 tra reunion, viaggi e morte

Jenna Dewan-Tatum ha presentato al Comic-con il panel con l’intero cast di Outlander composto da Caitriona Balfe, Sam Heughan, Tobias Menzies, Sophie Skelton, Richard Rankin, i produttori esecutivi Ron Moore e Maril Davis e l’autrice Diana Gabaldon.
Come tutti sapete questa è una stagione cruciale per lo show. È un libro di transizione per i nostri personaggi in molti modi,” spiega Moore. “Nella Stagione 3 si vedranno molte cose diverse. Ci sono molti racconti su Jamie e Claire nei 20 anni che passano separati."
La Stagione 3 porterà anche Jamie e Claire nelle Indie occidentali prima di approdare alla fine in North Carolina al termine della stagione – quindi questo è il motivo per cui il terzo libro nella serie di successo su cui è basato lo show si chiama Voyager.
È molto movimentata per Claire e Jamie, ma questo non significa che possiamo dimenticarci di Frank. La prima parte della stagione dedicherà molto temo a Claire e Frank nei 20 anni prima che Claire torni indietro in Scozia.
Andremo a scartare la vita di Claire e Frank a Boston, che nel libro è raccontata in un certo modo. La vedremo in tempo reale,” dice Menzies. “Gli autori ci hanno dato grandi cose da fare. Più vado avanti a interpretare Frank, più lui è un personaggio sorprendentemente complicato.”
L’attore ha anche promesso che i fans vedranno l’incontro finale tra Jamie e Black Jack Randall sul campo di battaglia di Culloden. Ha anticipato che sarà sorprendente per i fan e che non sarà come molti si aspettano.

Comunque, c’è una scena nella Stagione 3 per la quale i lettori del libro saranno particolarmente emozionati – la scena della tipografia dopo Claire e Jamie si riuniscono dopo 20 anni di separazione. I fan l’aspettano così tanto che la Balfe e Heughan erano molto consapevoli di quanto fosse importante.
"Prima di tutto abbiamo ricevuto un copione grandioso da Matt B. Roberts. Con qualunque di questi momenti, sai che saranno un grande ventaglio di momenti,” dice Balfe. “Ovviamente, è un grandissimo momento per Claire e Jamie trovarsi di nuovo. Questa è la cosa grande.”
Heughan ha sottolineato che è stato anche un grosso problema perchè lui e Balfe sono stati separati per la maggior parte della stagione, che è insolito per i due attori.
Siamo stati separati per la maggior parte della stagione. I personaggi hanno le loro vite. Passano attraverso tutte le emozioni del dolore e dell’accettazione,” dice, “Perche se questa persona torna indietro nella tua vita, queste persona tornare indietro nelle loro vite, potrebbe quasi rendere un uomo debole.”
Outlander torna di 10 settembre su Starz.

Traduzione di Iolanda
[x]

sabato 22 luglio 2017

Segreti dalla Premiere della Terza Stagione

Il cast di Outlander hanno preparato per ai loro fan un grandissimo regalo durante il panel del ComicCon di venerdì: un'anteprima della prima puntata della nuova stagione.

TVLine ha riassunto questa visione e vi racconta cosa dovete aspettarvi:

* L'episodio comincia sul campo di battaglia di Culloden, con corpi morti disseminati ovunque. Il grande scontro tra Jamie e Black Jack è "sorprendente" e potrebbe non essere "quello che le persone si aspettano", dice il protagonista Tobias Menzies.

* Claire e Jamie saranno "separati per un po' in questa stagione", ha confessato Sam Heughan. "Quindi i personaggi intraprendono la propria vita e attraversano tutte le fasi del dolore e dell'accettazione del perdere qualcuno che amano". Ronald D. Moore aggiunge: "C'è molta storia di Jamie e di Claire e dei 20 anni che hanno passato". Ma questo non significa che Sam Heughan e Caitriona Balfe non condivideranno una scena nell'apertura della stagione. Vi lasceremo con questa criptica frase.



* Nel frattempo, Claire e Frank stanno tentando di iniziare una nuova vita come una famiglia in tre in una nuova casa. Anche mesi dopo, l'interazione tra la coppia è ancora imbarazzante, poiché Claire non permetterà che il marito la tocchi. Quando la tensione infine diventa troppa, le cose si mettono male. Si dicono parole che non possono essere cancellate e un posacenere prende il volo. "Dobbiamo guardare la vita di Claire e Frank a Boston, cosa che viene raccontata in un certo modo nel libro", ha detto Menzies. "Vediamo com'è nella realtà".

* Quindi, a proposito di quella famosa scena della tipografia "Prima di tutto, avevamo un bellissimo copione scritto da Matthew Roberts", ha detto la Balfe. "Ovviamente, è un momento importantissimo per Claire e per Jamie che si trovano nuovamente."

Claire è ormai tornata nei tempi moderni, ma purtroppo non è cambiato molto per quanto riguarda gli atteggiamenti degli uomini riguardo al ruolo di una donna. Apparentemente, Claire dovrebbe essere soddisfatta solo della sua vita in quanto donna sposata e mamma e non dal lavorare in ambito medico.


* Stralcio del dialogo: "O mi spari o te ne vai", seguito alcuni momenti dopo da "voglio che mi spari".


Outlander S3 arriva al Comic-Con

Outlander proietta la premiere della stagione 3 al Comic-Con

Ci sono stati gemiti, sospiri, e più di qualche inaspettata risata.
Ma il suono più grande che è venuto fuori dalla Ballroom 20 al San Diego Comic-Con venerdì sono stati gli evviva cacofonici del fan dopo che hanno saputo che avrebbero avuto una prima esclusiva anticipazione alla premiere della stagione 3 di Outlander.
È stata la sorpresa più grande per la folla, anche se la moderatrice, la nota Jenna Dewan Tatum ha iniziato a suggerire abbastanza presto che qualcosa di speciale era previsto per i 90 minuti del panel. Dopo le domande al cast e le domande da parte del pubblico per solo 30 minuti Tatum ha annunciato tipo “il tempo è quasi terminato.” Questo è stato quando il produttore esecutivo Ronald D. Moore ha rivelato che avrebbero mandato sullo schermo la premiere di un’ora per la 4000 persone che gremivano la Ballroom 20, la seconda sala più grande al San Diego Convention Center.

Come inizialmente anticipato da Moore durante l’anticipazione esclusiva di EW a settembre, l’episodio comincia sul campo di Culloden con una molto preannunciata resa dei conti tra Jamie (Sam Heughan) e Black Jack Randal (Tobias Menzies) Durante la parte della domande e risposte, Menzies – che si è unito sul podio a Haughan, Caitriona Balfe (Claire), Sophie Skelpton (Brianna), Richard Rankin (Roger), il produttore esecutivo Moore e Maril Davis, a l’autrice Diana Gabaldon – ha annunciato che il confronto con Jamie “è davvero sorprendente. Forse non è completamente quello che la gente si aspetta, che è proprio quello che cerchiamo di fare.
Il primo episodio balza anche in avanti nella Boston del XX secolo, dove Claire torna alla sua vecchia vita e riprende il suo matrimonio con Frank Randall ora teso. Abituatevi al fatto che Jamie e Claire seguiranno due percorsi molto divergenti per ora, dice Heughan “Siamo stati separato per la maggior parte della stagione,” dice Heughan al pubblico. “I personaggi hanno le loro vite.” Aggiunge Balfe. “È stata una sfida interessante per questa stagione, provare a calcolare quanto il tempo pesi su una persona. Come vivi con il dolore?
Naturalmente, Tatum ha chiesto della scena della tipografia ma Balfe è ha esitato a dire troppo. “Abbiamo avuto un copione grandioso da Matt B. Roberts. Penso che con un tale ventaglio di grandi momenti, sarà davvero un tiro alla fune. Non si vuole dare più considerazione rispetto ad altro perciò si approccia come tutto il resto.
Dopo aver organizzato un piccolo gioco che ha dato ad alcuni dei membri del cast l’occasione di mettere in mostra le competenze in un ballo pazzo, Tatum chiede a Gabaldon se ha scritto un episodio per la stagione 3. “Ho scritto il libro” risponde l’autrice impassibile. “Penso che sia abbastanza.”
Starz ha rilasciato anche diverse immagini della stagione tre prima del panel
La stagione 3 di Outlander avrà inizio il 10 settembre su Starz.


Traduzione di Iolanda

giovedì 20 luglio 2017

L'enigmatica insegna di Malcolm il tipografo

Le prime immagini della tanto attesa tipografia della terza stagione di Outlander hanno acceso la curiosità di molti fan della serie; non solo per quanto riguarda l'incontro tra Jamie e Claire a cui farà da location, ma anche per delle piccole curiosità.
Al comic con di San Diego è stata appesa una riproduzione di quella insegna e in molti l'hanno fotografata...l'avete osservata bene?
E' piena di simboli e non solo.


Il primo che salta all'occhio è forse quello più grande: il simbolo massonico di squadra e compasso.
Per chi non lo sapesse, in Voyager, scopriremo insieme a Claire, che Jamie durante gli anni della separazione è entrato a contatto con la Massoneria entrandone a far parte. Ma questo non è l'unico simbolo massonico: stilizzato è possibile vedere anche il fiore d'acacia, il loro simbolo floreale.

Nella prosecuzione della saga si farà ancora riferimento ad essa e più volte l'appartenza a questo gruppo sarà molto utile per risolvere spinose questioni...


In alto a destra e sinistra possiamo invece vedere due simboli che indicano lo Stagno e il Piombo, due materiali importantissimi per la stampa dell'epoca; ma che a loro volta hanno anche un significato astronomico: Giove e Saturno nella parte alta e la Terra nella parte centrale.
Giove è sin dall'antichità il pianeta simbolo di fortuna ed espansione mentre sul lato opposto abbiamo Saturno, simbolo dell'inizio delle cose, delle vita: argomenti importanti per i massoni.
I due pianeti hanno anche un'interpretazione più generica che vede Giove, pianeta considerato caldo, annoverato tra gli 'astri buoni' mentre Saturno, considerato invece freddo, tra quelli 'cattivi'; quindi da questo punto di vista, nell'insegna, abbiamo l'ideale contrapposizione tra bene e male al cui centro si trova la terra (che si può vedere nella parte centrale in basso).

La spiegazione di questa simbologia si potrebbe ampliare parecchio se si inizia a pensare anche alla mitologia greca: Gea (la Terra) madre degli dei greci, era la madre di Crono (Saturno), padre di Zeus (Giove). Crono per timore di essere spodestato divorava i figli appena nati. Ma grazie all'aiuto di Gea, Zeus riuscì a cresce abbastanza per contrapporsi al padre e ad imprigionarlo.
Un'ulteriore interpretazione (suggerita da AliciaPadilla), più letteraria, vede in questi simboli il numero '24' e 'th' che in inglese, una volta uniti, indicano il ventiquattresimo... come il capitolo di Voyager in cui Jamie e Claire si riincontrano proprio nella tipografia.

Oltre a questi simboli, ce ne sono due, non molto visibili, ma che entrano nei nostri cuori di fan.
Osservate bene ai lati delle decorazioni che fiancheggiano la terra...notate nulla?
Proprio niente?
...sicuri?
Ci sono una J e una C. Proprio le iniziali dei nostri Jamie e Claire!


Un lavoro non da poco per i designer di Outlander, vero?
Complimentissimi a Jon Gary Steele per la creazione😍


E voi sassenachs, vedete altri simboli nascosti in questa insegna? E cosa rappresentano secondo voi?




- L'immagine dell'insegna utilizzata in questo post è di andeesings

Un Jamie diverso nella nuova foto di Outlander S3

Qualcuno ha bisogno di una seduta dal barbiere (e forse anche di un lungo bagno).
Quando lo show di Starz, Outlander tornerà quest'autunno, Jamie (Sam Heughan) è consumato dalla perdita dopo la sconfitta della battaglia di Culloden e della sua amata Claire (Caitriona Balfe) ritornata nel 20° secolo attraverso le pietre. EW ha ottenuto un'altra sbirciata esclusiva dell'inizio della stagione, quando un abbandonato Jamie si riunisce con il figlio adottivo Fergus (interpretato prima da Romann Berrux e successivamente da César Domboy).
"Non è sè stesso per sei episodi", spiega Heughan. "Non si aspettava di restare vivo. È andato in battaglia per morire. Deve intraprendere un lungo percorso per rendersi conto che è ancora vivo e deve trovare un equilibrio per rimanere tale e scoprire chi è senza Claire".
Fortunatamente, non dovrà rimanere solo per molto tempo. In una delle scene più attese della nuova stagione - basata sul terzo libro della serie di Diana Gabaldon, Voyager - Jamie e Claire si riuniscono con passione in una tipografia di Edimburgo dopo 20 anni di separazione. Scritta dal produttore esecutivo Matthew B. Roberts, la scena è così importante per i fan che il produttore Jon Gary Steele ha inserito qualche piccola chicca che sa di ricompensa. "Vogliamo che dicano, 'Oh mio Dio'. Vogliamo che la amino", dice. "Abbiamo nascosto qualcosa in quella che speriamo essere una sopresa una volta vista sullo schermo".
Oh, lo troveranno.

Stagione 3 di Outlander tornerà il 10 settembre su Starz.