sabato 19 agosto 2017

Bees: Giardini

Nessuno andava al Vecchio Giardino, come lo chiamava la famiglia. La gente del Ridge lo chiamava il Giardino del figlio della Strega, anche se non spesso quando ero a portata d’orecchio. Non ero sicura se “figlio della strega” era detto per riferirsi a Malva Christie stessa, o al suo bambino. Entrambi erano morti nel giardino, in mezzo al sangue e alla mia presenza. Lei aveva avuto non più di quindici anni.
Non avevo mai detto il nome ad alta voce, ma per me era il Giardino di Malva.
Per un periodo, non ero stata capace di andarci senza una sensazione di perdita e terribile dolore, ma ci andavo di tanto in tanto, Per ricordare. Per pregare, qualche volta. E francamente, se qualcuno dei presbiteriani di mentalità più ristretta del Ridge mi avesse vista in alcune di queste occasioni, parlare a voce alta con la morta o con Dio, sarebbe stato abbastanza sicuro di avere il nome giusto, ma la strega sbagliata.
Ma i boschi hanno la loro lenta magia e il giardino stava ritornando ad essi, guarendo sotto l’erba e il muschio, il sangue che si trasformava in una fioritura cremisi di uva turca, e il suo dolore che si dissolveva in pace.
Nonostante la trasformazione che avanzava, tuttavia, restavano alcuni residui del giardino e piccoli tesori sorgevano inaspettatamente; c’era una macchia di cipolle che fioriva ostinatamente in un angolo, una fitta crescita di consolida maggiore e di acetosella che combatteva con l’erba, e – con mia grande delizia – diversi cespugli fiorenti di arachidi, nati da semi sotterrati da lungo tempo.
Li avevo trovati la settimana prima, le foglie che cominciavano appena a ingiallire, e li avevo scavati. Li avevo appesi nell’ambulatorio per seccarli, colto le arachidi dal groviglio di sporco e radici, e arrostite, riempiendo la casa di ricordi di circhi e partite di baseball.
E stasera, pensavo, rovesciando le nocciole fredde nella mia vaschetta per i gusci, avremmo avuto panini con burro di arachidi e marmellata per cena.

Traduzione di Iolanda

giovedì 17 agosto 2017

Sophie e Richard, Brianna e Roger

I nuovi protagonisti di Outlander anticipano gli sviluppi nella relazione tra Bree e Roger nella terza stagione
 
Negli ultimi nove mesi, Entertainment Tonight ha sorpreso i fan con video esclusivi con le stars di Outlander durante le visite in Scozia sul set della terza stagione. (Chi non ha apprezzato Sam Heughan e Caitriona Balfe nel gioco del whisky?)
Ora ci siamo seduti con i protagonisti Sophie Skelton e Richard Rankin nel salotto dei Fraser a Lallybroch per un'anteprima approfondita di ciò che è accadrà nella relazione tra Bree e Roger nella stagione tre.
Dopo l'evidente chimica tra i loro personaggi che si notava già nella seconda stagione, la Skelton ha promesso che i fan vedranno "molto di più" della "relazione" di Brianna e Roger in questa nuova stagione.
"Enormi sviluppi", ha sottolineato Rankin. "Ci saranno enormi sviluppi". Rankin ha aggiunto che lui e la Skelton si preoccupano profondamente dei loro personaggi e che i due attori hanno parlato molto approfonditamene sulla base dei copioni.
"È ovviamente molto importante andare d'accordo ed essere sulla stessa lunghezza d'onda", ha detto. "Passiamo molto tempo insieme, parlaimo molto dei personaggi, parliamo molto del loro rapporto e dello sviluppo di questa relazione e penso che questo aiuti molto. Nove volte su dieci, Sophie non è d'accordo con quello che dico, ma ascolta".
La Skelton ha risposto: "Vediamo molto di più del rapporto tra Brianna e Roger che li avvicina e in egual modo li allontana. Quindi, anche se alcune scene vanno interpretate in un modo, ne abbiamo parlato e in realtà alcune di queste scene sono uscite un po' diverse da come ce le aspettavamo".

domenica 13 agosto 2017

Brian e Ellen: Bel bambino

“Trovami un punteruolo per lo zoccolo, figlio, vuoi?” Le sue dita stavano già facendo leva sulla pietra, ma la sua mente non voleva fissarsi –la parola “figlio” e la paura crebbe tra le sue costole. Forse avrebbe avuto un altro figlio oggi, che pensiero strano. O poteva essere un'altra figlia. O…
“il punteruolo Willie!” disse bruscamente, soffocando il pensiero prima che potesse prendere forma.
“Lo stai tenendo, Pa’,” disse Willie impaziente. Era seduto sulla staccionata, muovendo i talloni e guardando verso la casa di tanto in tanto. Brian lo aveva portato fuori nel recinto lontano perché da lì non si poteva sentire niente dalla casa, ma le piccole sopracciglia rosse di Willie si alzarono insieme – Dio proprio come quelle di Ellen, Oh Dio, ti prego…e la sua piccola faccia si strinse, come se stesse ascoltando intensamente.
“Oh”, Brian guardò distratto lo strumento nella sua mano, poi scosse la testa per schiarirsela, e liberò il ciottolo con una sola stoccata. “Conosci qualche canzone, Willie?”
Willie si concentrò ancora più intensamente per un attimo, ma poi inclinò la testa in un lato e nell’altro, e cominciò a cantare. Conosceva circa metà di “[ ],” il primo verso di “[ ],” – ripeté diverse volte mentre provava a pensare qualcos’altro, e a un tentativo molto decente del Kyrie dalla messa.
Brian lasciò andare il cavallo e fece scendere Willie dalla staccionata, insegnandogli il coro da “...Ho ro, mo nighean…” che coinvolgeva molti battiti di piedi e mani, anche se i loro zoccoli non fecero molto rumore sulla terra del recinto.
Questo tenne le loro menti lontano da quello che succedeva per un poco, ma quando si fermarono, senza fiato, Willie lo guardò è chiese lamentoso, “Non ceneremo per niente, Pa’?”
Lui si girò involontariamente a guardare la casa. Il camino della cucina si alzava alto e freddo, anche se c’era fumo dagli altri settori della casa, dal camino della loro camera di letto.
“Suppongo che Mrs. MacLaren sia impegnata ad aiutare la tua mamma,” disse, deglutendo un groppo alla parola “mamma.” Prese un profondo respiro e si preparò. “Andiamo, allora a bhailach, vediamo cosa c’è in dispensa.”
Willie era troppo grande per essere trasportato, ma Brian ebbe un improvviso forte impulso di sollevare suo figlio e tenerlo stretto, prendendo conforto dal solido calore del bambino.

di Diana Gabaldon
Traduzione di Iolanda

martedì 8 agosto 2017

Dietro le quinte di Outlander S3

Sul set con Outlander: dietro le quinte della stagione più sexy dello show

In ottobre, ho viaggiato in Scozia per visitare il set di Outlander – il dramma femminista di Starz sull’infermiera viaggiatrice nel tempo che si innamora di un Highlander del 18simo secolo. Ma questo lo sapete già, giusto? Probabilmente state soffrendo di droughtlander da un po’ di tempo e per anticipare la terza stagione dello show che è proprio dietro l’angolo (10 settembre, per essere precisi), vi portiamo sul set con noi partendo da questa cosa estremamente da sfigati - ma non mi vergogno di questo – di essere tornata indietro come un boomerang andando alle pietre per antonomasia. Che, cosa divertente, si trovano in uno stato solido quando non sono in uso.


Capelli, trucco, e costumi
Prima di tutto il magazzino costumi di Outlander è enorme. Stiamo parlando di enormi stanze multiple piene di abiti, scarpe fino a dove i vostri occhi possono guardare, enorme. Infatti il team della costume designer Terry Dresbach recentemente ha avviato un sistema digitale di inventario chiamato “Mother” per trovare tutto più facilmente. “Abbiamo così tanti vestiti che mettiamo un codice a barre,” dice Dresbach durante la mia visita. “tutto il nostro mondo è in un sistema computerizzato.”

La terza stagione è anche quella più impegnativa, dato che Outlander va sia nella Scozia del 18secolo che nella Boston degli anni ’60. “Stiamo recitando in due mondi completamente diversi e questo crea una sorta di processo schizofrenico per il nostro magazzino dato che rimbalziamo avanti e indietro tra i due,” dice Dresbach. Ma non aspettatevi moda a zampa d’elefante o alla Mad Men, perché Outlander fa le cose diversamente: “Questa è Boston. Questo è conservatore. Questa è gente reale. Ci stiamo sforzando di riflettere ciò come opposto a una versione delle cose che abbia uno stile molto accentuato.
Ovviamente, questo non significa che la squadra dei costumi stia prendendo delle scorciatoie. Il set di Outlander risplende di stilisti che scupolosamente trapuntano e cuciono materiali a nido d’ape. Gli abiti sono tinti a mano e invecchiati per sembrare usati. (“Vengono dipinti, verniciati, danneggiati. Facciamo di tutto”) Anche i gioielli sono artigianali.

Altre curiosità sui costumi? Il vestito principale di Claire del 18simo secolo aveva 12 doppioni; ci sono volute due settimane per trovare il tessuto lavorato a maglia di uno dei suoi vestiti perfetto per gli anni ’60; e, si – ho dato un’occhiata alle cicatrici in silicone che ricoprono la schiena di Jamie. Sono così fragili che le scene senza camicia o con la schiena scoperta devono essere girate prima di qualsiasi altra cosa.

Due verità e una bugia: stagione 3 di Outlander
I fan dei libri di Outlander sanno vagamente cosa succede nella stagione 3, ma dovreste aspettarvi sicuramente molti colpi di scena, giravolte e sorprese. Così naturalmente – quando mi sono confrontata con Caitriona Balfe, Sam Heughan e Tobias Menzies sul set – ho chiesto a loro di giocare a “Due verità e una bugia” a proposito dei loro personaggi nel dramma in arrivo. Psst: siamo completamente sconcertati dal fatto che una delle risposte di Caitriona è una bugia.

  
Immagine di meherabonner (IG)
Il set
Quando si arriva all’autenticità e all’attenzione per dettagli, Outlander è estremamente vero. In altre parole il valore della produzione è molto alto, e molta cura viene messa in quelle piccolissime cose alle quali non dedichereste mai un secondo pensiero. Un esempio? Il cibo utilizzato in Outlander è vero – non per parlare di quello dell’epoca. Ho sgranocchiato un delizioso piatto di tavolette (che veniva dritto da una scena con Jamie) mentre aspettavo per la mia intervista.
Ma la cosa più impressionante è che dato che la nuova stagione di Outlander si svolge a Boston, il team ha dovuto creare interamente un nuovo set. E la curiosità numero 1.000? Questo set è stato usato per la casa a Parigi di Claire e Jamie, ed è stato completamente rialzato grazie al fatto che il set originale di Parigi aveva un cortile nel livello più basso.
Parte di un set incredibile è incredibile materiale di scena e Outlander possiede un enorme magazzino con tutto quello che si può immaginare – dalle spade di gomma, a un’intera parete di scudi, a falsi morti usati per “creare mucchi di corpi morti per le battaglie.” (Posso dire con assoluta certezza che passeggiare a casaccio tra i falsi morti è la cosa più spaventosa). La squadra per il materiale di scena ha costruito anche i termosifoni adatti per le scene a Boston, e ha creato un torchio da stampa funzionante per la famosa Tipografia – che è lo stesso set usato per la farmacia.
Immagine di meherabonner (IG)
Oh, parlando di spade di gomma, ricordato quando quella di Jon Snow oscillava in Game of Thrones e divenne virale? Be’ questo non succede in Outlander. “Siamo molto molto precisi su cose come questa,” ci ha detto il produttore Matthew B. Roberts. “E ne ho sentito parlare (della spada di Jon Snow). Non che ci sia rivalità tra noi…ma non vedo come la spada di Jamie possa essere di gomma!
Altra notizia, qui ho un fucile di scena... perchè si, hanno anche questi.


Il cast di Outlander gioca a “Preferiresti: edizione femminista”
Dal momento che le celebrità che giocano a “Preferiresti” sono tante e il femminismo è ancora più grande, abbiamo combinato le due cose e abbiamo chiesto a Caitriona e Sam di partecipare. Guardate per scoprire 1) Se preferirebbero ridurre il divario contributivo di genere o far smettere di parlare Donald Trump, 2) Se vorrebbero guardare Broad City o Girls in un ciclo perenne e 3) Se preferirebbero fare un selfie body positive con Kim Jardashian o essere parte del feminist book club di Emma Watson. E simpatico avviso di spoiler: hanno dato la stessa risposta a 2 domande su 3.


Traduzione di Iolanda
[x]

lunedì 7 agosto 2017

Sam Heughan, Jamie e i cuori infranti

Sam Heughan, protagonista di Outlander si è fermato nella nostra sala HFPA al Comic-Con per chiacchierare sulla nuova stagione dello show nominato ai Golden Globe e siamo rimasti tutti un po' delusi per il fatto che non si sia presentato con un meraviglioso kilt. La conversazione, tuttavia, è stata molto romantica in un certo senso, dal momento che la stagione 3 includerà un gran numero di scene emotive e un amore disperato.
Heughan ammette che i cuori degli spettatori saranno infranti: "Stiamo facendo uno spettacolo su una storia d'amore e non siamo insieme per lungo tempo. Ma (l'autrice) Diana (Gabaldon) ha scritto questi libri e Voyager, il terzo, è sicuramente il mio preferito. Ed è così triste, Jamie ha rimandato Claire nel futuro con il loro bambino e sta per morire o crede di star per morire e quando sopravvive, deve intraprendere questo viaggio per trovare una ragione per vivere e avere uno scopo nella vita. E ci sono molti addii anche in questa stagione, diciamo addio alla Scozia e a molti del nostro cast, cosa per noi molto emozionante da girare".

 

domenica 6 agosto 2017

60 secondi con Caitriona Balfe

Intervista di 60 secondi con la modella diventata attrice, Caitriona Balfe

Outlander è sbarcato anche su Amazon. Sei entusiasta che finalmente sia arrivato su un canale che raggiunga molte più persone?
È fantastico. È uno spettacolo molto scozzese e la Scozia è un personaggio molto importante - è parte integrante della nostra storia.


Devi usare il senso dell'umorismo per affrontare le scene di sesso?
La prima serie è stata la prima volta che faccio qualcosa di simile in TV e credo che essere 'nuova' abbia aiutato. Ma era importante per la storia e mi piace che si racconti il più possibile da un punto di vista femminile. È interessante che in quel tempo ci sia una donna sessualmente libera. Ma il fatto in sè è sempre imbarazzante e ci sono tante persone nella stanza che poi devi continuare a guardare in faccia. Ma un po' ridacchi comunque.


Molti dei tuoi amici e i tuoi genitori hanno visto Outlander?
Penso che per alcuni membri della mia famiglia sia meglio di no! Mia mamma l'ha vista. Non parliamo solo di quelle parti [le scene del sesso]. Ci sono alcuni episodi che ho detto a mio padre di guardare. Non credo che voglia vedere gli altri - e sicuramente non lo voglio io.


Eri preparata all'enorme successo negli Stati Uniti?
Non ne avevo idea. Non sapevo della serie di libri. Non avevo mai fatto TV quindi avevo zero aspettative. Ero così contenta di aver avuto la parte e che avrei registrato in Gran Bretagna così da poter tornare in questo lato del mondo.


Hai un grande gruppo di fan. Ti hanno mai inseguita per strada?
No, fortunatamente. Sam [Heughan, il co-protagonista] ha tutta la schiera di inseguitori!


Sam non aveva ottenuto grandi ruoli prima, quindi lo state facendo insieme ...
Abbastanza. Siamo uno la spalla dell'altra ed è fantastico avere qualcuno con cui confidarsi e condividere un'esperienza simile, qualcuno che sa esattamente cosa stai passando.


Ti è mancato Sam durante le riprese?
Una sana pausa l'uno dall'altra a volte è una buona cosa! Siamo grandi amici e ci vediamo ogni tanto, ma lui ha la sua vita ed io la mia.


C'è una grande speculazione sul fatto che siate una coppia. Come lo gestisci?
Non c'è niente da gestire. Non siamo e abbiamo sempre detto che non stiamo insieme. È bello che i fan credano nella storia, ma non è la realtà. Se si tratta di una speculazione innocua, va bene, ma a volte le persone si fanno prendere un po' la mano e possono diventare aggressive verso le persone che sono nella nostra vita - è allora che attraversano la linea. Ma è raro e in questo settore hai bisogno di avere la pelle dura.


Interpreti un'infermiera della Seconda Guerra Mondiale nello spettacolo. Sei a tuo agio con il sangue nella vita reale?
Quando so che è finto, sto bene. Trovo tutte quelle cose molto interessante. Per la preparazione ci hanno dato i manualetti della Seconda Guerra Mondiale dell'esercito britannico che sono stati dati agli infermieri e ho imparato a conoscere le diverse bende e le fratture sul campo. Nella terza stagione c'è un'operazione al fegato e avevo un chirurgo come consulente e un infermiere chirurgico che mi dicevano come usare gli strumenti. È affascinante.


Quale dei tuoi colleghi ti ha più colpito?
Tanti - Simon Callow, Bill Paterson, Frances de la Tour, Dominique Pinon - abbiamo avuto delle fantastiche guest stars. Entri nell'ambito lavorativo molto rapidamente, ma c'è sempre quel momento in cui dici 'oh mio Dio!' Simon è un incredibile narratore.


C'è un passaggio naturale dall'essere una modella alla recitazione, anche Cara Delevingne l'ha fatto?
Suppongo che sia comunque una performance in un modo o nell'altro. Alcune hanno fatto veramente successo, come Charlize Theron e Andie MacDowell. Ma il recitare era quello che avrei sempre voluto fare, ho semplicemente seguito la carriera nella moda per caso e ci sono rimasta più a lungo del previsto. Ho amato i miei anni come modella - ho viaggiato per il mondo e ho coosciuto amici incredibili. Ma mi sento molto fortunata per essere approdata alla recitazione.


Cosa ora dopo Outlander?
Spero che lo spettacolo continui il più a lungo possibile. Sono stata fortunata a fare un grande film l'anno scorso [Monster Money] e spero di poter avere una carriera interessante. Sto scrivendo uno script che mi piacerebbe dirigere e mi piacerebbe fare qualcosa con Sharon Horgan - è un genio.


[x]

venerdì 4 agosto 2017

Bees: Sfumature

Bree prese un profondo respiro, assaporando la momentanea solitudine. C’era un forte tocco d’autunno nell’aria, anche se il sole era luminoso attraverso la finestra, e un unico bombo tardivo ronzava lentamente, ruotando intorno ai deludenti fiori di cera e volando fuori di nuovo.
Presto sarebbe stato inverno, sulle montagne. Sentì una fitta di desiderio per le alte rocce e il profumo pulito dell’abete balsamico, la neve e il fango, l’odore caldo e opprimente del capanno degli animali. Molto di più, per i suoi genitori, per la sensazione della sua famiglia intorno a lei. Mossa da un impulso, girò la pagina del suo album da disegno e provò a catturare una vista del viso di suo padre - giusto un tratto o due di profilo, il naso lungo e dritto e le sopracciglia grandi. E la piccola linea curva che suggeriva il suo sorriso, nascosto nell’angolo della bocca.
Era abbastanza per ora. Con la confortante sensazione della sua presenza vicino a lei, aprì la scatola dove teneva i piccoli tubi di grafite e le piccole ciotole di pigmenti macinati a mano, e compose la sua semplice tavolozza. Bianco, un tocco di nerofumo e una macchia di robbia rosa. Un attimo di esitazione, e aggiunge una piccola linea di giallo limone, e una macchia di blu cobalto.
Con il colore nelle ombre nella mente, andò verso la piccola collezione di tele appoggiata al muro, e
“Questo è il problema,” mormorò. “Forse…”. La luce. Lo aveva fatto con una sorgente di luce immaginaria, che veniva da destra, così da mettere in rilievo la mascella delicata. Ma quello che non aveva pensato di immaginare era che tipo di luce fosse. Le ombre gettate dalla luce del mattino talvolta avevano una leggera sfumatura verde, mentre quelle di metà giornata erano scure, un leggero marrone del colore naturale della pelle, e le ombre del pomeriggio erano blu e grigie e talvolta di un intenso lavanda. Ma che ora del giorno era appropriata per il misterioso [ ]?
Le sue riflessioni furono interrotte dal suono della risata di Angelina e da passi nel corridoio. La voce di un uomo, divertita – Mr Brumby mentre stava uscendo.
“Ah, Mrs MacKenzie. Una buona mattinata a voi, ma’am.” Alfred Brumby si fermò sulla porta d’ingresso, sorridendole. Angelina stava aggrappata al suo braccio, sorridendogli e spargendo polvere Bianca sulla manica del suo complete verde bottiglia, ma lui sembrava non accorgersene. “E come sta procedendo il lavoro, se posso chiedere?”
Fu abbastanza cortese da sembrare come se stesse veramente domandando il permesso di chiedere, piuttosto che domandare un resoconto dei progressi.
 “Molto bene, sir,” disse Bree, e fece un passo indietro, gesticolando, in modo che lui potesse entrare e vedere gli schizzi della testa che aveva fatto finora, disposti a ventaglio sul tavolo. La testa completa di Angelina e il collo da diverse angolazioni, una vista ravvicinata della linea dei capelli, di lato e di fronte, piccoli dettagli assortiti dei riccioli, ondulati e brillanti.
“Bello, bello!” esclamò. Si chinò su di loro, prendendo un monocolo dalla tasca e usandolo per esaminare i disegni. “Ti ha catturata perfettamente – mia cara – una cosa che non credevo fosse possibile senza usare i ceppi, confesso.”

Traduzione di Iolanda

mercoledì 2 agosto 2017

Bees: Sistemazioni Scomode

La piccola struttura di legno nella quale il tenente li scortò poteva essere stata originariamente una stia per galline, pensó Brianna, chinandosi sotto il sottile architrave. Qualcuno aveva vissuto li; c’erano due rozzi giacigli con coperte sul pavimento, uno sgabello che sosteneva una brocca di ceramica scheggiata e macchiata e un catino, e un vaso da notte di latta smaltata.
“Chiedo scusa, ma’am”, disse il tenente per la dodicesima volta. “Ma la metà delle nostre tende sono volate via e gli uomini stanno tenendo giù il resto.” Tenne su la sua lanterna, guardando dubbioso le macchie scure che si diffondevano sui bordi del muro. “Non sembra fare troppa acqua, ancora."
“Va benissimo,” lo rassicurò Brianna, mettendosi lontano così che i suoi due grandi cavalieri potessero stringersi dietro di lei. Con quattro persone dentro il capanno, non c’era letteralmente spazio per girarsi, per non parlare di stendersi, e lei strinse la sua scatola da disegno sotto il mantello, non volendo che fosse calpestata.
“Vi siamo obbligati Tenente.” William stava piegato quasi a due sotto il basso soffitto, ma fece un cenno in direzione di Hanson. “Cibo?”
“Immediatamente, sir” lo rassicuró il tenente. “Mi dispiace che non ci sia fuoco, ma almeno sarete al riparo dalla pioggia. Buona notte, Mrs MacKenzie - e grazie ancora.”
Si divincolò oltre la massa di John Cinnamon, e scomparve nella notte tempestosa, stringendosi il cappello in testa.
“Prendi quello,” Disse William a Brianna, accennando con il mento al letto a sacco più lontano dalla parete che faceva acqua… Cinnamon e io prenderemo l’altro a turno.”
Era troppo stanca per discutere con lui. Mise giù la sua scatola da disegno, scosse la coperta e quando non uscirono cimici, pidocchi o ragni si sedette, sedendosi come un burattino i cui fili erano stati appena tagliati.
Chiuse gli occhi, sentendo William e John Cinnamon mettersi d’accordo sui loro spostamenti, ma lasciando che le voci basse scorressero su di lei come il vento e la pioggia fuori. Immagini si affollavano dietro i suoi occhi, l’erba calpestata sul sentiero lungo il fiume, le facce sospettose delle sentinelle britanniche, la luce sempre cambiata sul volto dell’uomo morto, suo fratello che scuoteva il mento nello stesso modo in cui suo – il loro – padre faceva…striature scure di acqua e striature bianche di escrementi di pollo sulle tavole argentate nella luce della lanterna…luce…sembravano migliaia di anni da quando stava guardando il sole del mattino brillare di rosa attraverso le piccole dolci orecchie di Angelina Brumby…
Aprì gli occhi nel buio, sentendo una mano sulla sua spalla.
“Non addormentarti prima di mangiare qualcosa,” disse William, con tono divertito. “Ho promesso di sfamarti, non mi piacerebbe non mantenere la parola.”
“Cibo?” Scosse la testa, sbattendo gli occhi. Un bagliore improvviso crebbe dietro a William, e lei vide il grande indiano sistemare un piattino d’argilla per il fuoco vicino al tizzone di candela che aveva appena acceso. Inclinò la candela sul fondo del vaso da notte capovolto, poi la incollò nella cera sciolta, tenendola fino a che la cera non si fu indurita.
“Mi dispiace, avrei dovuto prima chiedere se volevate urinare,” disse Cinnamon, guardandola in tono di scuse. “Solo che non c’era altro posto dove mettere la candela.”

Traduzione di Iolanda

Brianna e Roger, l'altra coppia di Outlander

La relazione tra la figlia dei Frasers, Brianna (Sophie Skelton) e Roger Wakefield (Richard Rankin) evolverà nella terza stagione dello show. TV Guide ha parlato con i due giovani attori sul come si sviluppa la loro relazione e abbiamo un consiglio per i fan di Outlander: siate pazienti.
"Brianna e Roger, non comunicano molto bene anche se, da un certo punto di vista, sono le uniche persone al mondo che si capiscono", dice la Skelton. "c'è questa sorta di bellissima esasperazione. Vorresti solo che si sedessero, si dicessero cosa provano l'uno per l'altra e portino avanti il rapporto in quel modo".

Nonostante l'aspetto frustrante del rapporto, non c'è dubbio che questi due piccioncini si hanno a cuore a vicenda e le circostanze, estremamente uniche, contribuiscono ad alimentare questo legame unico.
"Non credo che per la metà del tempo sappiano a che punto sono o quello che sta succedendo. È tutta questa ricerca di Jamie," sottolinea Rankin. "Sviluppano un vero e proprio bisogno l'uno dell'altra sopra ogni altra cosa. Sarà emozionante veder evolvere la loro relazione".


 

martedì 1 agosto 2017

Outlander S3 da Settembre su FoxLife

Finalmente la tanto attesa data di messa in onda italiana della terza stagione di Outlander è stata resa nota:  
il 29 settembre alle ore 21 
la prima puntata della nostra serie preferita sbarcherà su
 FoxLife

domenica 30 luglio 2017

Outlander al TCA 2017

6 cose che abbiamo imparato sulla nuova stagione di Outlander al TCA

Di seguito spoiler dalla terza stagione di Outlander.

Cominciando dall’inizio: Si, Claire e Jamie si riuniranno nella terza stagione di Outlander di Starz, ma non prima che Jamie affronti in una finale, epica battaglia il malvagio Black Jack Randall. Come hanno spiegato il creatore della serie Ronald D. Moore e il cast di Outlander alla conferenza stampa alla Television Critics Association di venerdì, i fans dovranno aspettare un poco fino a che gli sposini Fraser si rivedano ancora.
Il grande regalo di fare una serie come questa è che passi il tempo a conoscere veramente il tuo personaggio e a esplorarne i diversi elementi,” ha detto al panel TCA la star Caitriona Balfe, che interpreta Claire Randall Fraser. “Questa stagione in particolare, è davvero interessante riuscire a dar vita a questa donna oltre un certo periodo di tempo".
La Balfe dice che il destino del suo personaggio è particolarmente interessante dato il finale in sospeso della passata stagione, che ha mandato Claire indietro nel dopoguerra, separata dal Jamie Fraser di Sam Heughan immediatamente prima della fatale Battaglia di Culloden. “Come questo cambia il modo in cui interagiscono con le persone nella loro vita, con ogni cosa?” ha detto. “Ho amato poter rappresentare questo aspetto.”
Di seguito, i momenti salienti del panel TCA sulla terza stagione di Outlander, che partirà Domenica, 10 settembre.


Black Jack Randall avrà un commiato adeguato

 Tobias Menzies interpreta sia lo storico Frank Randall che il suo nefasto antenato Jonathan “Black Jack”Randall – o almeno lo farà fino all’inizio della terza stagione. “Credo che sia una trama difficile da legare,” ha ammesso Menzies, dicendo che Black Jack e Jamie “si incontrano sul campo di battaglia di Culloden” e che la morte è stata filmata “quasi in flashback ed è un’allucinazione di Jamie mentre ricorda frammenti di questo incontro.” Ha aggiunto, “È la fine adatta a una quasi-storia d’amore.”

Claire e Jamie non si riuniranno immediatamente.
Gli sposini saranno separati per quello che Moore ha definito “il giusto periodo di tempo.” Come ha spiegato al panel, è “abbastanza (tempo) per costruire un bisogno, un desiderio nel pubblico di riportare Claire e Jamie insieme in modo che spingessero veramente per questo e fossero emozionati, ma non è stato trascinato a lungo".
Ma quanto lungo esattamente? Dopo venti anni di separazione, Claire e Jamie si riuniranno nel quinto episodio della terza stagione. “Sembrava giusto dargli un po’ di tempo e un po’ di spazio,” ha spiegato Moore. “Non si vuole sfiorarlo e passarci sopra come se nulla fosse accaduto".
Non aspettatevi sorprese dai Randall…non ancora.
Moore ha riconosciuto che “l’albero genealogico della famiglia Randall è molto ampio” ma questo non significa che dovremmo aspettarci di vedere altri membri della famiglia in qualsiasi momento. “Non ci sono piani per questo,” ha detto Moore. “Tobias è stato parte di uno spettacolo chiave fin dall’inizio ed è difficile immaginare che non voglia essere parte di questo andando avanti. Mai dire mai. Potrebbero esserci vari flashback. Dobbiamo fare uno show sui viaggi nel tempo […] non abbiamo niente sul tavolo.”


Lo show non andrà oltre i libri, come Game of Thrones 

Moore ha detto che lo show non potrà mai raggiungere il materiale d’origine, perché la scrittrice Diana Gabaldon è molto prolifica. “Lei ci racconterà la fine della storia,” ha spiegato. (Gabaldon al momento sta scrivendo il nono libro di Outlander e la stagione tre copre solo gli eventi di Voyager, il terzo libro della serie.). In altre parole, i fans dovrebbero aspettarsi che lo show resti in giro per molto molto tempo. Il produttore esecutivo Maril Davis dice che rimarranno finché Starz li manterrà.

Girare su una nave non è stato divertente
Parte di questa terza stagione è ambientata in Jamaica, che ha significato abbandonare il set in Scozia per acque inesplorate – in particolare, le navi usate in un’altra serie Starz, Black Sails. Heughan e Davies ammettono di aver avuto un po’ di nausea, e Balfe ha detto che si è sentita male quando ha annusato il materiale per il vomito che è stato preparato per una particolare scena in mare.


I nuovi membri del cast sanno che Outlander ama le scene di sesso. 

Sophie Skelton, che interpreta il ruolo della figlia di Jamie e Claire, Brianna, ha detto che il suo personaggio ha un “rapporto molto diverso” con il suo innamorato, Roger (Richard Rankin) da quella che ci aspettiamo dallo show. “Sono entrambi una specie di smanettoni e hanno questa goffa esitazione nella relazione, perciò non si può dire che siano i più sexy.
Tra Roger e Bree, c’è sempre un tira e molla,” aggiunge la Skelton. “Sono testardi, in modo molto differente. Usano l’un l’altro come sacchi da colpire.

Traduzione di Iolanda
[x]

sabato 29 luglio 2017

Nuovo video e nuove scene da Outlander S3

Outlander: il nuovo filmato della Stagione 3 mostra la sfida di Claire e Jamie per riunirsi durante ‘episodi incredibilmente romantici’.

La storia d’amore sfortunata di Claire e Jamie ingrana alla grande in Outlander.
Nel video appena rilasciato che mostra un nuovo filmato dalla anticipatissima (e molto romantica) terza stazione, la ex coppia cerca disperatamente un modo per tornare l’uno dall’altra, anche se entrambi vivono in secoli diversi e il tempo passa.
Quando vediamo Claire alla fine del 1968, ha appena saputo che Jamie non è morto a Culloden,” dice Caitriona Balfe nel video rilasciato venerdì. “Ma lei non sa nulla di quello che lui ha fatto da allora.
Tagliamo su Jamie (Sam Heughan) che si sta riprendendo dalla sua esperienza quasi fatale sul campo di battaglia, dove ha un’allucinazione in cui vede Claire.
Quando Jamie sopravvive alla Battaglia di Culloden, ha un grande senso di perdita perché si aspettava di morire,” dice Heughan.
È chiaro che il tempo non guarisce tutte le ferite.
Vediamo Claire negli anni ’40 che ha perso l’amore della sua vita e ha perso se stessa. Vediamo come sopravvive e come si ricostruisce una vita dopo di questo. La vediamo negli anni ’50 e ’60,” dice Balfe. “Ma per vent’anni, nessuno entra nella sua vita in una maniera che si avvicini a quella di Jamie.”
Jamie si nasconde per molti anni a Lallybroch, ancora attaccato a Claire. La vede ancora nelle ombre. Ci vogliono la sua famiglia, sua sorella (Jenny) e anche Fergus per ricordargli per cosa vivere,” dice Heughan. “L’amore della sua vita è sostanzialmente morto per lui e come vieni a patti con la perdita della persona che è il tuo mondo?
Tuttavia ci vuole un po’ di tempo prima che i due incrocino di nuovo le loro strade. Dopo tutto devono capire come tornare di nuovo nello stesso secolo.
Jamie e Claire hanno sempre avuto questo amore l’uno per l’altra,” dice Heughan, con Balfe che gli fa eco su quanto i fan di Outlander lo hanno saputo fin dall’inizio. “Questa è una coppia che dura tutta la vita.”


Traduzione di Iolanda
[x]

martedì 25 luglio 2017

Il Panel di Outlander al Comic Con di San Diego

Se noi sassenachs non andiamo al Comic Con di San Diego...il Comic Con di San Diego viene da noi!
Eccovi l'intero panel con il cast (Sam Heughan, Caitriona Balfe, Tobias Menzies, Sophie Skelton, Richard Rankin), la crew (Ron Moore e Maril Davis) e Lei, l'autrice di Outlande, Diana Gabaldon sottotitolato in italiano

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE
 

Bees: Fratelli

Lei si sedette, discreta nell’ombra, La testa piegata, il silenzio sommesso del suo carboncino da disegno perso tra lo schiarire di gole, il fruscio degli abiti. Ma lei li guardava, a uno a due a tre, mentre si affacciavano sotto il tetto della tenda aperta e si avvicinavano al generale. Ciascuno si fermò a guardare il suo volto, calmo nella luce delle candele, e lei afferrò ciò che poteva delle correnti alla deriva che attraversavano i loro volti: ombre di cordoglio e dolore, occhi qualche volta scuri per il timore, vuoti per lo shock e la stanchezza.
Spesso, piangevano
William e John Cinnamon erano ai suoi fianchi, in piedi appena dietro, a entrambi i lati, silenziosi e rispettosi. L’attendente del Generale [ ] aveva offerto loro degli sgabelli, ma avevano cortesemente rifiutato, e lei trovava il loro forte portamento stranamente confortante
I soldati arrivarono per compagnia, le uniformi (in alcuni casi, solo il badge della milizia) che cambiavano. John Cinnamon spostava il suo perso di tanto in tanto, e a volte prendeva un profondo respiro o si schiariva la gola. William no.
Che stava facendo? Si chiese. Stava contando i soldati? Valutando le condizioni delle truppe americane? Erano trasandati; sporchi e scarmigliati, e nonostante il loro comportamento rispettoso,
Per la prima volta le venne in mente di chiedersi che motivo William avesse avuto per venire. Era stata così felice di incontrarlo che aveva accettato la sua affermazione che non avrebbe lasciato andare sua sorella da sola in un campo militare a prezzo dell’apparenza. Era vero, tuttavia? Da quel poco che aveva detto Lord John, sapeva che William aveva rinunciato al suo incarico nell’esercito – ma questo non significava che avesse cambiato lato. O che non avesse nessun interesse nello stato dell’assedio americano, o che non intendesse passare qualche informazione ottenuta durante la loro visita. Chiaramente conosceva ancora gente nell’esercito britannico.
La pelle delle sue spalle formicolò al pensiero, e voleva girarsi e guardarlo. Un momento di esitazione e fece proprio questo. La sua faccia era seria, ma lui la stava guardando.
“Tutto a posto?” chiese con un sussurro.
“Si.” disse, confortata dalla sua voce. “Mi stavo giusto chiedendo se stavi dormendo in piedi.”
“Non ancora.”
Sorrise, e aprì la bocca per dire qualcosa, scuse per aver tenuto fuori tutta la note lui e il suo amico. Lui la fermò con una piccola contrazione delle dita.
“È tutto a posto,” disse dolcemente. “Fa quello che sei venuta a fare. Staremo con te, e ti porteremo a casa al mattino. Dicevo sul serio; non ti lascerò sola.”

Traduzione di Iolanda

domenica 23 luglio 2017

Outlander S3 tra reunion, viaggi e morte

Jenna Dewan-Tatum ha presentato al Comic-con il panel con l’intero cast di Outlander composto da Caitriona Balfe, Sam Heughan, Tobias Menzies, Sophie Skelton, Richard Rankin, i produttori esecutivi Ron Moore e Maril Davis e l’autrice Diana Gabaldon.
Come tutti sapete questa è una stagione cruciale per lo show. È un libro di transizione per i nostri personaggi in molti modi,” spiega Moore. “Nella Stagione 3 si vedranno molte cose diverse. Ci sono molti racconti su Jamie e Claire nei 20 anni che passano separati."
La Stagione 3 porterà anche Jamie e Claire nelle Indie occidentali prima di approdare alla fine in North Carolina al termine della stagione – quindi questo è il motivo per cui il terzo libro nella serie di successo su cui è basato lo show si chiama Voyager.
È molto movimentata per Claire e Jamie, ma questo non significa che possiamo dimenticarci di Frank. La prima parte della stagione dedicherà molto temo a Claire e Frank nei 20 anni prima che Claire torni indietro in Scozia.
Andremo a scartare la vita di Claire e Frank a Boston, che nel libro è raccontata in un certo modo. La vedremo in tempo reale,” dice Menzies. “Gli autori ci hanno dato grandi cose da fare. Più vado avanti a interpretare Frank, più lui è un personaggio sorprendentemente complicato.”
L’attore ha anche promesso che i fans vedranno l’incontro finale tra Jamie e Black Jack Randall sul campo di battaglia di Culloden. Ha anticipato che sarà sorprendente per i fan e che non sarà come molti si aspettano.

Comunque, c’è una scena nella Stagione 3 per la quale i lettori del libro saranno particolarmente emozionati – la scena della tipografia dopo Claire e Jamie si riuniscono dopo 20 anni di separazione. I fan l’aspettano così tanto che la Balfe e Heughan erano molto consapevoli di quanto fosse importante.
"Prima di tutto abbiamo ricevuto un copione grandioso da Matt B. Roberts. Con qualunque di questi momenti, sai che saranno un grande ventaglio di momenti,” dice Balfe. “Ovviamente, è un grandissimo momento per Claire e Jamie trovarsi di nuovo. Questa è la cosa grande.”
Heughan ha sottolineato che è stato anche un grosso problema perchè lui e Balfe sono stati separati per la maggior parte della stagione, che è insolito per i due attori.
Siamo stati separati per la maggior parte della stagione. I personaggi hanno le loro vite. Passano attraverso tutte le emozioni del dolore e dell’accettazione,” dice, “Perche se questa persona torna indietro nella tua vita, queste persona tornare indietro nelle loro vite, potrebbe quasi rendere un uomo debole.”
Outlander torna di 10 settembre su Starz.

Traduzione di Iolanda
[x]

sabato 22 luglio 2017

Segreti dalla Premiere della Terza Stagione

Il cast di Outlander hanno preparato per ai loro fan un grandissimo regalo durante il panel del ComicCon di venerdì: un'anteprima della prima puntata della nuova stagione.

TVLine ha riassunto questa visione e vi racconta cosa dovete aspettarvi:

* L'episodio comincia sul campo di battaglia di Culloden, con corpi morti disseminati ovunque. Il grande scontro tra Jamie e Black Jack è "sorprendente" e potrebbe non essere "quello che le persone si aspettano", dice il protagonista Tobias Menzies.

* Claire e Jamie saranno "separati per un po' in questa stagione", ha confessato Sam Heughan. "Quindi i personaggi intraprendono la propria vita e attraversano tutte le fasi del dolore e dell'accettazione del perdere qualcuno che amano". Ronald D. Moore aggiunge: "C'è molta storia di Jamie e di Claire e dei 20 anni che hanno passato". Ma questo non significa che Sam Heughan e Caitriona Balfe non condivideranno una scena nell'apertura della stagione. Vi lasceremo con questa criptica frase.



* Nel frattempo, Claire e Frank stanno tentando di iniziare una nuova vita come una famiglia in tre in una nuova casa. Anche mesi dopo, l'interazione tra la coppia è ancora imbarazzante, poiché Claire non permetterà che il marito la tocchi. Quando la tensione infine diventa troppa, le cose si mettono male. Si dicono parole che non possono essere cancellate e un posacenere prende il volo. "Dobbiamo guardare la vita di Claire e Frank a Boston, cosa che viene raccontata in un certo modo nel libro", ha detto Menzies. "Vediamo com'è nella realtà".

* Quindi, a proposito di quella famosa scena della tipografia "Prima di tutto, avevamo un bellissimo copione scritto da Matthew Roberts", ha detto la Balfe. "Ovviamente, è un momento importantissimo per Claire e per Jamie che si trovano nuovamente."

Claire è ormai tornata nei tempi moderni, ma purtroppo non è cambiato molto per quanto riguarda gli atteggiamenti degli uomini riguardo al ruolo di una donna. Apparentemente, Claire dovrebbe essere soddisfatta solo della sua vita in quanto donna sposata e mamma e non dal lavorare in ambito medico.


* Stralcio del dialogo: "O mi spari o te ne vai", seguito alcuni momenti dopo da "voglio che mi spari".


Outlander S3 arriva al Comic-Con

Outlander proietta la premiere della stagione 3 al Comic-Con

Ci sono stati gemiti, sospiri, e più di qualche inaspettata risata.
Ma il suono più grande che è venuto fuori dalla Ballroom 20 al San Diego Comic-Con venerdì sono stati gli evviva cacofonici del fan dopo che hanno saputo che avrebbero avuto una prima esclusiva anticipazione alla premiere della stagione 3 di Outlander.
È stata la sorpresa più grande per la folla, anche se la moderatrice, la nota Jenna Dewan Tatum ha iniziato a suggerire abbastanza presto che qualcosa di speciale era previsto per i 90 minuti del panel. Dopo le domande al cast e le domande da parte del pubblico per solo 30 minuti Tatum ha annunciato tipo “il tempo è quasi terminato.” Questo è stato quando il produttore esecutivo Ronald D. Moore ha rivelato che avrebbero mandato sullo schermo la premiere di un’ora per la 4000 persone che gremivano la Ballroom 20, la seconda sala più grande al San Diego Convention Center.

Come inizialmente anticipato da Moore durante l’anticipazione esclusiva di EW a settembre, l’episodio comincia sul campo di Culloden con una molto preannunciata resa dei conti tra Jamie (Sam Heughan) e Black Jack Randal (Tobias Menzies) Durante la parte della domande e risposte, Menzies – che si è unito sul podio a Haughan, Caitriona Balfe (Claire), Sophie Skelpton (Brianna), Richard Rankin (Roger), il produttore esecutivo Moore e Maril Davis, a l’autrice Diana Gabaldon – ha annunciato che il confronto con Jamie “è davvero sorprendente. Forse non è completamente quello che la gente si aspetta, che è proprio quello che cerchiamo di fare.
Il primo episodio balza anche in avanti nella Boston del XX secolo, dove Claire torna alla sua vecchia vita e riprende il suo matrimonio con Frank Randall ora teso. Abituatevi al fatto che Jamie e Claire seguiranno due percorsi molto divergenti per ora, dice Heughan “Siamo stati separato per la maggior parte della stagione,” dice Heughan al pubblico. “I personaggi hanno le loro vite.” Aggiunge Balfe. “È stata una sfida interessante per questa stagione, provare a calcolare quanto il tempo pesi su una persona. Come vivi con il dolore?
Naturalmente, Tatum ha chiesto della scena della tipografia ma Balfe è ha esitato a dire troppo. “Abbiamo avuto un copione grandioso da Matt B. Roberts. Penso che con un tale ventaglio di grandi momenti, sarà davvero un tiro alla fune. Non si vuole dare più considerazione rispetto ad altro perciò si approccia come tutto il resto.
Dopo aver organizzato un piccolo gioco che ha dato ad alcuni dei membri del cast l’occasione di mettere in mostra le competenze in un ballo pazzo, Tatum chiede a Gabaldon se ha scritto un episodio per la stagione 3. “Ho scritto il libro” risponde l’autrice impassibile. “Penso che sia abbastanza.”
Starz ha rilasciato anche diverse immagini della stagione tre prima del panel
La stagione 3 di Outlander avrà inizio il 10 settembre su Starz.


Traduzione di Iolanda

giovedì 20 luglio 2017

L'enigmatica insegna di Malcolm il tipografo

Le prime immagini della tanto attesa tipografia della terza stagione di Outlander hanno acceso la curiosità di molti fan della serie; non solo per quanto riguarda l'incontro tra Jamie e Claire a cui farà da location, ma anche per delle piccole curiosità.
Al comic con di San Diego è stata appesa una riproduzione di quella insegna e in molti l'hanno fotografata...l'avete osservata bene?
E' piena di simboli e non solo.


Il primo che salta all'occhio è forse quello più grande: il simbolo massonico di squadra e compasso.
Per chi non lo sapesse, in Voyager, scopriremo insieme a Claire, che Jamie durante gli anni della separazione è entrato a contatto con la Massoneria entrandone a far parte. Ma questo non è l'unico simbolo massonico: stilizzato è possibile vedere anche il fiore d'acacia, il loro simbolo floreale.

Nella prosecuzione della saga si farà ancora riferimento ad essa e più volte l'appartenza a questo gruppo sarà molto utile per risolvere spinose questioni...


In alto a destra e sinistra possiamo invece vedere due simboli che indicano lo Stagno e il Piombo, due materiali importantissimi per la stampa dell'epoca; ma che a loro volta hanno anche un significato astronomico: Giove e Saturno nella parte alta e la Terra nella parte centrale.
Giove è sin dall'antichità il pianeta simbolo di fortuna ed espansione mentre sul lato opposto abbiamo Saturno, simbolo dell'inizio delle cose, delle vita: argomenti importanti per i massoni.
I due pianeti hanno anche un'interpretazione più generica che vede Giove, pianeta considerato caldo, annoverato tra gli 'astri buoni' mentre Saturno, considerato invece freddo, tra quelli 'cattivi'; quindi da questo punto di vista, nell'insegna, abbiamo l'ideale contrapposizione tra bene e male al cui centro si trova la terra (che si può vedere nella parte centrale in basso).

La spiegazione di questa simbologia si potrebbe ampliare parecchio se si inizia a pensare anche alla mitologia greca: Gea (la Terra) madre degli dei greci, era la madre di Crono (Saturno), padre di Zeus (Giove). Crono per timore di essere spodestato divorava i figli appena nati. Ma grazie all'aiuto di Gea, Zeus riuscì a cresce abbastanza per contrapporsi al padre e ad imprigionarlo.
Un'ulteriore interpretazione (suggerita da AliciaPadilla), più letteraria, vede in questi simboli il numero '24' e 'th' che in inglese, una volta uniti, indicano il ventiquattresimo... come il capitolo di Voyager in cui Jamie e Claire si riincontrano proprio nella tipografia.

Oltre a questi simboli, ce ne sono due, non molto visibili, ma che entrano nei nostri cuori di fan.
Osservate bene ai lati delle decorazioni che fiancheggiano la terra...notate nulla?
Proprio niente?
...sicuri?
Ci sono una J e una C. Proprio le iniziali dei nostri Jamie e Claire!


Un lavoro non da poco per i designer di Outlander, vero?
Complimentissimi a Jon Gary Steele per la creazione😍


E voi sassenachs, vedete altri simboli nascosti in questa insegna? E cosa rappresentano secondo voi?




- L'immagine dell'insegna utilizzata in questo post è di andeesings

Un Jamie diverso nella nuova foto di Outlander S3

Qualcuno ha bisogno di una seduta dal barbiere (e forse anche di un lungo bagno).
Quando lo show di Starz, Outlander tornerà quest'autunno, Jamie (Sam Heughan) è consumato dalla perdita dopo la sconfitta della battaglia di Culloden e della sua amata Claire (Caitriona Balfe) ritornata nel 20° secolo attraverso le pietre. EW ha ottenuto un'altra sbirciata esclusiva dell'inizio della stagione, quando un abbandonato Jamie si riunisce con il figlio adottivo Fergus (interpretato prima da Romann Berrux e successivamente da César Domboy).
"Non è sè stesso per sei episodi", spiega Heughan. "Non si aspettava di restare vivo. È andato in battaglia per morire. Deve intraprendere un lungo percorso per rendersi conto che è ancora vivo e deve trovare un equilibrio per rimanere tale e scoprire chi è senza Claire".
Fortunatamente, non dovrà rimanere solo per molto tempo. In una delle scene più attese della nuova stagione - basata sul terzo libro della serie di Diana Gabaldon, Voyager - Jamie e Claire si riuniscono con passione in una tipografia di Edimburgo dopo 20 anni di separazione. Scritta dal produttore esecutivo Matthew B. Roberts, la scena è così importante per i fan che il produttore Jon Gary Steele ha inserito qualche piccola chicca che sa di ricompensa. "Vogliamo che dicano, 'Oh mio Dio'. Vogliamo che la amino", dice. "Abbiamo nascosto qualcosa in quella che speriamo essere una sopresa una volta vista sullo schermo".
Oh, lo troveranno.

Stagione 3 di Outlander tornerà il 10 settembre su Starz.

mercoledì 19 luglio 2017

Outlander trailer S3 al microscopio

Il trailer della terza stagione di Outlander: un analisi approfondita.

Si, questo è un trailer soddisfacente! Sono passati più di due mesi da quando STARZ ha rilasciato il primo teaser della stagione 3 di Outlander, e ragazzi è valsa la pena aspettare!  A differenza dell’ultima che mostrava molte immagini da sogno di Jamie (Sam Heughan) che accarezzava la flora della sua patria e Claire (Caitriona Balfe) che corre attraverso l’ospedale come in una scena di Grey’sAnatomy, la sua è pesante – con molti momenti strazianti che coinvolgono la nostra eroina nel futuro. E questa volta, c’è un chiaro perdente: povere Frank, che comincia con un “andrà tutto bene” prima di capire che la sua moglie del XX secolo ha lasciato il cuore nella Scozia del XVIII secolo.
Diamo un’occhiata più da vicino ad alcune delle coinvolgenti immagini dal trailer, rilasciato appena in tempo per l’apparizione molto attesa del cast al San Diego Comic-Con questo venerdì.

Guardate il modo in cui Claire bacia Frank in questo momento del XX secolo dalla premiere della stagione 3! C’è così tanto amore e desiderio dietro quel bacio. Frank avrà l’opportunità di una nuova vita con la sua amata? Purtroppo i fan del libro conoscono la riposta
Hey voi! È tempo per Tobias di avere il suo momento manzo! Mangiati il cuore, Heughan
“Perdi tempo a sognare”. Chiaramente Frank non si riferisce alla sua figlia adottiva, Brianna (Sophie Skelton). Piuttosto vorrebbe che sparisse il ricordo di un certo sexy Highlander. E buona fortuna, amico!
Guardate Claire che stringe la sua Pall Mall mentre cerca di evitare l’uomo che ovviamente con le porta nessun piacere. Sembra felice come Julianne Moore mentre recitava una casalinga suicida in The Hourse – e per questo, io voglio dire BRAVA, Balfe!
Ad essere franchi (senza intendere nessun gioco di parole), ero preoccupata di quanto (o quanto poco) vedremo Bree e Roger (Richard Rankin) in questa nuova stagione. Questo abbraccio sensuale allevia completamente la mia pena e mi fa sperare che vedremo l’inizio di una storia d’amore molto appassionata in questa stagione.

Dannazione sei a casa. Dove sei stato, amico? Oh, giusto – prigoniero
Bene, bene – chi è questa tentatrice? Ovviamente, è Ginevra, la piccola sgualdrina che è fidanzata con Lord Ellesmere e ha bisogno di fare pratica delle sue capacità amatorie con Jamie.
Siamo stati così presi nell’immaginare la scena della tipografia e come la produzione la riutilizzato le navi da Black Sails che abbiamo parlato a malapena di Wil Johnson, ossia JoeAbernathy, un collega di ospedale che diventa amico di Claire nella Boston del XX secolo. Non vediamo l’ora di vedere Claire diventare un chirurgo mentre prende forma un platonico, ma non meno soddisfacente, legame con il suo amico Joe.

Traduzione di Iolanda




Outlander - Season 3 Trailer [Sub Ita] di Outlander_World

Finalmente il trailer di Outlander S3

Buone notizie: Outlander è tornato. 
Notizie negative: Claire e Jamie sono più lontani che mai...di secoli, nello specifico.
Nel ventesimo secolo, Claire ha allevato la figlia di Jamie con Frank, mentre desiderava tornare da lui nel passato. 
Claire troverà un modo per tornare indietro?
Jamie sopravviverà finché non lo farà?
Qualche spettacolo ha mai prodotto dei costumi migliori?
Outlander ritorna il 10 settembre su Starz...
[x]

 Versione corta del trailer sottotitolata in italiano

venerdì 14 luglio 2017

Bees: Degustazione

Ruppi un piccolo pezzo di pane, e ci spalmai con attenzione un sottile strato di pallido miele, e lo porsi a Jamie.
“Assaggia questo. Non così!” Dissi, vedendolo in procinto di divorare il boccone. Si bloccò, il pane per metà in bocca.
“Come devo assaggiarlo, se non lo metto in bocca?” Chiese con circospezione. “Hai pensato a qualche nuovo metodo di ingestione?” Sollevò il boccone fino al naso e annusò con cautela.
“Lentamente. Devi sentirne il sapore,” aggiunsi in tono di rimprovero. “È speciale.”
“Oh.” Chiuse gli occhi e inspirò profondamente. “Be’, ha un profumo raffinato e leggero.” Sollevò le sopracciglia, gli occhi ancora chiusi. “E un bel bouquet, di sicuro…giglio della valle, zucchero bruciato, qualcosa di leggermente aspro, forse…” Si accigliò per la concentrazione, poi aprì gli occhi e mi guardò “Escrementi di api?”
Feci per agguantare il pane, ma lui lo tirò via, se lo infilò in bocca, chiuse gli occhi di nuovo e assunse un’espressone di rapimento mentre masticava.
“Guarda se ti darò mai più miele di ossidendro!” dissi.
Deglutì, e si leccò le labbra pensieroso.
“Ossidendro. Non è quello che hai dato la scorsa settimana Bobby Higgins per farlo andare di corpo?”
“Quelle erano le foglie.” Agitai un barattolo alto sul ripiano centrale. “Sarah Ferguson dice che il miele di ossidendro è tremendamente buono e tremendamente raro, e che la gente di Salem e Cross Creek ti darà un piccolo prosciutto per un barattolo.”
“Davvero?” Guardò il barattolo del miele con maggiore rispetto. “Ed è prodotto dalla tue piccole api, è così?
“Si, ma gli alberi di ossidendro fioriscono solo per sei settimane, e io ho solo un alveare. Questo il motivo per cui è così…”
Un fragore di piedi che entravano nel portico e il botto della porta d’ingresso mi sovrastarono, e l’aria si riempì di voci eccitate di bambini che urlavano, “Nonno!”..”Grand-pere.:!” “…Maighister..!
Jamie sporse la testa nel corridoio.
“Cosa?” disse e i piedi che correvano ebbero una battuta d’arresto, tra esclamazioni e respiri affannosi, in mezzo ai quali colsi una parola: ‘Giubbe rosse!?'

Traduzione di Iolanda