martedì 17 ottobre 2017

Caitriona Balfe vista dai fans

Perché Caitriona Balfe, protagonista di Outlander, è la nostra eroina della TV.
I fan dell'attrice di Outlander spiegano perché Caitriona le ispira, sia sullo schermo che fuori.


Caitriona Balfe si è cucita molto bene addosso il ruolo di Claire Randall Fraser di Outlander, incantando sia i fan che i critici e accaparrandosi diverse nomination a varie premiazioni.
La modella di Victoria's Secret diventata attrice viene acclamata sia sullo schermo che fuori, ma cosa la rende così speciale?
Lo abbiamo chiesto ai fan: diteci perché Caitriona è la vostra eroina televisiva.

Ecco cosa hanno detto di lei:

Caitriona Balfe porta alla vita un personaggio iconico del libro, Claire Randall Fraser. Rappresenta allo spettatore tutto ciò che è Claire: forza, intelligenza, passione, coraggio e compassione. È un compito difficile per qualsiasi attore, ma Caitriona riesce a ritrarre tutti gli aspetti di Claire (Kristen McTeague)


Caitriona è un'ispirazione per tutte le donne! Oltre alle sue straordinarie performance nei panni di Claire Fraser, alza la voce per quello in cui crede. Il talento di Caitriona e la rappresentazione della pionieristica Claire, anche se ambientata nel passato, ha risonanza sui movimenti femminili odierni. Claire una volta ha detto: "Non sono un tipo dolce ed obbediente", e credo che sia la citazione perfetta per spiegare perché Caitriona è la nostra eroina televisiva (Megan Hardman)

Caitriona Balfe è una delle migliori attrici attualmente sullo schermo. Amo il suo approccio incredibilmente riflessivo al personaggio. Non interpreta Claire, la incarna. Durante la promozione di questa terza stagione di Outlander, Caitriona ha inviato un messaggio così forte e come hanno detto gli altri, lei è un modello fantastico, proprio come Claire.
Ho anche avuto il piacere di incontrare Caitriona in un paio di occasioni, le ho detto quanto la sua performance in "Faith" mi abbia colpita e aiutata e lei non avrebbe potuto essere più attenta e genuina. È bella dentro tanto quanto lo è fuori. Con Outlander e oltre, ha in me una fan. Team Claire! (Laura Edmonston)


Caitriona ha un grande talento e studia i soggetti prima di portarli alla vita per comprenderne i sentimenti nell'episodio. È un grande modello per chiunque, con un duro lavoro è possibile raggiungere tutto ciò che vuoi! Caitriona è sempre molto gentile con i suoi fan e fa un lavoro impressionante ed importante con il World Child Cancer. Caitriona è il mio modello. (Anna Heikkinen)

Caitriona ha avuto due carriere di grande successo. È un esempio meraviglioso di essere umano forte e deciso. Si sente a suo agio nella propria pelle. Parla e sostiene quello in cui crede. Ha un grande cuore e si preoccupa per gli altri. Non spreca la sua fama. La usa come strumento per aiutare gli altri. Caitriona non è la tipica starlet. Ha sostanza, bellezza e cervello. È il pacchetto completo. (Meg Holley Mills)


Caitriona Balfe non è solo un'attrice incredibilmente talentuosa, che mi sta ispirando a livello personale. E' una super lavoratrice in un campo in cui si viene esaminati costantemente, usa la sua visibilità e fama per sostenere le cause per cui si preoccupa e sostiene sempre i suoi amici. (JoAnn Ellero)

Caitriona è più di un'eroina televisiva, è un'ispirazione per la vita reale. Ha portato alla vita sui nostri schermi un personaggio immaginario molto amato, con una profonda comprensione della donna forte, eroica e compassionevole ritratta nei libri. La sua interpretazione è stata ammirata e lodata sia dai fans che dai critici.
E' un avvocato per i diritti umani, ed è un'attiva sostenitrice dell'associazione per la lotta contro il cancro infantile, World Child Cancer. Quando si incontra Caitriona ci si sente immediatamente a proprio agio. E' gentile, amichevole e interessata a ciò che vuoi dire. Un vero e proprio modello di oggi. (Anne Papworth)


[x]

domenica 15 ottobre 2017

Incontri

[In cui Jamie dopo essere stato portato via in maniera sommaria da Helwater (dove si trova come prigioniero di guerra sulla parola) e portato a Londra, è tenuto in una grande casa senza che gli venga detto perché. Qui viene portato davanti al Duca di Pardloe, che gli sembra familiare…per buone ragioni, anche se sono passati molti anni da quando Lord Melton gli ha risparmiato la vita a Culloden]
Pardloe si alzò dalla scrivania e, con un movimento della spalla, lo invitò verso un paio di sedie ad ala vicino al camino, muovendosi in direzione di una. Jamie si abbassò con cautela sul damasco di righe rosa, ma la sedia era robusta e reggeva il suo peso senza scricchiolare.
Il duca si giro in direzione della porta aperta verso la libreria e urlò, “Pilcock! Dove diavolo sei?”
Tuttavia non furono un domestico o il maggiordomo che apparvero. La donna il cui volto lui aveva intravisto nel corridoio al piano di sotto entrò, con le gonne che frusciavano. Guardò meglio il viso di lei e pensò che il suo cuore potesse fermarsi.
“Pilcock è occupato,”, disse al duca. “Cosa vuoi?” Era visibilmente più vecchia ma ancora carina, con un leggero rossore sulle guance.
 “Occupato? A fare cosa?”
“L’ho mandato all’attico,” replicò la donna in maniera composta. “Se stai per spedire il povero John in Irlanda, avrà bisogno di un baule almeno.” Diede a Jamie la più breve delle occhiate prima che il suo sguardo si posasse sul duca, e Jamie vide un bel sopracciglio inarcarsi in maniera interrogativa.
Gesù. Sono sposati, allora, pensò vedendo la comunicazione istantanea nel gesto e la smorfia di assenso del duca. È sua moglie. La carta da parati stampata di verde dietro il duca improvvisamente cominciò sfarfallare, e i bordi delle sue mascelle divennero freddi Con un remoto senso di shock, si rese conto che stava per svenire.
Il duca pronunciò un’esclamazione e la donna si girò verso di lui. Macchie brillavano e crescevano spesse davanti ai suoi occhi, ma non abbastanza spesse da non riuscire a vedere l’espressione suo viso. Spavento – e allarme.
“State bene, Mr. Fraser’?” La voce calma del duca penetrò attraverso il ronzio nelle sue orecchie, e sentì una mano sul retro del collo, che spingeva la sua testa in basso. “Mettete la testa tra le ginocchia. Minnie, mia cara -”
 “Ce l’ho. Qui.” La voce della donna era senza fiato, e lui sentì il tintinnio del vetro, e il caldo profumo del brandy.
“Non questo, non ancora. La mia tabacchiera – è sul caminetto.” Il duca lo stava tenendo per le spalle, realizzò, sostenendolo per non farlo cadere. Il sangue gli stava lentamente tornando alla testa, ma la sua vista era ancora scura e la faccia e le dita fredde.
Gli arrivò il suono di passi leggeri – l’udito era sempre l’ultimo senso ad andarsene, pensò in maniera confusa – che producevano un suono secco sul parquet, attutito dal tappeto, una pausa, poi tornavano rapidamente indietro. Un mormorio insistente del duca, un altro colpo, un piccolo, leggero pop! e un’ondata pungente di ammoniaca salire nel suo naso.
Rimase senza fiato e sobbalzò, tentando di allontanarsi, ma una mano ferma teneva la sua testa, obbligandolo a respirare, poi finalmente lo lasciò andare permettendogli di mettersi a sedere dritto, tossendo e farfugliando, gli occhi che lacrimavano così tanto che a malapena riusciva a distinguere la figura della donna che si muoveva sopra di lui, la fiala dei sali profumati in mano.
“Pover’uomo,” disse. “Dovete essere mezzo morto per il viaggio e affamato, oltretutto – l’ora del tea è passata e scommetto che non mangiate un boccone da ore. Davvero, Hal -”
“Ho mandato a prendere del cibo. Lo stavo appunto chiedendo di nuovo quando è diventato bianco ed è crollato,” protestò il duca, indignato.
“Be’, vai e chiama Cook, allora,” ordinò sua moglie. “Io darò a Mr…” Si girò verso Jamie, in attesa.
“Fraser,” riuscì a dire Jamie, asciugandosi il viso grondante con la manica. “James Fraser.” Il nome gli parve strano sulle labbra; non lo aveva pronunciato per anni.
“Si, certamente. Darò a Mr. Fraser del brandy. Dì a Cook che vogliamo panini e torta e una teiera di tea caldo forte, e che lo vogliamo velocemente.”
Il duca disse qualcosa di volgare in francese, ma andò. La donna aveva un coppa di brandy pronta e gliela portò alle labbra. Lui la prese, tuttavia, e la guardò sopra il bordo.
Il leggero rossore se n’era andato dalle sue guance. Era pallida, e le labbra gentili erano strette in una linea torva.
“Per il bene della causa che una volta abbiamo condiviso,” disse molto silenziosamente, “Vi prego, non dite niente. Non ancora.”

giovedì 12 ottobre 2017

Nuova immagine della tipografia

Una temporanea droughtlander ci ha fatto franare la terra sotto i piedi - il prossimo episodio dello show di Starz andrà in onda solo il 22 ottobre - ma EW ha dato una sbirciata esclusiva alla reunion molto attesa di Claire (Caitriona Balfe) e Jamie (Sam Heughan).
Abbiamo chiesto al produttore esecutivo Matthew B. Roberts di anticiparci qualcosa della scena che andremo a vedere, che include una chicca del progettista Jon Gary Steele (speriamo la troviate!) e un qualcosa riferito a Roberts per dire che è stato lui a scrivere l'episodio . (Spiacenti, dovrete aspettare l'episodio per scoprire di cosa si tratta.)

Come hanno affrontato la scena Caitriona Balfe e Sam Heughan?
Penso che abbiano trovato dei piccoli momenti della realtà di essere stati separati per 20 anni. Questo è ciò che l'ha reso così speciale; non importa quante riprese abbiamo fatto, ogni ciack era molto speciale. Questa è una cosa difficile quando entri nella fase dell'editing. Quale scena filmata si vuole utilizzare? A volte si ha solo una scelta. Ma in questo caso ne abbiamo un po'. Abbiamo registrato gli episodi 5 e 6 nello stesso momento.

Erano vere macchine tipografiche quelle presenti nella tipografia di Jamie?
Sì, lo sono! Abbiamo due macchine da stampa funzionanti che abbiamo costruito appositamente per lo spettacolo. I caratteri in metallo funzionano sul serio. Sam Heughan li stava davvero usando davanti alla telecamera.

Perché hai deciso di fare l'episodio 6 più lungo degli altri?
Volevamo lasciar respirare questo episodio, perchè fosse speciale. E abbiamo sentito quanto fosse importante per loro riconnettersi. Guarda tutto ciò che è successo ai nostri personaggi nei primi cinque episodi. È stata una battaglia emotiva. Avevamo bisogno che tornassero insieme e facessero un respiro profondo per riscoprire un po' l'uno dell'altra prima di ributtarli nel trambusto di ciò che sta per succedere nella seconda metà della stagione. Un episodio extra non fa male.

Pensieri notturni

[The Scottish prisoner è ambientato nel periodo di Jamie a Helwater, e tratta gli eventi successi dopo la nascita di William, quando il fratello di Lord John Hal fa condurre temporaneamente Jamie a Londra per tradurre un misterioso documento scritto in Gaelico. Ma ovviamente, questo è solo l’inizio...Questa scena si svolge ad Argus House, la casa londinese di Hal, e Lord John è in piedi molto tardi, essendo stato occupato con le sue ricerche.]
Con pensieri di orde di selvaggi mondi fatati, boschi neri, e il vagito di corni da caccia che risuonavano al sopraggiungere della notte, John prese la sua candela e andò a letto, fermandosi a spegnere i candelieri da parete accesi che erano stati lasciati bruciare per lui nel corridoio. Uno dei bambini si era svegliato prima per un mal di stomaco o un incubo, ma la nursery ora era tranquilla. Non c’erano luci nel corridoio del secondo piano, ma si fermò, sentendo un suono. Un debole rumore di passi attraverso la parte lontana del corridoio, e una porta che si apriva, diffondendo la luce di una candela. Vide di sfuggita Minnie, pallida in una larga mussolina bianca, che attraversava la porta in direzione delle braccia di Hal, e sentì il sussurro della voce di Hal.
Non volendo che lo vedessero, corse velocemente per le scale verso il piano successivo, per nascondere la sua candela, e rimase lì nel buio per un momento, per dare loro il tempo di ritirarsi.
Uno dei bambini doveva essere malato di nuovo. Non riusciva a pensare a cos’altro Minnie stesse facendo a una tale ora. Non era in grado di capire cose stesse dicendo Hal, ma pensò di aver colto le parole, “Lui ha...?”
Ascoltò con attenzione; la nursery notturna era un piano più in alto, ma non sentì nessun grido, nessun movimento nella pacifica oscurità. Né c’era alcun rumore dal piano di sotto. Evidentemente, tutta la casa era avvolta nel sonno – tranne lui.
Gli piaceva abbastanza la sensazione di solitudine, come questa, lui da solo che non riusciva a prendere sonno, signore del mondo addormentato.
Non proprio il signore del mondo addormentato. Un breve, chiaro grido fendette il buio, e lui sobbalzò come se avesse avuto una puntina da disegno infilzata nella gamba.
Il grido non si era ripetuto ma non era venuto dalla nursery di sopra. Era venuto sicuramente dal fondo del corridoio alla sua sinistra, dove si trovavano le stanze degli ospiti. E, per quanto ne sapeva, nessun altro dormiva alla fine del corridoio, tranne Jamie Fraser. Camminando molto silenziosamente, si avviò verso la porta di Fraser.
Poteva sentire il respiro pesante, come di un uomo che si risvegliava da un incubo. Doveva entrare? No, non devi, pensò immediatamente. Se è sveglio, è già libero dal sogno.
Si stava girando per tornare lentamente verso le scale, quando sentì la voce di Fraser.
“Se solo potessi mettere la mia testa sul tuo grembo, ragazza,” la voce di Fraser arrivava bassa attraverso la porta. “Sentire la tua mano su di me, e dormire con il tuo odore su di me.”
La bocca di Grey era secca, i suoi arti gelidi. Non avrebbe dovuto sentire ciò, era pervaso dalla vergogna di ascoltare, ma non osava muoversi per paura di fare rumore.
Vi fu un fruscio, come di un grande corpo che si girava violentemente nel letto, e poi un rumore attutito – un rantolo, un singhiozzo? – e silenzio. Restò ancora fermo, ascoltando il suo cuore, al ticchettio dell’orologio comtoise nella sala di sotto, al suono distante della casa, sistemata per la notte. Un minuto, contando i secondi. Due. Tre, e alzò un piede, facendo silenziosamente un passo indietro. Un altro passo, e poi sentì un mormorio finale, un sussurro così soffocato che solo l’acutezza della sua attenzione gli portò le parole.
“Cristo, Sassenach, ho bisogno di te.”
In quel momento avrebbe venduto la sua anima per essere capace di offrirgli conforto. Ma non c’era conforto che lui potesse dare, e scese silenziosamente le scale, mancando l’ultimo scalino nel buio e cadendo pesantemente.
(x)

L'iconica reunion prende vita

"È una lettera d'amore per i fan", la produttrice esecutiva Maril Davis racconta a THR come è stato creare la reunion di Claire e Jamie, attesa da molti anni.

**Attenzione: questo post contiene alcuni spoiler della quinta puntata di Outlander, 'Freedom and Whisky'**

E' stato un ricongiungimento lungo 20 anni e Outlander finalmente ha portato alla vita il momento più iconico di Voyager.
Ci sono voluti cinque episodi dello spettacolo Starz perchè Claire (Caitriona Balfe) riattraversasse le pietre per trovare Jamie (Sam Heughan) ed è valsa la pena aspettare. I momenti finali di "Freedom and Whisky" hanno mostrato ai fans l'inizio della scena della tipografia dove Jamie sviene nel vedere Claire per la prima volta da quando l'aveva lasciato per tornare nel futuro prima della battaglia di Culloden, ed è stato un momento tratto direttamente dalle pagine del romanzo di Diana Gabaldon. Ma è accaduto veramente molto nell'ora precedente a questa lunga ed attesa riunione.
L'episodio si è svolto principalmente nel periodo storico di Claire, dopo che lei e Brianna (Sophie Skelton) sono tornate a Boston e dopo aver abbandonato la speranza di ritrovare Jamie. Bree ha lottato per tornare alla vita di tutti i giorni e dopo alcuni insuccessi scolastici, ha deciso di abbandonare Harvard e di lasciare la casa paterna in cui vive con Claire, dando vita ad un serio litigio tra le due.
Roger (Richard Rankin) ha scelto proprio quel difficile momento per fare una sorpresa alle donne Randall in America, dato che ha finalmente trovato la prova di dove Jamie sia finito dopo la chiusura della prigione di Ardsmuir. Una poesia stampata da un certo Alexander Malcolm conteneva delle frasi di un famoso poeta che non erano ancora state scritte e Alexander Malcolm sono due dei nomi di Jamie, questa era la prova di cui Claire aveva bisogno per tornare indietro attraverso le pietre e riunirsi all'amato marito.
All'inizio Claire non era entusiasta della scoperta di Roger. Ma dopo un'intensa conversazione con l'amante di Frank (Tobias Menzies) - quella per cui avrebbe lasciato Claire - e dopo che Bree ha scoperto di più sulle questioni coniugali dei genitori, le due donne Randall hanno condiviso un momento emotivo dove Bree ha detto a sua madre di tornare da Jamie, che lui aveva più bisogno di lei rispetto a Bree. Claire ha chiuso con la sua vita a Boston, ha salutato e rigraziato il suo amico Joe Abernathy (Wil Johnson) e ha raccolto del materiale (come medicine e vecchie monete) e dei vestiti appropriati per essere più preparata, a differenza del suo ultimo viaggio nel tempo. Ha anche dato un bellissimo arrivederci a Bree dandole le perle appartenenti alla madre di Jamie e se n'è andata, sapendo che Bree sarebbe stata in ottime mani insieme a Roger, che era rimasto con lei.
E Claire inizia il suo viaggio, attraversa le pietre, arriva ad Edimburgo e varca la soglia della tipografia di A. Malcolm, trovando Jamie, 20 anni più vecchio, ma comunque lo stesso uomo che aveva sposato... dopo di che sviene immediatamente. Il produttore esecutivo Ron Moore rivela a The Hollywood Reporter che il prossimo episodio (in onda il 22 ottobre) presenterà effettivamente la scena agli spettatori "cambiando la prospettiva dell'apertura di quella porta", mostrando quel momento dal punto di vista di Jamie.

"Era qualcosa che mi piaceva per spezzare la storia. Pensavo fosse un ottimo finale per lo svenimento", dice Moore. "Da dove riprenderà il prossimo episodio? Non volevamo ripetere quel momento. Non volevamo solo riprendere da quell'istante, ma sentivamo che avremmo dovuto ricominciare ed ampliarlo un po'. "
Moore "volevo sapere che cosa stava succedendo a Jamie nel suo periodo storico", così la storia si riavvolgerà un pochino per mostrarlo. "Mi piace poter sapere di più di un personaggio, lui non sa cosa sta per succedere e tutti noi invece si", dice. "Vive a Edimburgo e ha questa vita, chi sono tutte le persone presenti in quella vita? È un'atmosfera completamente diversa. Volevo davvero gustarmi e godermi la tensione dell'attesa per il tintinnio della campana della porta e vedere cosa succede dalla sua prospettiva, era un modo divertente per farlo".
La produttrice esecutiva Maril Davis sapeva che il primo momento in cui Jamie e Claire si sarebbero rivisti dopo 20 anni sarebbe stato il momento più importante da fare.
"Sono molto emozionata di aver scelto di fare qualcosa che la maggior parte delle persone non avrebbe fatto, ossia trascorrere circa 40 minuti in un set con due personaggi e vederli mentre si riconnettono", dice la Davis sul prossimo episodio. "La maggior parte delle persone l'avrebbe fatto in 10 minuti per poi uscire: è stato lungo sedersi con loro, ma per me è stato un lusso e un viaggio. È una lettera d'amore per i fan, tipo, 'vediamo Jamie e Claire che si riuniscono e lasciamoli vivere nella loro bolla fantastica prima che di tutto si abbatta su di loro'. Devono tornare nel mondo reale, quindi è un vero e proprio momento magico da trascorrere con loro e credo che ai fan piacerà davvero".
Moore e tutti i produttori di Outlander sapevano che la scena della tipografia è "una scena iconica nel libro", quindi si sono presi il loro tempo per realizzarla nel modo giusto.
"Gary Steele, il nostro designer, ha dedicato molto tempo a progettare la tipografia. È stato un grande set da portare alla vita", dice Moore. "Sapevamo quanto fosse importante, perciò ci siamo assicurati di avere il nostro tempo e spazio ed energia. Non abbiamo seguito esattamente il momento-per-momento del libro, ma fondamentalmente raccontiamo la stessa scena con molti degli stessi dialoghi e abbiamo creato ciò che la gente voleva vedere da tempo".
La Davis chiama l'episodio sei, intitolato "A. Malcolm", "l'episodio della tipografia." La Balfe elogia lo scrittore Matt B. Roberts per il suo lavoro.
"Poteva essere il momento in cui i violini iniziavano a suonare e gli angeli a cantare e il sole usciva e lei entra e lui la prende tra le braccia", dice la Balfe. "Ma sarebbe stato disordinato e complicato e alcune parti sono divertenti: è quasi come se fossero due adolescenti non abbastanza sicuri di cosa fare con i proprio corpi o con le parole. L'ho adorato. Non sarebbe potuto essere più perfetto."
Il momento è unilateralmente di sorpresa; "Claire ha avuto l'opportunità  con il viaggio in Scozia e poi il viaggio attraverso le pietre a Edimburgo per pensare a quel momento, come potrebbe accadere, pensa ad ogni scenario possibile", dice la Balfe, scoprendo che lo shock di Jamie rende l'autentico il momento.
"La vita è sempre completamente diversa da quella che ci si immagina", continua la Balfe. "Mi è piaciuto molto, era così bello, Sam ed io avevamo già lavorato insieme, dal momento che Outlander non registra gli episodi in ordine cronologico, ma è stato stupendo arrivare a quel momento, ma noi come attori, non volevamo aumentare la pressione su quei momenti prima ancora di farli. Voi volete entrare e lasciare che il tutto diventi il più fluido possibile: è stato bello lasciarselo alle spalle e andare avanti".
Ma con la riunione di Claire e Jamie arriva il momento in cui gli spettatori devono dire addio a Bree e Roger (almeno fino alla prossima stagione). Le riprese di Claire e Bree sono state altrettanto emozionanti per gli attori come per i telespettatori.
"Per quanto riguarda Bree, ha appena perso Frank e tutti coloro che ha amato e conosciuto nella sua vita se ne sono andati", dice la Skelton. "Non sa se rivedrà mai la madre. È un momento davvero triste per Bree perché ci sono stati questi 20 anni di tensione tra madre e figlia e Bree ha finalmente ottenuto la risposta sul perché e finalmente hanno cominciato a far rimarginare queste ferite presenti tra di loro, si sono avvicinate e stanno diventando amiche davvero e poi improvvisamente vengono separate".
La Skelton poi ride sulla "forte ironia" dato che l'unica cosa che le riavvicina è anche la cosa che le separa.
"Sono legate a questo uomo meraviglioso che è il padre di Brianna e questo le ha avvicinate, ma allo stesso tempo è il motivo per cui Claire se ne va", dice la Skelton. "C'è molta confusione per Bree in questo episodio, non sa chi sia, sta combattendo con la propria identità e ora sta perdendo Claire, per questo si rivolge a Roger, ed è bello vedere il lato coraggioso di Bree, non per lei direttamente ma per qualcun altro, sua madre. Ora Claire può lasciarla senza sentirsi in colpa".

La Skelton ama la spinta altruista di Bree di lasciare andare Claire "mostra quanto Bree stia maturando" e lo definisce "un bel parallelo all'altruismo di Jamie" che aveva mandato Claire attraverso le pietre per poter crescere Bree in sicurezza tanti anni prima. E ora, Bree e Roger vengono lasciati soli a  vedere dove il loro rapporto può andare.
"Tutte le circostanze hanno portato a questo punto, improvvisamente questo velo è caduto", dice Rankin, come la Skelton aggiunge con una risata: "Ora torniamo alla banalità della nostra vita!"

"Chissà dove arriveranno partendo da qui, non abbiamo ancora visto quello punto nello show", dice Rankin sul viaggio che riguarderà Roger e Bree nella prossima stagione. "Abbiamo buttato le basi per una relazione così profonda che non credo ci sia qualcosa che possa spezzarla. E' qualcosa che per Bree e Roger andrà avanti. Sono anime molto testarde e a loro piace avere ragione. Un rapporto molto interessante, volubile e con battibecchi".
Sia la Skelton che Rankin sono ansiosi di vedere come evolverà la relazione di Roger e Bree nella quarta stagione.
"Hanno attraversato qualcosa di unico", dice la Skelton. "E il fatto che l'hanno attraversato insieme, fa si che si conoscano e si capiscano reciprocamente in modo genuino".

mercoledì 11 ottobre 2017

Benvenuti Stephen Bonnet e Zia Jocasta

Maria Doyle Kennedy (di Black Orphan) e Ed Speleers (di Wolf Hall) sono entrati nel cast della quarta stagione di Outlander, che ha iniziato questa settimana le riprese in Scozia.
La Kennedy interpreterà Jocasta, la forte e testarda zia di Jamie e Speleers invece interpreterà l'irlandese Stephen Bonnet, un pirata e un contrabbandiere.
La quarta stagione formata da 13 episodi è basata su Drums of Autumn, quarto degli otto libri della serie Outlander di Diana Gabaldon. La prossima stagione continuerà a raccontare le avventure di Claire (Caitriona Balfe) e di Jamie Fraser (Sam Heughan).
La stagione 3 di Outlander è attualmente in programmazione con i nuovi episodi su Starz. L'episodio della reunion andrà in onda domenica 22 ottobre con un episodio speciale, lungo 74 minuti. In questo episodio i fan vedranno per la prima volta l'incontro tra Claire e Jamie dopo essere stati separati per 20 anni.
La cantante e attrice Kennedy ha interpretato Siobhan Sadler in Black Orphan e Caterina d'Aragona in The Tudors. Le altre partecipazioni includono anche Downton Abbey, The Conjuring 2 e Sing Street. La Kennedy scrive e suona insieme al marito Kieran Kennedy ed insieme all'uscita di un nuovo album, hanno anche completato il loro primo cortometraggio A Different Kind of Day, scritto e diretto da Maria, prodotto e interpretato da Kieran.
Speleers ha recentemente partecipato all'adattamento di Wolf Hall, a Downton Abbey e al dramma Primetime Beowulf. Le sue partecipazioni includono i ruoli in Breathe di Andy Serkis con Claire Foy e Andrew Garfield e in The House that Jack Built di Lars Von Trier.

[x]

Dalle Pagine allo Schermo: 3x02 - Lallybroch (Surrender)


Ciao a tutti!


Con questa seconda puntata entriamo nel vivo della storia!
Ragazzi, se con il primo episodio ho pianto, qui le cateratte si sono aperte e si sono alternate ad un fastidio atomico.
Le scene di Jamie sono tutte bellissime, drammatiche e, anche se leggermente diverse dal romanzo, comunque fedeli nel contenuto; mentre quelle di Claire mi hanno fatto salire l'acido. Frank è ancora più vittima - ma quando mai! - e lei...lei è una delusione. Purtroppo devo ribadire come Catriona sia sicuramente bellissima e bravissima ma non si avvicini per niente alla mia Claire. La trovo altezzosa, con la puzza sotto il naso, acida, con quel cipiglio incazzoso che boh. E' una versione diversa della Claire del romanzo, dice e fa le cose giuste, ma con un atteggiamento lontanissimo dalla Claire che conosciamo. Io spero di cambiare idea, ma ormai dopo tre stagioni non credo che succederà.

E voi cosa ne pensate?

Ora iniziamo!

Inizio puntata - fine minuto 7:25 - pagine 55 e 56
Lallybroch
Fergus, Rabbie e il piccolo Jamie entrano in un capanno fuori dalla casa principale per cercare la pistola nascosta del padre di Rabbie. Arrivano gli inglesi e interrogano Ian e Jenny su Red Jamie, Berretto Bigio. Loro dicono di non vederlo da sei anni e gli inglesi, che non ci credono, portano Ian in prigione.


Inizio minuto 7:26 - fine minuto 8:25 - pagine 59, 60 e 61
Quando la carrozza degli inglesi esce dal cortile di Lallybroch si intravede nella boscaglia la figura di Jamie che sta cacciando un cervo.

Inizio minuto 8:26 - fine minuto 10:43
Jamie porta il cervo a Lallybroch e, quando entra in cortile, per un attimo al posto di Jenny vede Claire. Insieme a Jenny macellano il cervo e lei gli parla dei soldati inglesi. Come nel romanzo, anche questa versione di Jamie parla pochissimo.

Inizio minuto 10:44 - fine minuto 12:08 - pagina 41
Claire sogna Jamie, ma quando si sveglia è a letto con Frank.

Inizio minuto 12:09 - fine minuto 14:10 - pagine 37 e 38
Claire è a casa con la piccola Brianna, la mette nella culla e la bimba si gira. La scena è decisamente molto fedele al romanzo, con Frank che entra in salotto con solo l'asciugamano, e la successiva scena di loro due che si guardano.

Inizio minuto 14:11 - fine minuto 16:23
Jamie torna nel suo nascondiglio nel bosco, dopo un po' sente un richiamo e scopre che Fergus lo ha seguito. Il bambino gli ha portato la pistola perché vuole che lui difenda la casa dai soldati. Jamie, però, si rifiuta e gli dice di riportarla indietro e di non toccarla più. Fergus reagisce male e Jamie lo manda via.

Inizio minuto 16:24 - fine minuto 19:05 pagine 72 e 73
Jamie torna a Lallybroch perché Jenny sta per partorire. La scena è leggermente modificata. Sono Fergus, Rabbie e il piccolo Jamie a vedere il corvo sul tetto della casa e a prendere la pistola per sparargli contro. Jamie non c'è. Da lontano dei soldati inglesi di passaggio sentono lo sparo e Jamie si arrabbia con i bambini.

Inizio minuto 19:06 - fine minuto 24:44 - pagine da 74 a 79
Jenny ha partorito e Jamie è nella stanza con lei. Parlano un po' e poi i soldati inglesi entrano in casa alla ricerca dell'arma. pag.77 La scena è più o meno fedele.
Come nel romanzo, Jamie è nascosto con il bimbo in braccio e Jenny finge che abbia partorito un bambino morto. Quando i soldati stanno per scoprire la bugia Mary MacNab consegna la pistola dicendo di essere stata lei a sparare per via del corvo. Gli inglesi credono alla sua versione e se ne vanno, anche se Jenny è convinta che torneranno.

Inizio minuto 24:45 - fine minuto 26:36
Claire e Frank sono a letto insieme, lui dorme e lei decide di fare la prima mossa. Fanno sesso.

Inizio minuto 26:37 - fine minuto 31:38 pagine 82, 83 e 84
Gli inglesi tornano a Lallybroch per rilasciare Ian. Si appostano fuori nella boscaglia e vedono Fergus allontanarsi. Lo seguono nel bosco convinti che stia andando da Jamie, ma Fergus si accorge e li fa girare in tondo. Quando i soldati si accorgono, Fergus li insulta finché uno di loro gli taglia la mano. La scena, che nella sostanza è uguale a quella del libro, è chiaramente un po' diversa. Non c'è nessun barilotto di birra e più o meno il Fergus della serie si è cacciato in una situazione che quello del libro non aveva causato. Jamie, che era a caccia, li sente e assiste alla scena. Quando i soldati se ne vanno aiuta Fergus e lo porta a Lallybroch.

Inizio minuto 31:39 - fine minuto 35:13 - pagine 84 e 85
A Lallybroch Jenny dice a Jamie che Fergus se la caverà. Jamie, che è rimasto scosso dall'evento, crolla in lacrime. Subito dopo Jamie va a trovare Fergus nella sua stanza: la scena è piuttosto fedele al romanzo (pag 85).

Inizio minuto 35:14 - fine minuto 39:26
Frank e Claire hanno una coppia di amici a cena. Dopo, quando sono da soli in salotto, Claire fa ancora la prima mossa per fare sesso con Frank. Ma lui, che si è accorto che lei tiene sempre gli occhi chiusi si rende conto che probabilmente lei pensa a Jamie. Quando la affronta, Claire se ne va.

Inizio minuto 39:27 - 42:15 pagina 87
Jamie parla con Ian della ferita di Fergus, e poi con Mary MacNab sui soldati inglesi. Alla fine decide di consegnarsi ai soldati facendo in modo che Jenny e Ian lo tradiscano, così da ottenere la ricompensa. Il dialogo è un po' meno elaborato rispetto a quello del libro, ma la sostanza non cambia.

Inizio minuto 42:16 - fine minuto 47:06 pagine da 88 a 91
L'infame scena di Mary MacNab che va da Jamie. Aimé è piuttosto fedele al romanzo, comprese alcune parti dei dialoghi. La cosa positiva è che è molto triste, e non c'è nulla di lascivo. Un po' dispiace anche per lei. Un po'. Non tanto.

Inizio minuto 47:07 - fine minuto 50:26
Claire descrive la sua vita e alcune scene di quotidianità passano. Poi la si rivede in un'aula di medicina, perché si è iscritta al corso. Non è ben accetta, chiaramente, ma appena arriva un uomo di colore (Joe Abernathy) capisce di avere un alleato.

Inizio minuto 50:27 - fine minuto 51:13
Quando torna a casa la sera, sembra che Claire vada a letto di fianco a Frank ma, appena cambia l'inquadratura, si vede che dormono in letti separati.

Inizio minuto 51:14 - fine minuto 52:59
A Lallybrich Jamie e Jenny mettono in atto il piano. Lui fine di tornare a casa e lei di averlo tradito. I soldati inglesi sono pronti a catturarlo e lo portano via.

Inizio minuto 53:00 - Fine episodio
Claire cammina per strada e sente un uomo suonare l'inno scozzese con una cornamusa. Commossa, gli lascia del denaro.

Alla prossima puntata!

martedì 10 ottobre 2017

La storia del bat-costume di Claire

Nel quinto episodio di Outlander, Roger (Richard Rankin) scherza con Claire sul fatto che lei avrebbe avuto la sua personale cintura degli attrezzi per viaggiare indietro nel tempo, proprio come il “Crociato Incappucciato stesso”. Così calza a pennello il soprannome di “bat-costume” per il vestito realizzato da Claire, un outfit completamente equipaggiato, appositamente creato per aiutarla a sopravvivere nel diciottesimo secolo.
“Volevamo che Claire fosse una donna del XX secolo che sa di stare per tornare indietro nel tempo”, spiega la costumista Terry Dresbach. “Farei ad ogni telespettatore la fatidica domanda sul viaggio nel tempo… se sapessi di andare, cosa faresti? Se mi mettessi in quella situazione, mi assicurerei che quello che indosso sia resistente all’acqua e caldo. Claire sa dove sta andando, sa quali sono le condizioni. Ed essendo Claire, essendo la regina di tutte le donne, pensa in maniera pratica a ciò di cui ha bisogno”.
Il bat-costume finirà col servire a diversi scopi, non solo come posto utile dove mettere gli attrezzi medici del XX secolo di Claire. Dopotutto, scherza Terry, deve durarle per tutto quel gran viaggio verso i Caraibi con Jamie, più in là nella stagione.
“Questo costume ha volutamente molti strati”, dice Terry. “Lo strato iniziale è una giacca e un mantello. Claire non si toglie tutti gli strati finché non è di nuovo con Jamie e pronta a recuperare quella parte di sé rimasta praticamente morta per tutti quegli anni”. È di nuovo con Jamie e il suo lato romantico si riaccende.
Quando lei e Jamie si imbarcano sull’Artemis per la loro avventura sull’oceano, più avanti nella stagione, il bat-costume di Claire si è ridotto ad una larga camicetta con cintura e una gonna ampia.
“Avevamo l'immagine di Katharine Hepburn ne “La regina d’Africa”, spiega Terry. “Caitriona è magnifica in quel vestito. Quindi quando la vediamo per la prima volta è tutta abbottonata, è nervosa, sta per incontrare Jamie per la prima volta dopo vent’anni, e poi la vediamo in questo lento svelarsi che la porta a essere la donna forte, sicura di sé, super sexy, a bordo di una nave con indosso una camicetta bianca, una grossa cintura di pelle e un’ampia gonna. È romantico allo stato puro”.

lunedì 9 ottobre 2017

5 domande a Matthew B. Roberts

Alla fine Claire è tornata nella Scozia del 18° secolo.
Ma nell’episodio 5 lei non è tornata da Jamie via Craigh na Dun, l’antico cerchio di pietre che le serve come portale per i viaggi nel tempo in Outlander. Abbiamo chiesto al produttore esecutivo Matthew B. Roberts di rispondere ad alcune domande scottanti sull’episodio 5, partendo dal perché Claire manca il viaggio attraverso le pietre.

ENTERTAINMENT WEEKLY: Perchè non avete fatto vedere Claire che torna a Craigh na dun?
MATTHEW D. ROBERTS: Sapevamo che volevamo un passaggio che portasse Claire dal 20° al 18° secolo. Ma se scomponi la scena in quello che dovrebbe essere, lei dovrebbe passare attraverso le pietre, scendere dalla collina e trovare la strada per Inverness. E poi prendere una carrozza o una barca e andare a Edimburgo. È un sacco di roba. Dal momento che la parte più importante della storia è andare da Jamie, non volevo imbrogliare il ricongiungimento. Perciò abbiamo deciso che potevamo metterle da parte (le pietre) per un’altra volta. L’abbiamo vista passare tre volte differenti. Questa è una specie di reminiscenza di quello che abbiamo fatto nella stazione 2 dove Claire tende la mano e Jamie la prende, ci voltiamo e siamo sulle banchine in Francia.

Hai mai chiesto a Diana le regole del viaggio? Ad esempio, Christopher Reeve, in Somewhere in time, ha potuto tornare al presente quando ha trovato quel penny nella tasca del gilet. Non puoi portare le cose del 20° secolo indietro nel tempo!
Si, esattamente. E alla fine di Terminator, hanno dovuto attraversare nudi (il portale del tempo). Perciò si, penso che le regole di ciascuno siano leggermente differenti. Le nostre regole sono, se si possono portare indietro nel libro, le portiamo indietro nello show televisivo. Sono contento di non aver usato le regole di Terminator perché avremmo dovuto trovare vestiti ogni 5 secondi dopo che il loro arrivo qualunque sia il periodo.

Chi ha deciso di usare il tema musicale di Batman mentre Claire stava cucendo il suo (bat) vestito?
Il produttore esecutivo Ronald Moore ha voluto usare il tema di Batman. Ricorda molto quello che abbiamo fatto nella stagione 1 con Claire che pensa alla musica jazz. Abbiamo usato anche “Boogie Woogie Bugle Boy.”

Roger è un fan di Dark Shadow nei libri di Diana Gabaldon?
No. Questo è come il motivo per cui abbiamo usato il tema di Batman. Abbiamo trasformato Roger in un fan della televisione. Questo è stato qualcosa che abbiamo buttato dentro poco più tardi in quello che si è rivelato un episodio di Natale. Originariamente non era un episodio di Natale. Ma dato che avevamo incluso l’orbita lunare che è avvenuta il 21 dicembre, abbiamo dovuto trasformarlo in un episodio di Natale. Così sono andato dal progettista di produzione Jon Gary Steele e ho detto, “puoi trasformare tutto in Natale?” Perché questo significa che ogni scena deve essere natalizia. Lui ha detto, “Yeah, ci piace farlo.” Così, hanno cominciato a decorare. È stato letteralmente come Natale per loro. Hanno decorato l’ospedale. Hanno decorato le strade. Tutto.

Parliamo della fine quando Claire vede Jamie. In definitiva e un “continua”!
Non è solo la storia di Claire. È la storia di Jamie e Claire. Vogliamo mostrare entrambe le prospettive. Nel libro è presa dal punto di vista di Claire. Quello che volevo fare quando ho scritto la 6 era dare il punto di vista di Jamie nello stesso momento. Volevo offrire ai fan il momento due volte. Hanno aspettato per molto tempo. Perciò, piuttosto che offrirglielo una volta, diamo loro qualcosa che non si aspettano esattamente e glielo diamo due volte. Perciò essi vedono la fine dell’episodio 5 in cui Claire vede lui e sono tutte le sue sensazioni nell’andare nella tipografia. All’inizio dell’episodio 6 cominciamo con la giornata di Jamie. Vedremo tutto dalla prospettiva di Jamie. Abbiamo pensato che sarebbe stato qualcosa di speciale. È stato bello per me essere in grado di farlo, “Bene, cosa sentiva Jamie durante questa parte della giornata? Che stava facendo?” Un po’ di tempo fa, mentre stavo scrivendo il copione ho twittato un’immagine e ho detto, “Interno della tipografia, Jamie entra.” E i fan sono saltati su e hanno detto, “La stai cambiando! La stai rovinando!”, E io ho fatto una grande risatina perché sapevo quello che stavo facendo. Era una specie di sacrificio per loro perché sapevo cosa gli avrei dato in seguito. Speriamo che a loro piaccia. Ma questo era il piano tutto il tempo.

Piccole modifiche per la tipografia

Come Outlander ha anticipato un poco la rappresentazione della scena più attesa della stagione.

**ATTENZIONE: questo post contiene spoiler sulla quinta puntata della terza stagione di Outlander, Freedom and Whisky**

Chi non ha letto i libri può non averla conosciuta subito, ma ha appena visto l'inizio di quella che è la scena più attesa della terza stagione. "La prima cosa di cui tutti parlano è la scena della tipografia", ha detto la protagonista della serie Caitriona Balfe a Vanity Fair quasi un anno fa prima che lei o Sam Heughan avessero la possibilità di girare il ricongiungimento di Claire e Jamie. "Farete la scena della tipografia? Non potete cambiare una sola riga della tipografia", ha amorevolmente imitato i fan appassionati dello spettacolo. Ma non c'è bisogno di essere un avido lettore dei libri di Diana Gabaldon per sapere che qualsiasi scena che coinvolga un riavvicinamento di Claire e Jamie sarà estremamente popolare.
La scena è stata leggermente modificata. L'episodio si interrompe subito dopo che Jamie sviene (come accade nei libri) ma prima che gli amanti possano sfiorarsi con un dito. Le cose vanno un po' diversamente nei libri in cui Claire e Jaime si toccano prima dello svenimento. Racconta Claire:
 
Non ci separavano più di trenta centimetri. Allungai titubante la mano e toccai la linea sottile della frattura, dove l’osso era bianco contro il color bronzo della sua pelle.
Si ritrasse di scatto come se fosse scoccata una scintilla elettrica tra noi, e la sua espressione calma andò in pezzi.
«Sei reale», sussurrò. Benché mi fosse sembrato già pallido, ora ogni residuo di colore gli era rifluito dal viso. Roteò gli occhi e si accasciò a terra in una pioggia di carte e altre cianfrusaglie appoggiate sul torchio: la sua caduta era stata piuttosto aggraziata per un uomo della sua stazza, pensai distrattamente
.
La leggera modifica dell'adattamento, ovviamente, consente di mantenere alta la trepidazione, ma non preoccupatevi, fan di Claire e Jamie, il trailer per l'episodio 6 della prossima settimana rende molto chiaro che non dovrete aspettare molto. Ma non è l'unica piccola manipolazione in questo episodio spettacolare. L'anno scorso, sia la Balfe che Heughan erano riluttanti ad approfondire il modo in cui i due personaggi sarebbero invecchiati dopo anni di separazione. "C'è stato un processo di invecchiamento", ha detto vagamente Heughan prima di glissare sulle "ore e ore" di trucco che ha dovuto sopportare ogni volta che Jamie mostrava al pubblico la sua schiena segnata dalle frustate. La Balfe si è concentrata più sullo stato d'animo di Claire e sulla sfida di interpretare qualcuno che ha vissuto più anni di quanto non se ne senta:
È certamente una cosa difficile cercare di capire come saremo tra 20 anni così come lo è farlo per qualcun altro. Stavo parlando con qualcuno di recente e stava dicendo come ogni persona si sente una determinata età per tutta la vita. Sua nonna si sentiva come se avesse sempre 21 anni. Un mio amico diceva: "Credo di averne 28. Devo essere stato così felice a 28 anni che è così che mi vedo sempre".
Con Claire è la stessa cosa. Quando è tornata a Boston e non è con Jamie, è una madre ed è molto professionale, ma ha messo da parte un lato di sè stessa. Quel lato sessuale e romantico di sè stessa è stato messo in un angolo per quasi 20 anni. Quando ritorna da Jamie, torna ad avere 27- 28 anni o in qualunque età avrebbe dovuto essere quando l'ha incontrato per la prima volta perchè credo che quella sia stata la prima volta in cui si è sentita viva.

Questa risposta ha molto più senso ora che vediamo che, nonostante una figlia adulta e il grigio dei capelli, una volta tornata in Scozia, Claire (grazie ad una certa Clairol) sembra quasi identica a quando se n'era andata due decenni prima. Così come per Heughan, ad eccezione degli occhiali. Ma, in realtà, sembrà che quasi non sia trascorso un solo giorno da quando i Fraser si sono visti l'ultima volta.
Questa sembra essere una piccola occasione mancata per Outlander, che manca di un sesso positivo, fatto per esplorare veramente le insicurezze legate all'età e alla lunga separazione. Se Claire e Jamie si sentiranno più vecchi quando si affronteranno l'un l'altra la prossima settimana, noi, come pubblico, difficilmente lo potremo dire.

Ma prima che Claire e Jamie possano arrivare al momento della loro riunione, la Balfe dovrà prima uscire dai suoi abiti anni '60 ed entrare in qualcosa di più appropriato per il viaggio. Ma questa volta, ha spiegato Ron Moore in un'intervista post-episodio, Claire sarà un po' più preparata. "Il costume che Claire si cuce [fatto con degli impermeabili] lo abbiamo chiamato affettuosamente Il costume di Batman". Andando nei dettagli dell'opera di sua moglie, la stilista dello spettacolo Terry Dresbach, Moore spiega come Claire avesse bisogno di una serie di tasche per nascondere gli oggetti necessari per tornare indietro nel tempo, cosa che ha richiamato alla mente la famosa cintura di Bruce Wayne. Dove potrebbe mai mettere Claire Fraser quei meravigliosi giocattoli? "Terry ha impiegato molto tempo e concentrazione per la realizzazione" così come per tutte le tasche segrete di Claire e "c'è una cerniera dove dovrebbe stare il corsetto." Questa cerniera dovrebbe essere utile per Jaime la prossima settimana.

sabato 7 ottobre 2017

Diana, Lord John e il matrimonio

Conoscete la parte dell’episodio 304 in cui Jamie ha espresso la sua sorpresa per il fatto che Lord John ha intenzione di sposarsi? (“Una donna?” “Penso che non ci siano molte alternative.”) E in risposta ai dubbi di Jamie Lord John lo rassicura che “Ho messo alla prova le mie capacità a Londra. Vi assicuro, sarò per lei un marito adeguato.” Tutto questo è tratto dal libro (VOYAGER).
A questo scopo, Lord John va a trovare Nessie (soprannome di Agnes) la giovane tenutaria scozzese di un bordello di Londra, che lo aveva aiutato in qualche discreta investigazione di tanto in tanto, ed è una specie di amica. I.e., lei conosce quali sono le sue preferenze personali, anche se questo non è la causa dell’ilarità delle prostitute. Questo è un estratto dalla prossima novella su Lord John (che segue The Scottish Prisoner) – e NO, non ho sottratto tempo al Nono Libro per scriverla. Ho scritto questo pezzo circa cinque anni fa; quando abbondavano pezzi di cose diverse, li scrivevo.

“Volete cosa?” La piccola faccia affilata di Nessie era vuota in modo zelante, con la fronte scura delicatamente arcuata.
“Mi avete sentito, madam.”
“Be’, aye, vi ho sentito,” ammise, storcendo la bocca. “Voglio sentirvelo dire ancora, tuttavia. No, aspettate.” Raggiunse una piccolo campanella di ottone – molto lucida – e la suonò, cosa che portò alla rapida comparsa di due giovani donne a piedi nudi, abbigliate con sottovesti e scialli.
“Adesso,” ordinò. “Ditelo di nuovo. Voglio che Janie e Susan sentano.”
Le due sgualdrine girarono la faccia con studiata aspettativa verso di lui, pronte a essere impressionate. Lui prese un profondo respiro.
“Desidero istruzioni,” disse, trattenendo la collera, “sull’arte di dare piacere a una donna. A letto.”
Janie e Susan lo fissarono, aprirono la bocca, poi si guardarono, e scoppiarono a ridere. Nessie perse la presa sulla sua dignità e si unì a loro, l’ilarità che stava trattenendo traboccò in superficie come un gas di palude.
“Non riesco a vedere cosa ci sia di divertente,” disse Lord John freddamente. Questa affermazione le fece lamentare per le risate, le lacrime che scendevano lungo le guance.
“Oh Dio,” disse Nessie, strofinandosi il naso sulla manica con scarsa eleganza e soffiando. “Gesù, Giuseppe e Maria. Non avrei mai pensato di sentire niente come...come...”
“Ci sono altre case, sapete,” puntualizzò. “preferireste che io sposti le mie abitudini altrove?”
Diverse mani si agitarono e si attaccarono alla sua persona con una velocità sorprendente.
“È tutto a posto, mio amato,” tubò una delle giovani donne, le sue dita sottili impegnate con i bottoni del suo panciotto. Mi prenderò cura di voi.”
“Lo voglio io!” protestò la sua compagna, inginocchiandosi e rivendicando il diritto al risvolto dei suoi pantaloni. Lui afferrò la sua mano appena prima che vi entrasse.
“Sono estremamente lusingato, madam,” disse educatamente, “ma….”
“Lo prendo io,” disse Nessie, con autorità. Janie e Susan mugugnarono in disappunto, ma obbedienti lasciarono la presa sui suoi vestiti.
“Cosa?” disse Grey incredulo. “E che dite di vostro marito?” Rab McNab era un presidente di professione, dotato del fisico e della resistenza di un toro – animale a cui assomigliava fortemente, particolarmente in termini di temperamento.
“Perchè, non è altro che una questione di affari, adesso, vero?” disse Nessie in modo blando. “Avete intenzione di pagare, aye?”
Con la netta sensazione che il prezzo sarebbe stato considerevolmente più alto di quello che aveva previsto, lui annuì.
“Bene, allora,” disse lei, e un sorriso brillante illuminò il suo viso. Janie gli aveva tolto il fazzoletto da collo; Nessie mise un dito delicato e lo trascinò lentamente lungo il suo collo apertamente vulnerabile.
“Non c’è nessun motivo per non mischiare gli affari con il piacere, ora che ci siamo?”


Traduzione di Iolanda

venerdì 6 ottobre 2017

Q&A con Toni Graphia

Dopo l'episodio molto coinvolgente 'Of Lost Things' di questo fine settimana, la sceneggiatrice Toni Graphia ha nuovamente preso in mano l'account twitter degl scrittori di Outlander e ha risposto alle domande dei fan.
Leggiamo cosa ha detto ai fan...

Hai detto che te la stai prendendo comoda con Roger e Bree - li vedremo di più nel quinto episodio?
Si, e uno di loro indosserà un cappello da Babbo Natale.

Quando Jamie abbraccia Willie, cosa dice in gaelico?
"Non piangere, figlio mio, andrà tutto bene".

La musica è una parte molto importante del personaggio di Roger. Quando arriveremo a sentirlo cantare?
Cantare... e forse anche suonare.


Stavo riguardando casualmente il quarto episodio della prima stagione quando ho visto FIONA nel 1700. Come si spiega? Si diceva avesse poteri da strega.
E' la sette volte bisnonna di Fiona.

L'inclusione di Hal in questo episodio è stata una bella sorpresa. Perché hai scelto di farlo diventare la fonte incriminatrice delle informazioni di Ginevra?
Le lettere sarebbero state rischiose. Questo è stato un modo più interessante di far andare le cose. E amiamo Hal.

Alcuni (non io) trovano Bree difficile da amare. Perchè la scelta di farla scherzare su Fiona nella scena dell'auto guasta?
Era solo un po' gelosa perché ama Roger.

Questa è stata la mia scena preferita con Roger e Bree. Il loro rapporto è stata davvero ben impostato. Il carburatore era una piccola rivelazione per le puntate future?
Ha! Sì. Ben fatto.

Scriverai un episodio per far brillare Caitriona come l'episodio 4 ha fatto per Sam? Ne merita uno. #Emmy #GoldenGlobe
Brillerà molto nella 3x05.

C'era un 'uovo di Pasqua' (piccole immagini/oggetti all'interno di una scena che fungono da rivelazioni per le puntate future) in questo episodio? Se si, qual è? 
Diciamo che è sempre Pasqua in Outlander.

Quanto tempo hai impiegato per scrivere l'episodio 4? Hai messo tutto ciò che volevi aggiungere o è stato eliminato qualcosa per problemi di tempo?

Sì. Ho scritto di Jamie che pregava per coloro che amava. Ma è stato tagliato per via del tempo.

Potresti spiegare la decisione delle perle di Ellen. Perché Claire le ha lasciate alla signora Graham?
Aveva promesso a Frank di lasciarsi il passato alle spalle. Così ha affidato le perle alla signora Graham.


Chi ha scelto la canzone di Bob Dylan? E' PERFETTA! Gridavo come una bambina.
Io. Sapevo di volere Hard Rain dal momento in cui ho letto i capitoli. Amo Dylan. Ma questo duetto è perfetto per Claire & Jamie. Grazie a 'WalkOffTheEarth' per la bellissima versione.♥ È una di quelle canzoni che trascendono il tempo.



Perché hai deciso che Bree doveva impulsivamente baciare Roger? (Sono molto felice di questa decisione)
Guarda la sua faccia. E' davvero da sbaciucchiare.

Rik Rankin:😘
Quelli erano per Toni G.

Nella tua mente, da quanto tempo Lady Dunsany sa che Jamie è stato un soldato giacobita?
Suo marito finalmente l'ha informata dopo che Jamie ha salvato il bambino.



Lady Dunsany sospetta che Jamie sia il padre di Willie o non ne ha idea?
Una madre sa tutto.

Hai catturato i momenti più affascinanti della permanenza di Jamie a Helwater. E' stato un compito arduo! Copione stupefacente, come fai?

Grazie mille. Una po' di musica di cornamuse e un po' di whisky.

C'era una ragione specifica per cui Claire 'trova' Jamie nell'episodio 4 dato che l'aveva già trovato nella seconda stagione?
Sapeva che era sopravvissuto a Culloden. Ma deve trovare dov'è 20 anni dopo, per tornare indietro.


Quando fai gli adattamenti per la televisione, come identifichi i momenti personalmente più importanti pur mantenendo l'essenza del lavoro di Diana?
Bella domanda. E' difficile rispondere qui. Ma è importante avere entrambi.

Claire non ha mai rinunciato nei libri; è tornata a Boston per lavoro e ha lasciato Brianna con Roger. Perché questo cambiamento?
Continuare a guardare.


Brava, Toni! Mi è piaciuta la 304! Ho visto un lato più tenero della cattiva e aristocratica Lady Genevra del libro; perché è stata rappresentata in questo modo?
È la madre del figlio di Jamie. Volevamo mostrare il suo lato umano.

E' stata una tua decisione il tenere "lo schifoso papista" nello script?
Abbiamo tutti apprezzato lo schifoso papista!



Qual è il motto sulla bandiera che Bree guarda alla fine dell'episodio?
E' una frase latina: Nessuno mi attacca impunito. Il motto della dinastia degli Stuart.


Perché il serpente al posto del rosario? Willie indossa il rosario da allora. Nel libro 7 lo getta addosso a Jamie dopo aver appreso che è suo padre.
Un rosario non sarebbe stato ammesso a Ardsmuir. Il serpente era un delicato legame con il fratello di Jamie, Willie.


Mi piacciono le battute originali che hai scelto di tenere. Cerchi di adattare le battute che ti colpiscono di più mentre leggi i libri?
Assolutamente. Tengo tutte le mie preferite...e cerco di farne di nuove.

A chi è venuta in mente la battuta "Muoviti con me"? Penso che tutti vorremmo ringraziarlo personalmente.
Vedi la scritta con i credits

Come fa Brianna a sapere come sistemare un motore dato che nella serie studia Storia?
I suoi studi stanno andando male. Continua a guardare. 😉

Quando vediamo Ginevra incinta, si gira deliberatamente verso Jamie per fargli sapere che il bambino è suo?
Ha ha sì. Un sottile suggerimento, vero?


Ho pianto alla fine dell'episodio. Hai pianto mentre lo stavi scrivendo?
Sto ancora piangendo. 😥

Durante il suo colloquio con Lady Dunsany, quando si parla di famiglia e di casa, Jamie lancia uno sguardo a Willie. Era nello script o è tutto merito di Sam Heughan?
Aye, era nello script. Per questa e altre informazioni, guarda l' "Inside Outlander"


[x]

giovedì 5 ottobre 2017

7 punti per la 3x05

7 cose che non vedete l'ora di ammirare nella quinta puntat della terza stagione di Outlander

La terza stagione di Outlander continua questa settimana, domenica 8 ottobre negli Stati Uniti e su Amazon Prime nel Regno Unito lunedì 9 ottobre.
Cosa dobbiamo aspettarci in anteprima - senza fare spoiler - del tre episodio della terza stagione?

1. Il fantasma di Frank aleggia a Boston 
Brianna e Claire sono tornate in America nella casa della famiglia dei Randall, dove i ricordi di Frank potrebbero diventare molto più che travolgenti. È stato facile dimenticare il dolore della perdita di un membro della famiglia mentre erano in Scozia a cercarne un altro, ma negli Stati Uniti non ci si può più nascondere.
Soprattutto quando una figura dal passato riappare con un incontro abbastanza sconvolgente.


2. Brianna è in profondo conflitto

È stato particolarmente difficile per la figlia di Claire far fronte alla rivelazione che suo padre non era l'uomo che ha amato e chiamato papà. Come si va avanti nella vita quando tutto ciò che pensi di sapere del tuo passato non è effettivamente vero?
La sensazione di Bree è di essere più sola che mai - potranno lei e Claire trovare un terreno comune?


3. Roger si trova tra due donne particolarmente irascibili
Cosa c'è di nuovo? Questo povero ragazzo resta sempre invischiato nei battibecchi di Claire e Brianna.
E pensare che tutto quello che voleva era un Natale in stile americano con un roll di aragosta...


4. Ma ha alcune notizie per le Randall
Il segugio deve raccontar loro qualcosa - ma non sa come reagiranno.

5. Robert Burns ha un ruolo importante da svolgere
Il poeta e il cantore scozzese è apparso in numerose occasioni in tutta la serie e in questo momento lo fa per un motivo molto preciso.


6. Claire ha una domanda molto curiosa da fare a Joe
Lui ha bisogno dell'aiuto dell'amica per risolvere un mistero e lei ha bisogno che lui le dia un secondo parere di importanza vitale su una cosa che la sta preoccupando.

7. Le donne Randall-Fraser hanno alcune scelte molto difficili da fare
Sia Claire che Brianna si trovano di fronte a dei grandi dilemmi - e le scelte che faranno riguarderanno entrambe per il resto della loro vita.

[x]