lunedì 6 agosto 2018

Spiando Sam Heughan

Heughan interpreta una spia al fianco di Kate McKinnon e Mila Kunis in “The Spy Who Dumped Me.”
Si dice spesso che il miglior posto per nascondersi sia in bella vista, ma per Sam Heughan, questo consiglio potrebbe non essere vero. L’attore è stato in giro per New York a promuovere il suo ultimo progetto, un film commedia di spionaggio, ed è difficile rimanere in incognito quando hai un fan club dedicato che ti aspetta all’esterno di ogni tappa (un caso che si chiamino – c’era da aspettarselo – “Heughligans”).
Ma gli Heughligans sono a bada per il momento. Andando in uno studio fotografico vicino Bryant Park, Heughan sfoglia il passaporto di uno dei membri del suo team, guardando con attenzione le tappe stampate nel suo libretto.
L’attore scozzese sta facendo buon uso del suo passaporto ultimamente. Dopo aver svolto i suoi doveri con la stampa in America per “The Spy Who Dumped Me” – che lo ha portato a Budapest, Berlino e Amsterdam mentre giravano – Heughan tornerà a casa a Glasgow per 10 giorni per organizzare il suo visto per il Sud Africa, dove girerà il suo prossimo film basato su un fumetto con l’attore Vin Diesel a Città del Capo.
“[Città del Capo] che grande città, è tutto quello che amo - è aria aperta, cibo molto buono e buon vino, le persone,” dice Heughan, che è anche ambasciatore mondiale del brand Barbour. “Faccio molte escursioni lì, vado in bici; ho appena superato il mio esame per la moto e perciò andrò in giro con la mia moto. Non surf – non voglio andare in acque piene di squali,” dice, facendo l’elenco dei suoi piani per il tempo libero mentre sarà in Sud Africa. “È un paese incredibile. Puoi fare moltissimo.”
Heughan è chiaramente votato a un regime di attività fisica, tanto che lo ha portato a sviluppare un’iniziativa di beneficenza, My Peak Challenge, legato alla promozione di uno stile di vita attivo. “Quando sono tornato in Scozia per ‘Outlander’, stavo riscoprendo il mio paese e facendo escursioni e arrampicate e andando in bicicletta e tutte queste cose,” dice Heughan, che ha passato la sua adolescenza vicino Edimburgo. “Ed era come se volessi davvero condividere il mio amore per l’aria aperta e anche sfidare me stesso a fare cose diverse, e quello, in un certo senso, è come è nato My Peak Challenge.”
L’iniziativa, che incoraggia la definizione di obiettivi e fornice a circa 10.000 membri – “Peakers” – video di esercizi e piani nutrizionali, supporta diverse organizzazioni benefiche, incluse Bloodwise e Marie Curie. Un premio in arrivo legato alla sfida è un viaggio in Scozia, ma non un semplice viaggio in Scozia: “È una specie di appuntamento con me, ma in uno dei nostri gala di beneficenza,” dice Heughan, i suoi occhi cerulei illuminati.
Con i suoi programmi praticamente definiti fino al 2020, dopo aver girato il film di Vin Diesel “Bloodshot,” ha un altro progetto in ottobre, seguito dalla ripresa con 10 mesi di registrazione per la stagione cinque di 'Outlander' all’inizio del prossimo anno. Riconosce l’esercizio fisico, e il tempo tranquillo a casa come forze fondamentali.
“L’esercizio mi aiuta davvero. Mantiene la struttura e a essere onesti, proprio lo stare a casa, tipo nel tuo letto e una serata tranquilla. Può sembrare davvero noioso, ma in effetti è il momento in cui puoi staccare e riorganizzarti,” dice.
Heughan, che proviene dal mondo del teatro e si è formatto alla Royal Conservatoire of Scotland, è stato a New York andando in giro per la commedia a trazione femminile “The Spy Who Dumped Me.” “È quasi come se i tradizionali film di James Bond fossero stati rovesciati. Hai ruoli di Bond femminili, e io sono un po’ come 'una bambola', suppongo,” dice del suo personaggio.
(Parlando di James Bond, Heughan è il nome più recente che si vocifera sia in corsa per il ruolo iconico dopo che Daniel Craig avrà lasciato il suo incarico l’anno prossimo.)
Nel film, Heughan interpreta una spia che si pone in contrasto con la stravaganza delle protagoniste Mila Kunis e Kate McKinnon. “La commedia per me era interpretare un tipo ordinario ed essere una specie di tavola elastica per loro – loro sono folli, e [il mio personaggio] è del tipo ‘che diavolo sta succedendo qui?’ È stato divertente fare questo,” dice. “Non ne ero mai stato parte , davvero; vengo dal dramma classico formato con Shakespeare e Dostoyevsky e Chekov, e poi ho visto queste donne al lavoro, e c’è una vera tecnica in ciò; è incredibile. Non è solo essere persone divertenti – sono divertenti – ma è più su quanto duramente lavorano.”
Dice la regista e coautrice del film Susanna Fogel, “È molto cordiale e di livello e ha rappresentato un buon complemento del la pazzia [di McKinnon] perché ha recitato bene la parte del ragazzo abbottonato, a non in maniera fredda. Può passare dall’essere intimidatorio e terrificante all’essere qualcuno per cui fai il tifo perché ha questo innato calore umano.” E come un vero agente trasformista sotto copertura, può anche essere divertente.
“La commedia è eccitante perché è molto viva, c’è un’energia e tu devi tenerla viva. È fantastico quando funziona, e quando non va lo avverti. Perciò ora posso capire che può dare dipendenza,” dice Heughan che non ha nessun altro progetto di commedia all’orizzonte – be’ a meno che uno non conti ‘Outlander’. “Penso che ci sia sempre un elemento da commedia, perfino in ‘Outlander’. Sono le situazioni e come i personaggi reagiscono alle situazioni,” dice.
Heughan ha appena concluso la stagione quattro dello spettacolo di Starz, che ha contribuito a creare la sua base di fan. Descrive le riprese della stagione in arrivo come se fossero state dure e pazze, ma aggiunge che pensa che “Abbiamo chiuso probabilmente con il finale più forte di tutte le stagioni.”
Nella nuova stagione il cast viene portato nell’America del 1700. “Sono pionieri e coloni, quindi passano molto tempo nei boschi, a costruire e nel fango,” dice Heughan. Mentre quella parte della stagione è ambientata in Nord Carolina, Heughan è riuscito a rimanere in zona per le riprese. “Dovevamo trovare una località specifica in Scozia che somigliasse alla Nord Carolina. È straordinario – c’è davvero, abbiamo queste grandi foreste in Scozia, e questi alberi incredibili che sono così antichi, e crinali montuosi. Sono stato in Nord Carolina per vedere dove avremmo dovuto essere, e sembra davvero uguale.” 
È una buona cosa che a Heughan piaccia passare tanto tempo all’aperto. Durante il suo recente periodo passato a New York, ha visto alcuni spettacoli, incluso “Straight White Men” di Armie Hammer (gli è piaciuto), e si è allenato con Ed Naper. “Ho passato molto tempo qui – mi piace camminare per le strade. E [la città] è facile da percorrere a piedi,” dice. “Quando sono stato qui la scorsa settimana, ho avuto un incontro proprio fuori Central Park, e poi ho camminato per tutto il tragitto fino a SoHo. È davvero una bella passeggiata.”
Perciò se state provando a trovarlo, guardate a Broadway. Se non altro, è probabile che lo vediate su un manifesto lungo la strada.
(X)

0 commenti: