giovedì 15 giugno 2017

A Fugitive Green: Parigi 1744

Aveva lanciato più di uno sguardo a Mr Fraser quando lui se ne andò mezz'ora più tardi, regalandogli un sorriso mentre prendeva il pacco contenente Frederick e le fragole per la colazione dell'insetto. Poi si piegò ancora una volta sotto l'arco, il sole del pomeriggio scintillava sui suoi luminosi capelli, e se ne andò. Lei stava fissando la porta vuota.
Anche suo padre, uscito dalla stanza sul retro, la guardava, non senza simpatia.

Mr. Fraser? Non ti sposerà mai, mia cara - ha una moglie, ed è una donna piuttosto straordinaria anche. Comunque, anche se è un ottimo agente, non ha lo scopo che vorresti. E' interessato solo agli Stuart; i giacobiti non serviranno mai a niente."
Senza aspettare, si voltò e si diresse verso il quadro cinese.
Una moglie. Straordinaria, eh? Nonostante la parola "moglie" fosse innegabilmente un pugno nello stomaco, il successivo pensiero di Minnie fu che non doveva necessariamente "sposare" Jamie Fraser. E per quanto riguardava l'essere straordinari, poteva lei stessa dare a un uomo un colpo bello forte nelle palle. Si avvolse un boccolo del colore del grano maturo attorno ad un dito e se lo sistemò dietro l'orecchio.
...collegato ad un altro estratto

0 commenti: