giovedì 3 novembre 2016

Caitriona Balfe, Outlander 3 e le scene hot

L’attrice Caitriona Balfe promette più scene hot nella terza stagione di Outlander.
“Se non ho un marito, ho sempre l’altro di riserva.”


**ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER PER CHI NON HA LETTO I LIBRI**

Sono passati solo quattro mesi da quando i fans di Outlander hanno dovuto dire addio a Jamie e Claire nell’emozionante finale di stagione della seconda serie. Ma ci vorrà anche molto prima che la famosa coppia di viaggiatori nel tempo ritorni sugli schermi della Starz per la terza stagione il prossimo Aprile. Fortunatamente nel frattempo potrete consolarvi con la nuova edizione in Blu-ray della stagione 2 in uscita martedì 1 Novembre. E per i più accaniti seguaci della serie e dei romanzi di Diana Gabaldon c’è anche un’edizione speciale che contiene un estratto inedito del nuovo romanzo “Go Tell the Bees That I Am Gone.” La protagonista della serie Caitriona Balfe si è presa una pausa dai suoi intensi 11 mesi di shooting per riflettere sulla seconda stagione e anticiparci perché i fans non rimarranno delusi, soprattutto gli amanti del lato più piccante della serie.

V.F. HWD: Hai sentito che Diana Gabaldon ha annunciato nel weekend che la serie dei romanzi di Outlander terminerà con il decimo libro probabilmente?
Caitriona Balfe: Non lo sapevo!


Ti riporto le esatte parole. Ha detto: “Questa sarà l’ultimissima cosa dell’ultimo libro, che probabilmente sarà il decimo”. Considerando che è già al lavoro sul nono libro, i fans sono letteralmente andati nel panico al pensiero. Che cosa ne pensi?”
Penso sia già grandioso che sia riuscita a scrivere dieci romanzi. Ad un certo punto Jamie e Claire cominceranno ad invecchiare, verso l’ottavo o il nono libro, quindi credo che sia in qualche modo inevitabile.


Alcuni fans saranno distrutti dalla mancanza di libri. Avresti mai pensato, quando hai firmato il contratto, che i romanzi fossero così seguiti? 
 In realtà no. E’ stato fantastico fare parte di qualcosa che nasce direttamente dai fans. Questi personaggi hanno avuto ruoli così importanti nella vita di molte persone: è stato incredibile poterne far parte e vedere che i fans condividono il loro amore per i personaggi e per i libri con noi. Adesso sono consapevole di quanto io sia fortunata: all’inizio non me ne rendevo conto, ho scoperto che esistevano i libri nel momento in cui mi hanno chiesto di ritornare per il casting. Ho letto il primo libro ma non sapevo quanti fossero : gli ultimi tre anni sono stati un viaggio molto illuminante.

So che siete in costante contatto con i fans e che spesso vi fanno notare quando manca qualcosa: che cosa è mancato di più nella seconda stagione?
Posso dire per certo che è mancata molto l’intimità tra Jamie e Claire, anche se ce lo aspettavamo. Penso che sia mancata anche a me e Sam, specialmente all’inizio che era molto concentrato su questioni politiche: credo che quei momenti siano mancati a tutti. Ci sono molti momenti chiave che i fans si aspettano di vedere, quindi ti accorgi decisamente se mancano. Stavo pensando ad un esempio specifico ma l’unica cosa che mi ritorna in mente da cosa vedo su Twitter è “Dov’è il sesso?”. 


Quali di questi momenti chiave non potrete escludere dalla terza stagione?
La prima cosa di cui tutti parlano è la tipografia (quella in cui Jamie e Claire si riuniscono dopo decenni di separazione). “Ci sarà la tipografia? Non dovete cambiare una riga di quella scena.” Non l’abbiamo ancora girata ma credo che gli autori siano perfettamente consapevoli di quello che i fans si aspettano. Ci saranno poi Jamie e la grotta e molto su Claire e Brianna.


La terza stagione vede un bel salto temporale, dalla giovane Claire alla madre di Brianna [interpretata dalla ventiduenne Sophie Skelton]. Che cosa si prova a muoversi avanti e indietro nella vita di un’altra?
È già una cosa difficile provare ad immaginare dove si potrebbe essere tra vent’anni, figuriamoci doverlo fare per qualcun’altro. Ho parlato con una persona recentemente che mi ha spiegato come ciascuno di noi senta di avere la stessa età per tutta la vita: per sua nonna ad esempio, lei aveva sempre 21 anni. Una mia amica mi diceva invece “Penso di avere 28 anni, dovevo essere così felice a quell’età che mi immagino sempre così”.

Con Claire ho dovuto imparare anche questo. Quando ritorna a Boston senza Jamie, è una madre ed è molto professionale ma ha rinnegato una parte di sé: quel lato sensuale e romantico è rimasto nascosto per circa 20 anni. Quando ritorna da Jamie, riscopre anche quello: ritorna ad avere 27 o 28 anni, l’epoca in cui l’ha incontrato, quando si è sentita viva per la prima volta.

Se Claire ha messo da parte il suo lato sensuale e romantico per buona parte della terza stagione, allora dovremo prevedere molti tweet arrabbiati da parte dei fans?
No! Ci sarà un altro tipo di sesso. Penso invece che tutto quello che accadrà dopo la riunione di Jamie e Claire sia speciale. Magari i fans dovranno aspettare un po’ ma non credo sarà così scarsa come la seconda stagione, posso dirlo?


In questa stagione indosserai vestiti moderni e favolosi. Non ti manca un po’ la moda parigina e scozzese, così sfarzosa?
Con grande disappunto dei fans, non ho sentito la mancanza dei corsetti o delle imbottiture nemmeno per un secondo. Poter interpretare gli anni ’40, ’50 e ’60- soprattutto ’60- è stato molto divertente. La costumista Terry Dresbach ha armadi e armadi pieni di vestiti. Alcuni costumi sono stati cuciti nel laboratorio, altri erano capi vintage che aveva lei. Amo come ogni era ci racconti qualcosa delle donne- come se fosse uno strumento di misura. Alcuni capi degli anni ’60 sono così belli che le ho chiesto di rifarmeli uguali.
Per il ritorno indietro nel tempo Terry ha avuto una fantastica idea, molto divertente, per il vestito che Claire porta con sé nel 17° secolo. È molto più tradizionale: mescola un po’ lo stile parigino con quello scozzese, pur essendo molto diverso da quello delle altre stagioni. Nella terza stagione avrò credo un solo costume: nelle altre ne avevo 17, 18, 19; stavolta sarà più semplice, soprattutto verso la fine perché saremo sulla nave.


Quindi non vedremo Claire vestita da pirata?
Esatto. Non credo lo vedremo mai ma sarebbe molto divertente se arrivassi in scena con una benda e un pappagallo.
 

Quando ho incontrato Sam la settimana scorsa, mi ha detto che filmare senza di te “è stato come avere un lutto in famiglia”.
Och! Mi considera già morta. Andata. Troppo triste.
 

Come ti sembra filmare senza Sam?
È molto strano! È vero che io e Sam abbiamo lavorato insieme negli ultimi tre anni, ma è anche vero che quando giravo con Tobias [Menzies che interpreta sia il marito di Claire, Frank Randall, che il cattivo del 17 secolo Black Jack], non c’è mai stato uno stacco totale, io e Sam abbiamo sempre girato almeno due giorni insieme nel frattempo. Mi manca decisamente. L’altro giorno eravamo in sala trucco insieme uno di fianco all’altro e abbiamo pensato “Oh, tu sei nel tuo mondo ed io nel mio”. È molto strano ma la cosa bella è che ho avuto più tempo per lavorare con Tobias. Mi sento molto fortunata: se non ho un marito, ho sempre quello di riserva. Nessuno dei due è una riserva ovviamente, ma si è creata una dinamica strana e allo stesso tempo interessante. Molto presto saremo di nuovo insieme e credo che prima o poi si stancherà di me.



Traduzione di Federica
[x]

0 commenti: