giovedì 13 ottobre 2016

Il Making of Outlander, 5 immagini del dietro le quinte

Outlander, l'adattamento di Starz dei romanzi bestseller di Diana Gabaldon, sta per prendere vita anche tra le pagine di un proprio adattamento. Nel libro The Making of Outlander che uscirà il 18 Ottobre (in America) ci si immergerà profondamente nelle prime due stagioni della serie; l'autrice Tara Bennett - con l'introduzione scritta dalla  Gabaldon stessa - porterà i lettori attraverso i copioni e le riprese di ogni episodio, offrendo immagini -mai viste prima- e offrendo interviste esclusive di cast e troupe.
Qui sotto vedrete che EW ha condiviso cinque esclusive immagini dei dietro le quinte così come la visione della produttrice esecutiva Maril Davis, che afferma che il libro è "una lettera d'amore per il cast e la troupe" e che permette ai fan di dare uno sguardo intimo nella produzione della travolgente epopea della storia d'amore tra Jamie (Sam Heughan) e Claire (Caitriona Balfe). "La maggior parte dei fan vogliono sapere come viene fatta la serie, sono interessati al processo di realizzazione", dice la Davis. "Le persone non capiscono le decisioni che prendiamo."

Ecco 5 immagini con 5 spiegazioni.


Questa immagine è dell'episodio pilota, che vedeva Claire attraversare le pietre e viaggiare nel passato. Anche se le pietre giganti di Craigh na Dun sono state costruite in poliuretano con rivestimento duro per conservarne l'insieme, il resto della scena non ha richiesto alcun effetto speciale - la Davis dice che tutti l'hanno preso come un segno positivo. "Ho un favoloso ricordo di questa specifica scena", dice la Davis. "Era così eterea lassù. Non abbiamo usato la macchina per ricreare il vento, perché ogni volta che funzionava nella scena, il vento vero aumentava. Quel giorno è stato molto strano per tutti i presenti."
"Era come un momento predestinato
", aggiunge. "Abbiamo avuto davvero bel tempo, il che è insolito per la Scozia, quindi penso che noi tutti siamo stati indotti a pensare che il resto delle riprese sarebbe stato facile... c'è solo l'espressione di pura gioia sul volto di Caitriona. Era una messa a punto magica per quello che sarebbe diventato un servizio fotografico davvero magico." Poi di nuovo, non tutto sembrava perfetto. "Abbiamo fatto davvero fatica a trovare i fiori blu che Diana aveva descritto nei libri" ricorda.


La seconda stagione ha portato i Fraser in Francia. Per una visita a Versailles, Claire indossa un abito rosso memorabile, particolarmente scollato - e ha condiviso un momento intimo con Jamie prima di uscire. La scena mostra solo un po' del team che li circonda nell'angolo in basso a sinistra, che la Davis dice essere una visuale normale per la Balfe e Heughan, specialmente nelle loro scene più da vicino. "E' come se ci fossero Jamie, Claire ed altre 20 persone", ride. "Fin dall'inizio, [Caitriona e Sam] hanno avuto questo rapporto stupefacente. Vanno veramente molto d'accordo. Se così non fosse, saremmo nei guai."
Oltre ad avere i giusti costumi per la seconda stagione in cui si viaggia per il mondo, la Davis ricorda che la produzione si sia concentrata su due set principali: la farmacia di Mastro Raymond (Dominique Pinon) e la camera stellata del re. "Una cosa è vedere le foto, ma quando si cammina sul set è come essere lì", dice. "Aiuta gli attori. Entrano e parte del loro lavoro è fatto. Devono recitare, ma non ne sono distratti."


I poncho blu sono onnipresenti sul set di Outlander. "Il clima scozzese e il paesaggio sono rigidi. Piove tutto il tempo, dobbiamo lavorare nel fango" dice. "La montagna di ombrelli e di poncho che abbiamo è una costante... è diventata una seconda realtà [vedere le comparse indossarli]."
La Davis ricorda una scena della prima stagione in cui c'era così tanto fango che "le persone scivolavano giù per la collina." "E' sempre un incubo logistico", dice sul girare all'aperto lontano dalla civiltà. "E' difficile portare la nostra grande produzione e organizzare le cose. Sono sicura che è per questo che ognuno di noi ha grandi ricordi dei bagni in tutti questi luoghi". 


Questa immagine è dell'episodio in cui Claire ha dei flash del suo tempo, della seconda guerra mondiale, sperimentando lo stress post traumatico oltre alla perdita di Faith e l'abbandono della sua vita a Parigi. "Quando stavamo facendo questo episodio, [lo scrittore] Matthew B. Roberts ha capito che Claire non doveva fare molto in quei capitoli", spiega la Davis. "Matt si avvicinò con l'idea dello stress perché sentivamo che lei non aveva mai parlato della sua esperienza in guerra e ci sembrava probabile che a quel punto sarebbe riemerso essendo in guerra." Focalizzandosi sui momenti difficili di Claire, però, ha ironicamente dato loro qualche leggerezza. "Ci siamo concessi un piccolo momento di divertimento in cui abbiamo potuto mostrare l'origine della frase 'Gesù Cristo d'un Roosevelt', che dice spesso", afferma la Davis. "E' stata una chicca per i fan."
La Davis ha anche condiviso un'altra curiosità umoristica dell'episodio: la scena in cui Dougal MacKenzie (Graham McTavish) conduce una finta carica degli Highlanders - una tattica a sorpresa utilizzata sul campo di battaglia - era stata originariamente immaginata non a torso nudo, ma senza pantaloni. A causa di un problema di costumi, hanno dovuto abbandonare l'idea, e hanno anche accarezzato quella per cui con gli uomini andassero completamente senza vestiti. "Credo che ci siamo detti, 'dovremmo farglielo fare nudi?' ", Ricorda. "Tutti i ragazzi erano d'accordo, ma era vero per al tempo la carica degli Highlanders era fatta con dei ragazzi dalle lunghe camicie perché i plaid a volte influenzavano il modo di combattere."


Le riprese di battaglia non sono mai facili e per la battaglia di Prestonpans, la produzione ha dovuto fare i conti anche con - sì, ancora una volta - il tempo scozzese non cooperativo. "La vera battaglia è avvenuta in un po' di nebbia e abbiamo cercato di ricrearla, ma abbiamo scoperto molto presto che con il vento non si riusciva a mantenere la nebbia con la macchina del fumo", spiega la Davis. Invece, il team ha costruito un tendone, l'ha riempita di fumo e poi ha filmato l'intera battaglia all'interno. "E' stata un'idea abbastanza ingegnosa che alla fine ci ha salvato, ma voglio dire, è stato abbastanza disgustoso con il sangue e i cavalli e il fango e tutto il resto."
Per fortuna, nessuno si è fatto male nel processo - la Davis dice che soltanto Romann Berrux, che interpretava Fergus, si è preso accidentalmente un colpo - e facendo questo episodio il team si è preparato per la prossima grande sfida: la battaglia di Culloden, nella stagione 3. "La battaglia di Culloden è stato di gran lunga il set più grande che abbiamo mai fatto, ma siamo molto entusiasti di come si sta presentando", dice la Davis. "Questa stagione è molto impegnativa. Mostreremo le storie parallele di Jamie e Claire e avremo salti multipli all'interno di quelle linee parallele".

0 commenti: