martedì 14 giugno 2016

Outlander, si vince una battaglia ma si perde un amico


Gli autori spiegano questa morte inaspettata.

***Attenzione spoiler della puntata 10 'Prestonpans'***

È stata una vittoria decisamente agrodolce.
In questa puntata di Outlander si è combattuta la prima battaglia e sebbene gli highlanders siano riusciti a vincere, hanno risentito pesantemente delle conseguenze.
La maggior parte dell’episodio è trascorso tra ipreparativiper la battaglia di Prestonpans. Claire sapeva che i giacobiti avrebbero vinto, ma non per questo bisognava farsi cogliere impreparati. Mentre Jamie, il Principe e gli altri generali discutono le mosse più adatte per attaccare gli inglesi, Claire dirige un improvvisato ospedale da campoe gli uomini di Jamie riflettono su una loro possibile dipartita.
Molti di loro sono veramente preoccupati per il conflitto che si sta avvicinando e in particolare Angus sembra aver quasi abbracciato l’idea di un suo possibile non ritorno, come se sapesse cosa può succedere. Dice anche a Rupert che gli avrebbe lasciato tutti i suoi averi (cioè la sua spada) e Rupert gli ha quasi riso in faccia.
In un primo tempo sembrava Rupert quello destinato a morire: Angus l’aveva riportato all’ospedale da campo con un’enorme ferita al fianco ma anche in quel momento  l’unica preoccupazione di Rupert, era che Angus non fosse stato ucciso, prima che lui perdesse i sensi.
Appena prima di essere ferito Rupert aveva visto che Angus era stato colpito da una pallottola e che questa aveva causato un’emorragia interna. Poco dopo la visita del principe Charles, Angus soccombe alle sue ferite. Qualche tempo dopo Rupert riprende conoscenza solo per scoprire la morte del suo migliore amico.
Rupert da sfogo al suo dolore tenendo tra le braccia la spada di Angus e unendosi all’amicoRoss in una triste ode ai compagni caduti.

La battaglia della scorsa puntata ci mostra essenzialmente quanto sia complicata questa ribellione e quanto folle sia il principe Charlie, che si presume dovrebbe essere in grado di comandare. Ordina che i soldati inglesi vengano curati nell’ospedale da campo, dal momento che sono anche loro sudditi del padre, e per poco non caccia Dougal dall’esercito per aver parlato male di loro, fino a che Jamie non risolve la situazione.C’è qualcosa di così strano nel principe che ci fa domandare come abbia fatto a farsi ascoltare da tutti fin dal primo momento (nota: le parole “badate bene” risuonano da tempo nelle nostre menti e per questo le odiamo).
La vittoria è stata solo un’anteprima della guerra che sta per arrivare e la morte di Angus- che non è narrata nel libro- è stata necessaria per mostrare la realtà che Claire, Jamie e gli altri highlanders stanno per affrontare.
"Stiamo narrando una storia di guerra e qualcuno deve pur pagare il prezzo.” Ci racconta il produttore esecutivo Ronald D. Moore ad E! News. "Anche in questa particolare battaglia a Prestonpans, gli highlanders avevano perso veramente pochi uomini mentre gli Inglesi erano stati decimati. Non ci sembrava giusto però raccontare una storia di guerra e non avere nemmeno una perdita dalla nostra parte: non doveva essere semplicemente qualcuno che era apparso solo una volta prima di morire, ma qualcuno che significasse qualcosa per il pubblico."
"Volevamo far capire che la strada per Culloden non è per nulla semplice" dice il produttore esecutivo Maril Davis. "Non possono percorrerla senza rischi e senza perdere delle vite equesto li colpisce personalmente."

Angus è stato scelto come quello destinato a morire per diverse ragioni. All’inizio gli autori volevano fa morire Willie, secondo Moore, ma la programmazione non andava poi così bene per gli attori, allora hanno finito per scegliere Angus.
"Sapevamo semplicemente che, conoscendo la fratellanza tra Angus e Rupert, questa sarebbe stata una perdita a dir poco insopportabile" Davis afferma.
"Abbiamo pensato che Rupert, dopo questa perdita, avrebbe potuto ancora raccontarci tante cose, sarebbe stato uno di quei personaggi che ci ricorda costantemente i costi di questa guerra con la sua storia." Moore concorda. "C’era un ragazzo sempre insieme al suo migliore amico, il pubblico li conosce come in duo: ora è difficile immaginare Rupert senza Angus, ma deve abituarsi a vivere così."
Fidatevi di noi quando vi diciamo che Rupert non si libererà di Angus almeno per i prossimi due episodi ancora, e nemmeno noi: abbiamo sempre quella scena in cui si rovesciava tutto addosso e rideva istericamente per ricordarlo.

Traduzione di Federica F

0 commenti: