martedì 10 maggio 2016

Black Jack e l'ossessione per Jamie

Nell’episodio di sabato sera di Outlander su Starz (episodio 5 ndr.) si realizza il peggior incubo di Claire nel momento in cui  poggia di nuovo gli occhi sul Capitano Jonathan “Black Jack” Randall (Tobias Menzies), l’uomo che ha brutalmente stuprato suo marito Jamie in Scozia.
EW Magazines ha chiesto a Menzies di spiegare cosa spinge il suo alter ego e perché è così ostinato a soggiogare Jamie.

Come si spiega questa ossessione di Black Jack verso Jamie?
TOBIAS MENZIES: io non credo che odi Jamie. Penso che sia stimolato e intrigato da lui. In un certo senso Jamie rappresenta tutto quello che Jack non è, e allo stesso tempo uno ama e vuole distruggere quello che non può essere. Come qualcuno che è interessato al dolore e alla soglia del dolore della gente, frusta Jamie e Jamie è in grado di resistere a più punizioni di quante lui ne abbia mai somministrato. Perciò penso che lui consideri Jamie una persona straordinaria. Si, è contorto ma è una sorta di forte, strano rispetto
Sembra ancora più malvagio
Si, è oscuro, ma è, suppongo, un’espressione della sua verità delle sue esperienze di guerra. Questa è una manifestazione onesta della sua personalità. E si, è enormemente disfunzionale, anche se non significa che non vi siano ammirazione rispetto e amore in queste interazioni.


Black Jack è gay?
Non si è realmente soffermato sull’omosessualità. Non è effettivamente questo e io non sono sicuro che Jack descriverebbe se stesso come un omosessuale. Penso che l’omosessualità non fosse cosi chiaramente definita come adesso. Mi sono convinto che non è amore quello di Jack per Jamie, ma piuttosto è un esplorazione del suo sadismo, e in Jamie ha trovato qualcuno che riesce a metterlo in risalto e un avversario straordinario nel suo viaggio, anziché che una storia d’amore tra i due.




Traduzione di Iolanda

0 commenti: