lunedì 4 aprile 2016

Effetto Outlander

Il protagonista della serie 'cappa e spada' Outlander, Sam Heughan ha sostenuto la richiesta di costruire uno studio cinematografico in Scozia, dicendo che il successo degli studios costruiti appositamente per la serie statunitense "dimostra che è una scelta vincente".
Parlando dello show in costume ambientato nelle Highlands che si prepara a tornare per l'attesissima seconda stagione, il 35enne di Dumfries e Galloway dice che è di vitale importanza che la Scozia raggiunga artisticamente il calibro dell'Irlanda del Nord, che ha uno spazio per gli studi sette volte maggiore. La campagna per uno studio cinematografico scozzese a pieno titolo come Pinewood è andata avanti per più di un decennio.
I commenti di Heughan arrivano quando Wardpark Studios, la società privata che filma Outlander per la Sony, ha chiesto 4 milioni di sterline di finanziamento al governo scozzese per espandere il proprio sito nel Cumbernauld da quattro teatri a sei. Lo sviluppo, che comprende anche molti lotti e uffici, aumenterebbe la dimensione della struttura di quasi due terzi, portandolo alla fine a quasi 7500 metri quadrati.
Il sito esistente viene utilizzato esclusivamente per le riprese di Outlander, ma una delle condizioni della transazione consiste nel cedere i teatri di posa in più ad altre produzioni.
"Siamo molto riconoscenti ad Outlander per aver ottenuto questo studio", ha detto Heughan. "E' stato costruito per un uso specifico e abbiamo dimostrato che si può fare. So che ne hanno parlato a lungo [uno studio per la produzione scozzese di film].
"Penso che sarebbe bello [costruire] un altro studio. La Scozia ha bisogno di molti studi - più sono e meglio è. Stiamo creando posti di lavoro con Outlander, ma ci piacerebbe crearne di più, ovviamente, se ci saranno altri studi. Più siamo, meglio è, quindi dateceli.
"E' incredibile vedere la quantità di persone che vi sono impiegate, non solo attori e troupe, ma anche stuccatori e falegnami e imprese di trasporti. Tutto quel denaro sta convogliando nell'industria e in Scozia e penso che abbiamo bisogno di più spazio.
"Ho visto un articolo su quanto spazio l'Irlanda abbia in confronto alla Scozia ed era sproporzionato. Penso che se vogliamo incoraggiare e dare il benvenuto a più produzioni dovremmo avere più spazio."
La segretaria alla cultura Fiona Hyslop ha detto all'inizio di questo mese che la Scozia ha le possibilità "non per uno solo, ma per un certo numero di studi".
Oltre all'installazione di Wardpark Studios, ci sono anche altre proposte per un complesso cinematografico e televisivo per 140 milioni di sterline a Straiton, nella periferia di Edimburgo, ma finora il progetto di Pentland Studios - progettato da un consorzio di produttori dell'industria cinematografica - non è riuscito a ottenere il permesso di pianificazione dal Consiglio del Midlothian.
La società ha chiesto al governo scozzese ulteriori indagini.
Nel frattempo, già dallo scorso anno, la Creative Scotland e la Scottish Enterprise sono entrate in trattativa con un imprenditore privato con l'obiettivo di creare uno studio cinematografico nazionale, ma i professionisti del settore sono diventati sempre più frustrati per la mancanza di progressi e preoccupati per la perdita della Scozia.
Neville Kidd, il direttore della fotografia di entrambe le stagioni di Outlander, ha detto che la Scozia era in enorme ritardo sul resto del Regno Unito.
Ha detto: "Game of Thrones non filma in Scozia perché hanno avuto un'offerta migliore dall'Irlanda del Nord - ma tutti sanno che hanno registrato il pilot in Scozia".
"Quando le persone sono alla ricerca di dove filmare, il criterio numero uno si basa sulle agevolazioni fiscali. Il secondo criterio è 'la storia è adatta per il luogo?', E poi il terzo è che è necessario uno studio. Se non si dispone di uno studio, non c'è la produzione".
Kidd, che filma Sherlock e Dr Who per la BBC nel Galles, e sta girando a Vancouver, in Canada per la serie Netflix, Travellers, ha detto che la Scozia aveva molto da imparare da entrambi i paesi.
"Ci mancano gli enti pubblici con delle soluzioni, creative e finanziarie, che hanno portato Game of Thrones a Belfast e Sherlock e Dr Who nel Galles, perché questi sono stati tutti finanziati dagli organi gallesi e irlandesi. Ma entrambi traggono fondi dalla pentola del Regno Unito, perché i gallesi ed i sistemi dell'Irlanda del Nord funzionano meglio?"
"Dovrebbe esserci un bilanciamento di competenze tra i dipartimenti pubblici in Galles e quelli del Creative Scotland. Abbiamo bisogno di loro perché ci aiutino, perché ci manca tutto."
"Ma non c'è neanche bisogno di avere un vero e proprio 'studio'. Sto girando a Vancouver al momento e ci sono più di 40 produzioni attive in questo momento, ma Vancouver è di dimensioni simili a Glasgow.
"Vancouver trasforma tutto in uno studio. Netflix ha trasformato due edifici abbandonati in uno studio. E tutti lo stanno facendo."
Come un 'Kilty Pleasure' sia trasformato una fonte di denaro con il turismo.
Se la Scozia non riesce a cogliere l'opportunità grazie ad Outlander, lo stesso non si può dire per l'industria del turismo del paese.
I siti storici hanno avuto nuova vita grazie all'ondata dell'Outlander mania.
La serie di successo, ambientata nella Scozia del 18° secolo, avrà la sua première presso il Museo Americano di Storia Naturale di New York, ma gli effetti a catena si faranno sentire negli angoli più remoti della Scozia, che sono diventati le principali attrazioni internazionali dei visitatori sulla scia del successo mondiale dello show.
Anche se gli spettatori del Regno Unito devono pagare per vedere Outlander sul sito internet Amazon Prime, la serie ha raccolto qui un enorme seguito e un seguito con un entusiasmo ancora maggiore tra gli appassionati stranieri innamorati dalle raffigurazioni romantiche del periodo giacobita scozzese.
VisitScotland scherzosamente ha sfruttato Outlander per la sua campagna turistica "Kilty Pleasure" in corrispondenza con il lancio del DVD della prima stagione lo scorso anno, ma la fortuna del turismo non è uno scherzo.
Alcune sedi scozzesi presenti nello show, tra cui Preston Mill e Doune Castle vicino a Stirling, stanno segnalando un aumento del numero di visitatori.
Malcolm Roughead, amministratore delegato di VisitScotland, ha dichiarato: "Il successo fenomenale della prima serie di Outlander ha avuto un impatto incredibile su una serie di attrazioni, tour e altre imprese turistiche in tutto il paese, con il paesaggio scozzese, la cultura e il patrimonio mostrato agli spettatori di tutto il mondo. Una ricerca suggerisce che circa il 40 per cento dei visitatori del Regno Unito viene ispirato a visitare alcuni luoghi dopo averli visti in un film o in televisione quindi con ancora più sorprendenti edifici storici  e paesaggi scozzesi nella seconda serie dello show, non vediamo l'ora di vedere il risultato dell'Effetto Outlander".
Per chi non lo sapesse, lo show inizia nel 1945, quando l'ex infermiera della seconda guerra mondiale Claire Randall e suo marito Frank stanno visitando Inverness, in Scozia.
Mentre esplora le pietre di Craigh na Dun vicino Culloden (in realtà sono gli Stones Callanish a Orkney), Claire sviene dopo aver toccato la pietra più alta e si sveglia per trovarsi nel mezzo di quello che sembra essere una scaramuccia tra le giubbe rosse e gli Highlanders scozzesi ribelli.
Salvata da un attacco da parte del doppio cattivo di Frank, il capitano giubba rossa Jonathan "Black Jack" Randall, usa la sua formazione medica per aiutare lo scozzese ferito, Jamie Fraser - interpretato da Heughan.
Da lì ci si aspetta una sorta di Mills & Boon che incontra un epico Highlander, con una spruzzata di approccio in stile Tudors con dettagli storici e di sesso.
Ma se la serie è finzione, il suo impatto sul turismo è reale.
Tra settembre 2014 e settembre 2015, Falkland - il villaggio nello Fife che ricrea l'Inverness del 1940 nel primo episodio - ha subito un incremento del 12% del numero di visitatori.
Preston Mill, che presta lo sfondo a diverse scene, ha registrato un aumento del 26% rispetto l'anno scorso, mentre il numero di visitatori a Culloden è aumentato del 19%.
Historic Scotland ha anche riferito un aumento del 44% del numero di visitatori estivi a Doune Castle, che ha un ruolo da protagonista in qualità di Castle Leoch e ora sta assumendo guide e personale extra per far fronte all'afflusso.
Al Blackness Castle nel West Lothian, che incarna gli interni della roccaforte di Fort William, le visite turistiche sono aumentate fino al 31%.
La popolarità globale della serie ha anche portato ad un crescente numero di tour creati appositamente su misura per i fans di Outlander.
Catriona Stevenson, di Slainte Scotland Tour, ha visto le richieste per i suoi tour in tema Outlander, iniziati l'anno, scorso triplicarsi.
Ha detto: "Ho avuto persone provenienti da Israele, Giappone, Singapore, Germania, Spagna, Brasile, Cile; C'è stata una ragazza dal Perù, ovviamente, dagli Stati Uniti e Australia. Ho accompagnato anche mia cugina dal Sud Africa e quando è tornata a casa, ha iniziato a guardare lo show in tv."
"E' in crescita in tutto il mondo, Francia, Germania: Ci sono tedeschi questo sabato e francesi e canadesi l'altro giorno."
L'appassionata di storia ha ideato i viaggi, che includono sia un giro di nove ore che costa £ 59 a persona e una crociera di Outlander dal South Queensferry, dopo aver sentito dei visitatori discutere dello show.
In un primo momento non aveva idea di cosa fosse ma, dopo una breve sbirciata online, è diventata lei stessa una fan.
Ha aggiunto: "Ho persone che stanno visitando la Scozia solo per via di Outlander. Quindi potrebbero necessariamente non intraprendere un Outlander tour, ma mi dicono che Outlander ha dato loro la spinta per visitarla.
"Abbiamo avuto una donna durante il tour di Loch Ness che viaggiava con la famiglia e mi ha detto che le sarebbe piaciuto fare l'Outlander tour, ma pensava che avrebbe potuto annoiarsi un po'.
"Ma lei era in Scozia per Outlander e avevano visitato molti posti in tal senso."
Stevenson ha aggiunto che Outlander sta dando anche ad angoli dimenticati della Scozia la possibilità di brillare.
"Credo che alcuni turisti siano così sorpresi che i set siano dei veri edifici storici, quindi la sorpresa è doppia - riconosco questo ad Outlander. Come Falkland: le persone vengono qui e sono tipo 'Wow'.
"Questo è il vero vantaggio che ha dato Outlander - molti di questi piccoli e meno conosciuti luoghi hanno sempre più attenzione.
"Molte altre guide turistiche stanno facendo degli Outlander tour perché hanno notato che è qualcosa che le persone sono interessate."
Ha aggiunto che i luoghi della serie come Blackness Castle e Doune Castle stanno vedendo un'impennata del numero di visitatori grazie ad Outlander.
Ha detto che Doune "sta vedendo un massiccio aumento degli ingressi e penso che si siano superati i 70.000, e stanno assumendo personale extra. E' bello vedere l'economia godere di questo effetto."

[x]

0 commenti: