sabato 1 agosto 2015

12 citazioni 'hot' da Outlander-La Straniera

Scusa, Christian Grey, ma molto prima che tu entrassi nel mondo dei romanzi hot, i nostri cuori (e le parti basse) appartenevano già da prima al rubacuori scozzese Jamie Fraser. E i fan della serie di libri time travel Outlander (La Straniera in Italia) hanno apprezzato molto tutti i momenti di caduta-del-kilt tra Jamie e la sua "Sassenach" Claire Randall nella prima stagione dello show targato Starz. 
Mentre attendiamo la seconda stagione, passiamo in rassegna le scene più sexy dal primo libro con questi 12 brani. (solo dal primo libro Outlander per evitare spoiler)

1. Voglio sentirti mugolare così un’altra volta. Anzi, voglio sentirti gemere e singhiozzare, anche se tu non vuoi, perché non puoi farne a meno. Voglio farti sospirare come se ti si stesse spezzando il cuore, e farti urlare di desiderio, e alla fine sentirti gridare tra le mie braccia: solo allora saprò di averti davvero appagata.

2. "Aye, siamo sposati, questo è vero. Ma l’unione non è legale, sai, finché il matrimonio non sarà stato consumato." Dal jabot di pizzo gli salì al volto un vampata di violento rossore

3. Benché ancora troppo affamato e goffo per pensare alla tenerezza, faceva l’amore con una sorta di gioia così instancabile da farmi pensare che la verginità maschile fosse una merce sottovalutata, dopotutto.

4. La sua estrema delicatezza non era affatto esitante, bensì la promessa di una forza conosciuta e tenuta a freno; una sfida e una provocazione rese ancor più straordinarie dall’assenza di richieste. Sono tuo, diceva questa forza. E, se tu mi vorrai, allora...

5. "Sei mia, mo duinne", disse in un sussurro, toccandomi in profondità. "Solo mia, ora e sempre. Mia, che tu lo voglia o no." Cercai di ribellarmi dalla sua stretta, mugolando un «ah» quando lui spinse ancora più a fondo. "Aye, voglio averti fino in fondo, mia Sassenach" sussurrò "Voglio averti, possederti, anima e corpo."

6. Finirà mai, questo desiderio di te?
Anche quando ti ho appena lasciata, provo un dolore al petto e alle dita, tanta è la voglia di toccarti di nuovo


7. Non ti ho chiesto di scusarti. Se ricordo bene, quel che ho detto era: ‘Mordimi ancora’

8. "Ancora meglio", la sua voce era un mormorio caldo al mio orecchio, "quando vengo da te pieno di desiderio, e tu mugoli sotto di me, e ti dimeni come se volessi fuggire, ma io so che stai solo lottando per venirmi ancora più incontro, perché io sto combattendo la stessa battaglia."


9. "Dove hai imparato a baciare così bene?" gli chiesi, con il fiato un po’ corto. Lui sorrise e mi attirò di nuovo a sé.
"Ho detto che ero vergine, mica un monaco"


10. Se fossi un cavallo, mi lascerei condurre ovunque, da lui

11. Voglio abbracciarti stretta stretta e baciarti, senza più lasciarti andar via. Voglio portarti a letto e usarti come una prostituta, finché non mi dimenticherò di esistere. E voglio metterti la testa in grembo e piangere come un bambino.

12. Sentendomi sveglia, mi attirò a sé, come per preservare ancora un po’ l’unione che avevamo raggiunto in quegli ultimi, perigliosi secondi. Mi rannicchiai al suo fianco, abbracciata a lui.
Allora aprì gli occhi e sospirò, increspando la bocca in un lieve sorriso, nell’incontrare il mio sguardo. Alzai le sopracciglia in una domanda tacita. "Oh, aye, Sassenach", rispose un po’ lamentoso. "Sono il tuo padrone... e tu sei mia. A quanto pare, però, non posso possedere la tua anima senza perdere la mia."


[x]

0 commenti: