martedì 23 giugno 2015

La EmmyChat di Sam Heughan

Screen by SamHeughanItalianFans
Il dramma di Starz è arrivato agli angoli più oscuri durante il finale di stagione quando il sadico capitano Black Jack Randall tortura e violenta più volte il guerriero scozzese; è stata una svolta che ha attirato qualche critica e ha generato numerose riflessioni e saggi sulla raffigurazione in TV dello stupro. Altri hanno elogiato le prestazioni di Sam Heughan durante le scene di violenza e le sfaccettature che hanno caratterizzato il suo personaggio ed i loro effetti.
Heughan ha partecipato alla Emmy Contender Chat di The Envelope del lunedi e ha detto di aspettarsi l'attenzione che quelle scene avrebbero sollevato.
"Creare un dibattito sulla gratuità delle scene in televisione, penso sia molto importante", ha detto. "Ero consapevole del fatto che, nello stesso momento un altro show televisivo, 'Game of Thrones', aveva descritto qualcosa di simile."
La produzione della seconda stagione di Outlander, che vede Jamie e Claire (Caitriona Balfe) arrivati in Francia dopo essere scappati dai soldati britannici in Scozia, è ben avviata. Heughan ha detto di aver riguardato alcuni episodi della prima stagione per ricollegarsi al punto in cui i personaggi si erano fermati.
"Mi ero un pò dimenticato quanto fosse intenso... e fino a che punto estremo questi personaggi erano arrivati", ha detto Heughan. "Si sente davvero la seconda stagione come un viaggio della scoperta."
E lo si avverte come "molto diverso", ha aggiunto.
"C'è sicuramente un forte coinvolgimento per gli eventi che accadone nel finale della prima stagione", ha detto. "Ma ci si sente come in un nuovissimo mondo... è come un mondo alieno a cui questi personaggi devono adattarsi."

- dopo il video potete leggere altri punti 'salienti' dell'intervista
Grazie a Outlander En Espanol -




Screen by SamHeughanItalianFans
Riguardo al lavoro svolto negli ultimi due episodi della prima stagione di Outlander, la cosa più difficile è stata scrollarsi di dosso il personaggio a fine riprese insieme alle protesi, ma è stata una grande sfida ed è stato fortunato ad avere un grande regista e un grande Tobias Menzies che ha interpretato egregiamente Randall. In più Diana ha partecipato attivamente dando consigli, ma lasciandoli anche liberi di fare ciò che credevano più opportuno.
Il lavoro sulle protesi è stato molto lungo sia per la schiena sia per la mano che ha impeganto molto tempo, anche 3-4 ore ogni mattina.
Sono stati completati i primi 3 episodi della seconda stagione e molte delle scene sono state girate negli studi al chiuso, dove sono stati riprodotti degli interni favolosi; per ora stanno girando in Scozia, ma poi si sposteranno a Praga.
La parte più difficile nell'interpretare Jamie? Dare vita ad un personaggio letterario così tanto amato; è stata una sfida perchè in molti avevano un'idea radicata di come doveva essere il personaggio tratto dai libri.
Sam è entusiasta che la nuova stagione sia ambientanta in Francia in quel periodo storico e parlando con Ron, Jamie apparirà molto più maturo e concentrato rispetto alla prima stagione.
Sam è stato molto felice di poter lavorare con Laura Donnelly nella parte di Jenny Fraser; un'ottima attrice per un ottimo personaggio che è alla pari e tiene testa a Jamie.
I suoi personaggi preferiti della S2 sono Fergus, la cui chimica con il giovane attore è molto alta e sarà interessante vedere le nuove dinamiche che porterà nelle vite di Jamie e di Claire, e Bonnie Prince Charlie.
Ci sono state molte sfide nella prima stagione, come andare a cavallo e i combattimenti soprattutto con un clima non sempre favorevole (hanno fatto 3 giorni di riprese notturne di combattimenti in mezzo al fango); ma se la sfida più grande della prima stagione è stata parlare gaelico, nella seconda è parlare francese.
Per Sam questo è lo show più grande che abbia fatto, ma come è accaduto per i personaggi interpretati in passato, ha imparato molto soprattutto su sè stesso (la sua forza, la sua pazienza, su ciò che serve per fare il proprio lavoro) dall'interpretare Jamie; è una sfida, ogni giorno è diverso e gli piace.
Avere Diana Gabaldon al loro fianco per le riprese e i consigli è stato importante.
E' entusiasta di andare di nuovo al Comic Con dove spera ci saranno molte domande e molti fans; annuncia anche che sarà più grande rispetto all'anno scorso e ci saranno molte sorprese.
[x]

0 commenti: