martedì 12 maggio 2015

Q&A con Ducan Lacroix su Murtagh Fitzgibbons Fraser

Duncan Lacroix ha deliziato i fans di Outlander, durante l'intera stagione con il suo ritratto del braccio destro di Jamie Fraser, Murtagh Fitzgibbons Fraser.
Una sorta di padre surrogato del giovanotto un po' cresciuto, Murtagh non sono guarda le spalle a Jamie, ma gli ha offerto il suo supporto e la sua guida (condividendo un memorabile momento prima che Jamie sposasse Claire).
Ducan ha raccontato ad Access Hollywood che aveva, originariamente, fatto l'audizione per un ruolo diverso nello show, uno che “non mi calzava a pennello.” Ma alla gente dietro lo show era piaciuto ciò che avevano visto perché chiesero a Duncan di interpretare Murtagh.
Il personaggio era descritto come 'tenebroso, uno che rimugina, scorbutico e aggressivo.' Io pensai, 'Sì posso farlo,'" Ducan rise, mentre parlava al telefono con Access Hollywood dalla Scozia. “Ho girato il video nel mio appartamento con un amico, sul suo iPhone e l'ho spedito. Non mi aspettavo di ricevere una risposta, o se l'avessi ricevuta, pensavo, sai, che ci sarebbero stati un sacco di provini. Ma bè, una settimana più tardi, mi è stato offerto il ruolo, che era enorme, e venni trascinato in Scozia quella settimana stessa.”
Con il Murtagh di Duncan che sta per unirsi a Claire (Caitriona Balfe) e Jenny (Laura Donnelly) nella ricerca del perduto Jamie Fraser, Access ha deciso che era il momento di parlare con l'attore che interpreta il meraviglioso Murtagh.

Apparentemente hai avuto un piccolo ruolo anche in Game of Thrones?
Sì, era...piccolo è un esagerazione, penso. È stato un solo giorno di lavoro, credo. Non mi ricordo, era la Seconda Stagione quando Jamie Lannister è stato trascinanto nel fango...e penso che io ero nello sfondo da qualche parte. Se metti in pausa la scena per un minuto, penso che potresti vedere la mia faccia. E quello era la parte estesa.

E' un grande show, e tu puoi dire di averne fatto parte, come Tobias Menzies.
Sì, lo è! È stato il mio primo lavoro quando arrivai finalmente a Dublino e trovai un agente. È stato piuttosto divertente.


Come ti hanno fatto l'audizione per Murtagh? Perchè ovviamente il tuo personaggio non parla molto. È parte del suo fascino.
Era la scena, mi sembra, in cui spiego a Claire a Castle Leoch quando Jamie sta arrivando per l'Adunanza, e io le spiegavo i pro e i contro. Penso che Ira (Steven Behr), uno dei produttori – penso mi disse che l'avevo ottenuto in due secondi per le mie sopracciglia quindi non avevo nemmeno dovuto recitare troppo.

Sai che però le espressioni sono molto importanti, penso, per ogni personaggio, come il modo in cui si dicono le parole. Devo porti quindi una domanda un po' divertente – era uno dei requisiti, 'dover essere in grado di farsi crescere una barba monumentale?'
Sì ...ne avevo già un po' perché avevo avuto una piccol aparte in 'Vikings', quindi l'avevo già da lì, e sì, chi poteva saperlo. E io potevo farmi crescere una folta e massiccia barba nel giro di un mese, quindi è stato un grande vantaggio.

C'erano delle direttive che vi davano sull'accento Scozzese per quelli di voi che non erano Scozzesi?
Sì, bè, avevamo un coach per l'accento - CarolAnn [Crawford], che è brillante - e noi ci sedevamo, cioè io feci delle intese sedute con lei, quando eravamo al bootcamp, prima della Stagione 1, la maggior parte del tempo l'abbiamo trascorsa con lei e Adhamh [O Broin], il coach di Gaelico. Sì, voglio dire l'accento delle Highlands, sai, quando un Inglese tenta di fare un accento Scozzese, di solito è l'accento di Glasgow, ma l'accento delle Higlands è molto più ricco. È piuttosto bello. Ho passato molto del mio tempo con CarolAnn e lei era sempre sul set per riprendermi quando incasinavo tutto.

Parlami del Gaelico allora – molte persone sono interessate. È stata dura per te?
Il Gaelico, bè, all'inizio Adhamh era – una delle persone più entusiaste che tu possa mai voler incontrare, e cercava di insegnarci l'intero linguaggio, il che era ovviamente troppo, quindi divenne più una questione di regole fonetiche. A dire il vero, la prima scena che ho fatto penso, fu quella in cui andiamo al cottage con Claire...ero piuttosto nervoso perché penso fosse una delle mie prime scene con il Gaelico, ma ciò che stavo dicendo sembrava avesse il corretto significato, dopotutto.

Impressionante!
Sì, stavo più o meno improvvisando in Gaelico senza nemmeno saperlo.


Ho parlato con Sam [Heughan] l'anno scorso e una delle cose che mi ha detto è che voi ragazzi per creare il legame tra Jamie e Murtagh – insomma che voi cercavate sempre di vedervi e di parlare in Gaelico, l'uno con l'altro. È vero?
Sì, sì. Bè, penso che ci sia anche molta comunicazione non verbale che noi abbiamo introdotto nelle scene...sì, penso che abbia aggiunto qualcosa al legame che hanno i nostri personaggi.

Sullo schermo, avete del feeling e si sente la storia che c'è tra questi due personaggi. Hai avuto un feeling immediato con Sam quando lo hai incontrato? Perché si percepisce davvero tra voi come attori quando vi si guarda, e non succede sempre.
Questo è bellissimo da sentire! Penso che sia proprio difficile non avere un affinità con Sam. Lui è un ragazzo adorabile, sai che voglio dire! Lo stesso con Caitriona, sono attori con cui è molto semplice lavorare. ...c'è stata però una scena che abbiamo girato poco tempo fa, che penso sia però stata tagliata da uno degli episodi, che mostrava una bella complicità tra noi, cioè quando stavamo tornando a Castle Leoch dopo l'episodio “The Rent”, e siccome le giriamo non in sequenza, quella era una delle scene più lunghe che avevamo insieme… lui è un attore molto bravo nell'ascoltare, e sì, e penso che sia venuto tutto naturalmente in quei momenti. Non riesco a spiegarlo. Non c'è nulla su cui lavoriamo, penso che ci venga tutto semplicemente in modo naturale.

0 commenti: