martedì 28 aprile 2015

Dalle pagine allo schermo: ottava puntata. Both sides now

Ciao a tutti e bentornati!
Un uccellino Methos mi ha detto che la messa in onda italiana non subirà uno stop dopo questa puntata. Ora, considerando che di solito noi italiani subiamo sempre le sfighe telefilmiche, la notizia che non dovremmo aspettare per continuare la serie ha del miracoloso.
Niente mesi di giramento di pollici e di palle, niente ansia, niente crisi d'astinenza da chiappe di Jamie niente tempo da riempire e capelli da strapparsi.
Diciamoci la verità: avete avuto una botta di culo cosmica.

Ma non ha senso, ormai, farsi venire un travaso di bile e invidiarvi la goduria di procedere regolari e spediti con le puntate. E' successo, beati voi. Godetevela.

Per chi conosce i romanzi e ha già superato La Straniera, la visione di un certo personaggino sarà una chicca che vi illuminerà la visione. Per chi, invece, ancora non ha raggiunto L'amuleto d'ambra, tenete d'occhio quel soldino di cacio che spunta fuori quando meno ve lo aspettate.

Ebbene care/i le/i mie/miei Outlanders, vi presento mini Roger. Baby Roger, il bimbetto tenerello che mi ha mandato in pappa il cervello e mi ha fatto sprizzare ammoreh dagli occhi per tutta la durata dell'episodio. Non vi sto a dire chi è, tanto lo scoprirete, ma quegli occhioni meritavano una menzione speciale un po' come le chiappe di Jamie. Prendete nota: Roger.

Orbene proseguiamo. Dopo la puntata del matrimonio e delle chiappe ingude di Jamie, ci voleva un episodio di calma e tranquillità, di pace e felicità, di corse nei prati, sorrisi e carezze e...NO!
Ecco, avete letto bene NO. No perché la calma per la sciura Gabaldon è sempre relativa, perché il sadico Black Jack è sempre in agguato e perché per Jamie e Claire la vita è tutta in salita. Chi ha letto sa...chi non ha letto...vedrete!

L'ottavo episodio si apre subito con una scena aggiunta, quella di Frank che parla con il Reverendo e si reca al cerchio. E' necessaria, nonostante non sia presente nel romanzo, per capire la personalità di Frank e per ammorbidire ciò che accadrà molto più avanti. Frank può piacere o meno, ma dalla sua ha l'attenuante del trauma. Perdere la moglie, perderla senza una ragione, di sicuro lo segna. Sempre in questa scena compare Roger, di cui ho già ampiamente cuoricinizzato (al minuto 11:40).
Inizio fino al minuto 5:39
Un altro nuovo ingresso è il personaggio di Hugh Munro, l'amico sordo muto di Jamie, che lo aiuta ad organizzare l'incontro con Horrocks. La scena del loro incontro sulla collina è molto fedele all'originale del romanzo e anche ben fatta, se posso dire la mia.
Inizio minuto 7 pag. 319
Fine minuto 11:50 pag. 325 riga 6

Segue un'altra scena fedelissima al romanzo, quella dei predoni e dell'assalto notturno. Claire, Jamie e gli altri sono accampati attorno al fuoco quando vengono assaliti da altri highlanders.
Inizio minuto 15 pag. 330 riga 15
Fine minuto 19:55 pag. 337 riga 27

Miracolosamente la Starz ha incluso una scena del romanzo che, ad essere sinceri, serve a poco ma che è molto divertente: Rupert insegna a Claire ad usare un coltello.
Inizio minuto 23:10 pag. 340 riga 31
Fine minuto 26:04 pag. 345
A questo punto si susseguono delle scene che sono tutte collegate e tutte vicine nel romanzo - naturalmente con i dovuti tagli.
Si inizia con la scena di Jamie e Claire che fanno l'amore nel campo e che vengono aggrediti dalle due giubbe rosse.
Inizio minuto 27:10 pag. 353 riga 25
Fine minuto 30:13 pag. 356 riga 8

Si ricollega subito alla scena post-trauma:
Inizio minuto 33:45 pag. 356 riga 22
Fine minuto 35:20 pag. 357 riga 24

Sempre unita alle scene precedenti c'è quella dove Jamie lascia Claire in una radura per andare all'appuntamento con Horrocks. Claire si allontana, è certa di essere vicina a Craigh na Dun e - a questo punto - viene adattata alla grande perché, appena scende da una collina, ecco che compare il cerchio, quando nella realtà Claire non ci arriva manco a morire.
Viene aggiunta anche la scena con Frank, che ho trovato molto emozionante e commovente (minuto 39:40).
Fedele è, invece, il rapimento di Claire da parte delle giubbe rosse e il seguente viaggio verso Fort William e l'incontro con Black Jack Randall (minuto 45).
Menzione d'onore - una chiusura della prima parte della messa in onda epica - per la scena finale di Jamie appollaiato sul cornicione della finestra e la frase che ha scatenato una ola globale.
Jamie/Sam ti puoi appollaiare sul mio balcone tutte le volte che vuoi!
Inizio minuto 36:48 pag. 358
Fine episodio

That's all folks!
Mi raccomando di seguirci sempre perché la rubrica tornerà sempre più psicopatica che mai e il blog vi allieterà con tanti altri post per farvi dimenticare l'attesa.

Baci, abbracci e tanti baby Roger tenerelli a tutti! O, in alternativa, tante chiappe ignude di Jamie a tutte!

2 commenti:

Chloé ha detto...

Io accetto sia le chiappe di Jamie che i baby Roger XD
Già mi era sembrato che la puntata fosse molto fedele al libro, a parte le aggiunte di Frank che comunque ho gradito, tu mi dai la prova provata che è così, grazie!

Miraphora ha detto...

YO Chloé!
Provata provata e comprovata :D
Baci e grazie per seguirci!