domenica 22 marzo 2015

Caitriona, la donna forte di Outlander

Non è un segreto che la serie targata Starz che parla di un'infermiera che viaggia nel tempo abbia un ingrediente segreto: il suo nome è Caitriona Balfe. E lei è qui per sporcarsi e farsi un drink (e magari fare un po' di sesso).

In Outlander, la serie Starz su un'infermiera che viaggia attraverso i secoli, con un pericoloso triangolo amoroso, Caitriona Balfe, che interpreta la protagonista Claire Randall, si ritrova al centro di una rivoluzione sessuale sullo schermo. Il gioco cambia: dopo sei episodi di tensione sessuale, obbligati a sposarsi, Claire e il vergine Jamie (Sam Heughan) alla fine si spogliano, ma invece di uno spettacolare porny, ci vengono presentati con pari nudità e vulnerabilità. Qui, come promesso nel numero di aprile di ELLE, un esteso Q&A con la Balfe più un video esclusivo sui nuovi episodi tanto attesi...

Cosa ti ha colpito subito del ruolo di Claire?
Si sentiva come una donna molto moderna. E' molto intelligente, molto forte e si è trovata in un luogo in cui deve continuamente combattere per essere ciò che è. E' un concetto troppo folle per lei il non alzarsi e il non combattere per quello in cui crede sia corretto e giusto. Non si vede come una vittima e utilizza tutto quello che ha a sua disposizione per superare i momenti negativi.


Sì, lei è un osso duro. Ma anche vulnerabile. Una donna dalle molte sfaccettature. Hai avuto delle "Claire" nella tua vita che ti hanno ispirata?
Tante! Ho due sorelle incredibili che hanno un lavoro importante e i bambini, e sapete, entrambe sono delle grandi; una corre il triathlon ogni volta. O mia nonna, che era un'infermiera durante la seconda guerra mondiale. Le donne di quella generazione dovevano essere ogni cosa. Stavano entrando nel mondo del lavoro e dovevano continuare ad essere le donne di casa.


E i personaggi di fantasia?
Quando ero una ragazzina ho amato Piccole donne. Jo! Amavo anche Cagney e Lacey che erano donne molto complicate ma anche molto forti. Queste cose entrano nella tua psiche senza che nemmeno te ne rendi conto.


Come ti rapporti a Claire?
Sono assolutamente sicura di non essere in grado di superare tanto e poi alzarmi e scrollarmi tutto come fa lei. Ma sono assolutamente convinta che le sue capacità mi abbiano mostrato quanto io sia forte. Sai, potrei essere accusata di essere testarda come lei di tanto in tanto. Mi piace anche che non sia osservante. Le piace sporcarsi, bere un drink. E la sessualità è una parte importante della sua vita.



Pensi un po' del suo fascino sia alimentato dal risveglio femminista di questo periodo?
Claire si innamora e si sposa, ma lei è molto a disagio con l'idea di mettersi da parte e di fare la moglie. Ha ancora le sue passioni e la sua vocazione di essere una guaritrice. Credo che le donne oggi siano alle prese con questi due ruoli: come avere un lavoro a tempo pieno ed essere ambiziosa e prendersi anche cura della propria famiglia? Ci sono moltissime conversazioni su questi stessi temi anche oggi.


E poi c'è come lo show presenta il sesso, con la prospettiva della mente delle donne.
Esattamente. Non si tratta solo di donne viste come oggetti. Troppo spesso le donne sono lì solo per essere guardate ed essere oggettivate per l'eccitazione del pubblico maschile. Giriamo il punto di vista - senza, si spera, oggettivare [troppo] gli uomini- ma penso che sia bello vedere il lato femminile della cosa. Ho ricevuto una lettera da una fan che stava scrivendo a nome della sua 82enne madre e diceva quanto a sua mamma sia piaciuto, anche 'ragazzi un pò cattivi.' Credo che, per tanto tempo, alle donne, in particolare le generazioni più anziane, non sia stato permesso di esprimere quella parte di noi stesse. E' meraviglioso poterlo fare ora.


Parlando di fan, so che Outlander ha un gruppo particolarmente devoto.
Sono incredibili. Hanno progettato e registrato un tartan per me e ho anche avuto la mia speciale miscela di whisky. Hanno anche aiutato a raccogliere molto denaro per il World Child Cancer. I romanzi di Outlander sono stati pubblicati nel 1991, quindi hanno aspettato molto a lungo per tutto questo. Inoltre, [lo showrunner] Ron [Moore] li ha adattati con molta sensibilità. Lui e gli scrittori stanno rendendo questi personaggi il più reali possibili e penso che sia il motivo per cui lo spettacolo trova così tanto il favore delle persone.
 


Com'è stato per girare "The Wedding", che era praticamente l'episodio più hot in tv dell'anno scorso?
A quel punto, Sam e io avevamo lavorato insieme per otto mesi, quindi avevano costruito un'amicizia. Abbiamo parlato molto prima e provato ogni dettaglio per renderla la più onesta possibile. Abbiamo cercato di mostrare come ci fosse un'attrazione, ma c'era così tanto da fare con Claire, così tanti conflitti. Non era pronta a saltare nel letto con questa persona, quindi abbiamo dovuto rompere lentamente le barriere del senso di colpa per tirar fuori l'amore. La cosa grandiosa del nostro team di writers è che ogni volta che proviamo una scena, sono molto aperti a qualsiasi cosa che Sam ed io abbiamo da suggerire. C'erano molti "Beh, sai, non so se lei avrebbe detto o fatto questo e lei potrebbe aspettare un po' prima di quello". C'era molta conversazione e volontà da parte loro di lavorare sulle cose. Penso che l'apertura faccia davvero miracoli per il nostro show.


Oltre alle, em, scene di sesso, che altro dobbiamo aspettarci dal resto della prima stagione?
E' ora di fare funzionare il matrimonio, il che è abbastanza interessante. Molte storie finiscono con un matrimonio, ma questo accade molto presto. Penso che fino a questo punto Claire abbia avuto un viaggio e una missione molto singolare: Vuole tornare a casa. Ma ora deve fare i conti con la possibilità di restare e penso che strida abbastanza per lei. Mette davvero alla prova la sua relazione con Jamie. Questi problemi alla fine finiscono per rafforzare il loro legame, ma non sarà una strada facile.



0 commenti: