venerdì 6 febbraio 2015

Perchè Sam Heughan è Jamie Fraser

Molti fans del libro di Outlander hanno pensato che trovare un attore per interpretare Jamie Fraser fosse impossibile. Persino i produttori pensavano che lui sarebbe stato l'ultimo ad essere scelto perché sarebbe stato difficile trovare qualcuno che avrebbe potuto impersonare il “Re degli Uomini”. Ma quando Sam Heughan ha messo piede in quella stanza per i provini, così presto durante il processo di audizione, ha dato prova di essere Jamie Fraser. 

Ha chiaramente svolto i dovuti compiti sul suo personaggio, studiando il libro e imparando tutti gli atteggiamenti e le caratteristiche di Jamie. Mentre ci sono stati degli oppositori successivamente all'annuncio che [Sam] aveva ottenuto il ruolo, (“Non è abbastanza alto”, “I suoi capelli non sono abbastanza rossi”), penso che si possa affermare con certezza che una volta che la serie è andata in onda, essi siano stati zittiti dall'impeccabile performance di Sam. Ora che lo possiamo vedere ogni settimana ci accorgiamo di tutto il lavoro che Sam ha svolto non solo per trasformarsi fisicamente in Jamie, ma anche nelle piccole cose che Sam ha estrapolato dai libri, come quei modi menzionati nei libri che non sono stati modificati nello show. Suppongo si possano definire “Messaggi subliminali”. Qui ne trovate alcuni dei primi nove episodi insieme ad altri momenti, dai libri, che Sam ha decisamente azzeccato nella sua performance. 

Jamie si innamora in più di un modo 
La maniera in cui Jamie guarda Claire nel primo episodio quando lei sta bendando le sue ferite. I lettori hanno assolutamente colto che Sam stava dipingendo proprio il momento in cui Jamie si innamora di Claire.

La battuta che quasi non c'era
Non devi aver paura di me, ne di nessun altro qui, finchè io sarò con te.” Questa memorabile battuta del libro, ha rischiato di non essere inserita nel taglio finale dello show. Ma grazie a Diana Gabaldon, che ha detto ai produttori che i fans ne avrebbero sentito la mancanza, è rimasta. Sam ha pronunciato quelle parole perfettamente e gli spettatori sono svenuti.

La strofinata di testa che significa molto di più 
Durante l'adunanza a Castle Leoch, Claire tenta la fuga solo per scontrarsi con Jamie nascosto nelle stalle. Quando lei menziona il suo incontro con un Dougal ubriaco e del modo in cui l'ha colpito al capo con uno sgabello, Jamie ride e si strofina la nuca mentre dice, “Bè, spero tu gli abbia lasciato il segno così si ricorderà il suo errore di giudizio.” Quel gesto, apparentemente innocuo, aveva invece un significato maggiore. I lettori sapevano che in quel gesto c'era Jamie che stava pensando al venire colpito alla testa da un ascia da qualcuno che lui sospettava essere stato Dougal.

Je suis Prest
Je sui prest. Sono pronto. Nessun messaggio subliminale qui, ma dopo aver visto e sentito il motto del Clan Fraser per così tanti anni è stato proprio bello sentire Jamie/Sam pronunciarlo. E diciamolo, si è dimostrato dannatamente bravo.

Il sorriso nel dormiveglia
Jenny, guardandolo, disse: "Com’è buffo. Non glielo vedevo fare da quando era piccolo".
"Fare che cosa?"
Annuì. "Sorridere nel sonno. Lo faceva sempre, se ti avvicinavi e lo accarezzavi, quando era nella culla, o anche dopo, nel lettino. Certe volte io e la mamma gli accarezzavamo la testa a turno, per vedere se riuscivamo a farlo sorridere; e lui infatti sorrideva sempre."


Questo non lo avevo notato alla prima visione, è stato così rapido. Un altro gesto abituale di Jamie che Sam ha introdotto.

Il picchiettare del dito: 

Jamie viene descritto mentre picchietta le dita molte volte nella serie di libri Outlander. Ecco un'altra piccola aggiunta alla perfomance di Sam che contribuisce a dar vita a Jamie.

Sono sicura che molte di voi hanno notato altre piccole cose che Sam fa e che sono menzionati nei libri, o che molte di voi hanno un momento preferito che magari avreste il piacere di condividere.


1 commenti:

Anonimo ha detto...

Sì tipo quando Sam si strofina il pacco e sorride, oppure nel quinto libro quando tocca le ginocchia di Claire e si passa la lingua sulle labbra. L'ho notato in più episodi.
E' un grande attore.