martedì 9 dicembre 2014

Outlander prende vita all'apparizione dell'autrice.

Davenport – Quando ha costretto sé stessa a scrivere un libro, Diana Gabaldon sapeva che avrebbe dovuto includere un uomo in kilt.
La vista del kilt era qualcosa di attraente per lei, ha raccontato ad una folla di più di 300 persone sabato sera al River Center, alla Thru the Stones – Quad Cities Outlander, la convention in onore suo e dei suoi libri.
Aveva imparato a leggere a 3 anni – e “ora ne ho 62”, ha detto – quindi sa come un romanzo deve essere.

Con l'idea di includere degli uomini in kilt nella sua storia ed un talento nella ricerca – ha tre lauree in scienza, inclusa zoologia, biologia marina e un dottorato di ricerca in ecologia quantitativa comportamentale – decise di ambientare la sua storia nella Scozia del 18esimo secolo.
Ha detto che “è più semplice guardare le cose che inventarle,” così ha deciso che il romanzo storico era la strada da seguire.
Ma non aveva conoscenze del 18esimo secolo, o della Scozia, o una trama. O dei personaggi.
Ma tutto quello sarebbe arrivato da solo.
Aveva nella sua mente l'immagine di un cottage pieno di uomini scozzesi, ha detto, e con una saracastica donna inglese di nome Claire che vi faceva irruzione all'interno.
Il personaggio di Claire è nato da lì, ha detto Ms. Gabaldon, “ed è tutta colpa sua la presenza dei viaggi nel tempo nei libri.
Ms. Gabaldon ha raccontato di aver scritto i suoi libri in parti. “Non so ancora cosa succederà dopo,” dice, alla folla mentre scatta foto e gira video.
Dopo la presentazione, i fans si sono goduti una sessione di domande&risposte e un incontro con Ms. Gabaldon, così come con Graham McTavish – che interpreta Dougal MacKenzie nella serie Outlander della Starz- che era intervenuto precedentemente alla convention quella sera.
Indossando appropiatamente un kilt, Mr. McTavish ha parlato alla folla dei viaggi che le persone intraprendono e delle decisioni che prendono che li portano dove sono ora. Una perfetta serie di eventi ha luogo, incluso accettare di recitare in una commedia a scuola, ruoli presi e ruoli persi negli anni, tutto ciò lo ha condotto a lavorare in Outlander e lì al RiverCenter nella Mississippi Hall.
Fu “punto dall'insetto” la prima volta che salì su un palcoscenico e rimbalzò tra la Scozia e Londra e ritorno prima di trasferirsi negli Stati Uniti.
Ha rifiutato un ruolo in un film sui Vichinghi per accettare quello di Outalander.
Disse al suo manager, “Devo fare Outlander. Voglio proprio farlo,” e la folla ha applaudito.
Lo show “occupa un posto che nessun altro show è riuscito a occupare al momento,” ha detto. Così tanti tv show non offrono speranza.
Penso che Outalnder dia equilibrio in questo. Penso che Outalander sia pieno di speranza.”
la direttrice del Thru The Stones, Debbie Ford, di Orion, ha aggiunto che più di 300 Outlander fans e fans della Gabaldon erano arrivati da 27 stati diversi e da due nazioni diverse, inclusi USA e Canada, per la convention.
E' grandioso,” ha detto.
Le attività di venerdì e sabato includevano un sacco di classi, storia Scozzese, un venerdì sera di giochi, pasti e corsi, discorsi il sabato sera, e Q&A e incontri.
Ms. Ford ha detto di aver “creato l'evento pensando a ciò che volevo vedere, che voleto visitare.” Ebbe l'idea la scorsa estate e dopo qualche emails scambiata con Ms. Gabaldon, la Random House publishig company e con Mr. McTavish e il suo agente, e dopo un duro lavoro, la convention è stata organizzata.
Ho amato i libri e so che Diana ha un buon seguito...è una donna graziosa, gentile,” ha detto Ms. Ford. “E' così gratificante vedere qualcosa che avevi solo immaginato, prendere vita.”
Le partecipanti Courteny Lydic e Shannon Hook hanno viaggiato da St. Louis per la convention, ed erano entusiaste.

Foto di Allison Suhler Hart @alliehart45 
"Siamo entrambe delle grandi fans,” di Ms. Gabaldon e della serie di Outlander, ha detto Ms. Lydic. “Li sto leggendo da 7 anni,” e coinvolse Ms. Hook nella storia subito dopo che ne era stata coinvolta lei.
Amo la storia; amo la sua attenzione per i dettagli e quanto è ben scritto,” ha detto Ms. Lydic.
E' un autrice magnifica,” ha aggiunto Ms. Hook.
Durante una gita in Europa qualche anno prima, le donne si erano dette di essere certe di voler visitare la Scozia di cui avevano letto nella serie di Outlander, e anche che avrebbero dovuto viaggiare fino alla convention di sabato sera.
Abbiamo amato i libri, e volevano incontrare Diana, così...ecco fatto!” ha detto Ms. Lydic. “Eccoci qua.”


0 commenti: