venerdì 14 febbraio 2014

Buon San Valentino in cucina

BUON SAN VALENTINO!
Per festeggiare la festa degli innamorati, vi proponiamo qualcosa di diverso dai soliti fiori, cuori e cioccolatini.
I festeggiamenti 'classici' di questa giornata sono accompagnati soprattutto da una bella cena; quindi perchè, per l'occasione, non provare una variante della pizza in tema Outlander come suggerito dalla nostra chef di Outlander Kitchen?

"Pizza", disse di punto in bianco.
Lei sbatté le ciglia, poi scoppiò a ridere. Era uno dei loro giochi, elencarsi a vicenda le cose di cui sentivano la mancanza nell’altra epoca: l’epoca precedente... o successiva, a seconda dei punti di vista.
"Coca-Cola", ribatté prontamente lei. "Credo che forse potrei farla, la pizza... ma che gusto ci sarebbe, senza la Coca-Cola?"
"La pizza sta benissimo anche con la birra", le assicurò. "E di birra ne abbiamo in abbondanza: non che quella fatta in casa da Lizzie possa minimamente reggere il confronto con una Lager MacEwan, ovvio. Ma sei davvero sicura di saper fare la pizza?"
"Non vedo perché no". Sbocconcellò il formaggio, corrugando la fronte. "Questo non può andare" – brandì il residuo giallastro, per poi infilarselo in bocca – "troppo saporito. Però credo.." Tacque per masticare e deglutire il boccone, che poi annaffiò con un lungo sorso di sidro.
"Ora che ci penso, il sidro si sposerebbe benissimo con la pizza". Abbassò la borraccia di cuoio e si leccò le ultime gocce poco alcoliche dalle labbra. "Ma il formaggio... forse si potrebbe tentare con quello di pecora. Pa’ ne ha portato un po’ da Salem, l’ultima volta. Gli chiederò di prendermene dell’altro per vedere se si scioglie".
Strizzò gli occhi contro il sole pallido e luminoso, immersa nei calcoli.
"La Mamma ha un sacco di pomodori secchi, e tonnellate di aglio. Deve anche avere del basilico...quanto all’origano non so, ma potrei anche fare senza. La pasta, poi..." Agitò una mano, come se si trattasse di una sciocchezza. "Farina, acqua, strutto e basta".


La Croce di Fuoco


Ingredienti per 2 pizz2 di media misura:
375 gr di farina tipo 0
2 cucchiaini di zucchero
5 gr di lievito
½ cucchiaino di sale

235 gr di acqua a temperatura ambiente
30 ml di olio di oliva (diviso in 2 dosi da 15 ml)

...tutto ciò che vi piace sulla pizza!

Preparazione:
Unite la farina, lo zucchero, il lievito e il sale in una ciotola. Aggiungete l'acqua e 1 cucchiaio di olio d'oliva (la prima dose di 15 ml) alla ciotola e impastate bene con le mani fino a quando non otterrete una palla compatta abbastanza ruvida. Posate la pasta su un ripiano leggermente infarinato e impastate, per circa 5-8 minuti, fino ad ottenere un'impasto liscio. Coprite con la pellicola trasparente e/o un asciugamano pulito e lasciate lievitare in luogo tiepido fino a quando le dimensioni sono saranno raddoppiato; ci vorranno circa 2 ore.
Spostare la griglia di cottura del forno nella posizione inferiore per mettervi la teglia. Preriscaldate il forno a 250° per 1 ora.
Dividete l'impasto a metà. Ponete la pima palla di pasta prima in un'infarinatura poi su un pezzo di carta da forno. Lavorate partendo dal centro, allungate ed appiattite la pasta delicatamente con le dita fino ad ottenere un disco delle dimensioni desiderate, lasciando i bordi più alti rispetto al centro. Coprite la pasta con un canovaccio e lasciate riposare per 15 minuti. Rifate il procedimento con l'altra palla di pasta.
Spennellate i bordi con l'olio d'oliva rimanente. Stendete la salsa di pomodoro e pesto e besciamella sopra la base di pasta e aggiungete gli ingredienti che più vi piacciono (la nostra chef ha optato per delle verdure grigliate). Mettete la pizza in forno e lasciate cucinare fino alla doratura, per circa 10-14 minuti. 


0 commenti: