lunedì 19 novembre 2012

A leaf on the wind of All Hallows - capitolo 1


Da questa settimana, abbiamo deciso di proporvi qualcosa di nuovo: degli estratti di alcune novelle scritte dalla Gabaldon, a "completamento" della serie di Jamie & Claire, utili per conoscere qualcosina in più su alcuni personaggi secondari.
Per iniziare, ecco a voi un estratto dal primo capitolo di "A leaf on the wind of All Hallows" (una novella inedita in Italia, che potete trovare nella raccolta "Songs of love and death").
Il protagonista è...Jerry McKenzie..


- Capitolo 1 -

Mancavano ancora due settimane ad Halloween, ma i folletti erano già al lavoro.
Jerry MacKenzie spinse a tutto gas il Dolly II sulla pista, con le spalle curve, il sangue che martellava, già a metà della traiettoria del capo pattuglia tirò indietro la cloche - ed ottenne uno sbuffo soffocato invece di alzarsi vertiginosamente per il decollo. Allarmato, si spostò indietro, ma prima che potesse riprovarci, ci fu un botto che lo fece scattare per riflesso, facendogli sbattere la testa contro il plexiglass. 
Non era stato un proiettile, ma un pneumatico che era scoppiato e con un'inclinazione nauseante finì fuori pista, urtando e sobbalzando nell'erba.
C'era un forte odore di benzina, e Jerry aprì il vetro dello Spitfire e saltò fuori in preda al panico, immaginando l'incendio imminente, proprio come l'ultimo aereo che glie era esploso davanti perdendo l'ala, ma il motore si spense in un ronzio in pochi secondi.
Un meccanico uscì dall'hangar per vedere quale fosse il problema, ma Jerry aveva già aperto la pancia di Dolly.....semplice: il tubo del carburante era perforato.
--------------------------------------------------------------------------

Uscì da sotto il pianale, starnutì, e Greg il meccanico lo scavalcò.
"Lei non volerà oggi, amico," disse Greg, accovacciato per cercare nel motore,  scuotendo la testa per ciò che vedeva.
--------------------------------------------------------------------------

Indugiò per un momento, osservando il meccanico che picchiava e avvitava, fischiettando fra i denti.
"Vattene, dai," disse Greg, distogliendo lo sguardo dal motore e vedendo Jerry ancora lì. "Mi prenderò cura di lei."
"Sì, lo so. Ho solo - aye, grazie". L'adrenalina per il volo andato male gli scorreva ancora nelle vene, bloccandone le reazioni e rendendolo rigido. 
Si allontanò, sopprimendo la voglia di guardare indietro, oltre la spalla, il suo aereo ferito.


Traduzione amatoriale senza fini di lucro e non in contrasto con una pubblicazione italiana in quanto non esistente.


0 commenti: