martedì 16 agosto 2011

Leggende...

Una delle prime leggende che incontriamo nella saga, è quella raccontata da Jamie a Claire durante una loro passeggiata appena dopo il loro matrimonio (e come dimenticare quei momenti). È proprio in questo passaggio che si può avere l’idea di quanto la perdita della madre sia stata per lui una dura prova da superare…
 


<<I pivieri hanno l’anima della giovani madri morte di parto>> disse. Mi lanciò un’occhiata obliqua, timidamente. << a quanto dice la leggenda, gemono e corrono intorno al nido perché non riescono a credere che i loro piccoli siano al sicuro,una volta usciti dall’uovo; piangono sempre il lutto per il figlio che hanno perso…oppure per cercano quello che si sono lasciate indietro.>>
(La Straniera, pag.383, ed. Superpocket)


 
 
In nome tecnico di questo uccello è: Pluvialis e ne esistono quattro specie: Piviere dorato (P. apricaria), Piviere dorato del Pacifico (P. fulva), Piviere dorato minore (P. dominica), Pivieressa (P. squatarola).

Quello a cui si fa riferimento ne “La Straniera” è il Piviere dorato (il Golden Plover), un uccello migratore. Lo troviamo anche in Italia lungo la valle del Sillaro (Appennino Romagnolo) nel tratto pianeggiante e collinare e d'inverno nelle zone umide ed erbose dove cerca il nutrimento frugando nel terreno o nella melma. Si nutre di molluschi, crostacei, lombrichi e anche di vegetali.
In primavera ritorna nella regione del nord Europa dove nidifica.
Il Piviere dorato è un uccello di modeste dimensioni. Ha il corpo di forma slanciata ed ha ali lunghe e appuntite, becco pure appuntito e zampe lunghe adatte all'ambiente in cui vive. La livrea presenta macchie gialle e brune sparse su tutta la superfice del corpo.
 
 
Curiosità:
nel periodo tra ottobre e gennaio vengono organizzati in Italia dei viaggi di caccia per poter prendere parte alla stagione venatoria scozzese nelle isole orcadi per oche, pivieri dorate, anatre e beccaccini.
 
È possibile ammirarli a quote elevate in particolare nel Cairngorms, il secondo parco nazionale di Scozia.
 
Negli ultimi tempi i piccoli pivieri stanno rischiando di estinguersi a causa del sovrannumero di cervi i quali distruggono l’habitat mangiucchiando le piante e le piantine appena nate; per questo motivo l’ SNH (Scottish Natural Heritage) è corsa ai ripari per contenere il numero dei cervi e salvaguardare la brughiera e la sua fauna, tanto cara agli scozzesi.
 
Questo piccolo animale ha anche un significato religioso in quanto è si ritiene che contenga le anime degli ebrei che presero parte alla crocefissione di Gesù Cristo.


by Methos

3 commenti:

utente anonimo ha detto...

Sai che non ricordavo questo passo? U_U'
Sono andata a rileggerlo....
Arte

Sassenach ha detto...

a me ha colpito tantissimo perchè lascia intravedere quanto a Jamie manchi la madre ;__; cosa che non fa spesso

Meth

utente anonimo ha detto...

bello (e interessante) anche questo articolo.
Complimenti
Sabrina