domenica 6 agosto 2017

60 secondi con Caitriona Balfe

Intervista di 60 secondi con la modella diventata attrice, Caitriona Balfe

Outlander è sbarcato anche su Amazon. Sei entusiasta che finalmente sia arrivato su un canale che raggiunga molte più persone?
È fantastico. È uno spettacolo molto scozzese e la Scozia è un personaggio molto importante - è parte integrante della nostra storia.


Devi usare il senso dell'umorismo per affrontare le scene di sesso?
La prima serie è stata la prima volta che faccio qualcosa di simile in TV e credo che essere 'nuova' abbia aiutato. Ma era importante per la storia e mi piace che si racconti il più possibile da un punto di vista femminile. È interessante che in quel tempo ci sia una donna sessualmente libera. Ma il fatto in sè è sempre imbarazzante e ci sono tante persone nella stanza che poi devi continuare a guardare in faccia. Ma un po' ridacchi comunque.


Molti dei tuoi amici e i tuoi genitori hanno visto Outlander?
Penso che per alcuni membri della mia famiglia sia meglio di no! Mia mamma l'ha vista. Non parliamo solo di quelle parti [le scene del sesso]. Ci sono alcuni episodi che ho detto a mio padre di guardare. Non credo che voglia vedere gli altri - e sicuramente non lo voglio io.


Eri preparata all'enorme successo negli Stati Uniti?
Non ne avevo idea. Non sapevo della serie di libri. Non avevo mai fatto TV quindi avevo zero aspettative. Ero così contenta di aver avuto la parte e che avrei registrato in Gran Bretagna così da poter tornare in questo lato del mondo.


Hai un grande gruppo di fan. Ti hanno mai inseguita per strada?
No, fortunatamente. Sam [Heughan, il co-protagonista] ha tutta la schiera di inseguitori!


Sam non aveva ottenuto grandi ruoli prima, quindi lo state facendo insieme ...
Abbastanza. Siamo uno la spalla dell'altra ed è fantastico avere qualcuno con cui confidarsi e condividere un'esperienza simile, qualcuno che sa esattamente cosa stai passando.


Ti è mancato Sam durante le riprese?
Una sana pausa l'uno dall'altra a volte è una buona cosa! Siamo grandi amici e ci vediamo ogni tanto, ma lui ha la sua vita ed io la mia.


C'è una grande speculazione sul fatto che siate una coppia. Come lo gestisci?
Non c'è niente da gestire. Non siamo e abbiamo sempre detto che non stiamo insieme. È bello che i fan credano nella storia, ma non è la realtà. Se si tratta di una speculazione innocua, va bene, ma a volte le persone si fanno prendere un po' la mano e possono diventare aggressive verso le persone che sono nella nostra vita - è allora che attraversano la linea. Ma è raro e in questo settore hai bisogno di avere la pelle dura.


Interpreti un'infermiera della Seconda Guerra Mondiale nello spettacolo. Sei a tuo agio con il sangue nella vita reale?
Quando so che è finto, sto bene. Trovo tutte quelle cose molto interessante. Per la preparazione ci hanno dato i manualetti della Seconda Guerra Mondiale dell'esercito britannico che sono stati dati agli infermieri e ho imparato a conoscere le diverse bende e le fratture sul campo. Nella terza stagione c'è un'operazione al fegato e avevo un chirurgo come consulente e un infermiere chirurgico che mi dicevano come usare gli strumenti. È affascinante.


Quale dei tuoi colleghi ti ha più colpito?
Tanti - Simon Callow, Bill Paterson, Frances de la Tour, Dominique Pinon - abbiamo avuto delle fantastiche guest stars. Entri nell'ambito lavorativo molto rapidamente, ma c'è sempre quel momento in cui dici 'oh mio Dio!' Simon è un incredibile narratore.


C'è un passaggio naturale dall'essere una modella alla recitazione, anche Cara Delevingne l'ha fatto?
Suppongo che sia comunque una performance in un modo o nell'altro. Alcune hanno fatto veramente successo, come Charlize Theron e Andie MacDowell. Ma il recitare era quello che avrei sempre voluto fare, ho semplicemente seguito la carriera nella moda per caso e ci sono rimasta più a lungo del previsto. Ho amato i miei anni come modella - ho viaggiato per il mondo e ho coosciuto amici incredibili. Ma mi sento molto fortunata per essere approdata alla recitazione.


Cosa ora dopo Outlander?
Spero che lo spettacolo continui il più a lungo possibile. Sono stata fortunata a fare un grande film l'anno scorso [Monster Money] e spero di poter avere una carriera interessante. Sto scrivendo uno script che mi piacerebbe dirigere e mi piacerebbe fare qualcosa con Sharon Horgan - è un genio.


[x]

0 commenti: