lunedì 18 luglio 2016

Il ritorno di Claire e la trasformazione di Jamie nella S3

Il boss di Outlander sul ritorno a casa di Claire nella terza stagione, la trasformazione di Jamie dopo il salto temporale e quanti episodi avremo in 'Voyager'.

Come va, Sassenach?
Sono passati solo due giorni dallo struggente meraviglioso finale della seconda stagione di Outlander, ma sappiamo che i nostri compagni ragazzi e ragazze sono già sprofondati nella depressione da astinenza da Outlander. Per fortuna, abbiamo una buona notizia!
Per contribuire a placare la sete di Fraser e sollevare il vostro morale di viaggiatori nel tempo, abbiamo chiamato il produttore esecutivo Maril Davis per ottenere lo scoop esclusivo su ciò che ci aspetterà nella terza stagione.
In più, ora che abbiamo svelato tutti i segreti retroscena romantici dell’addio tra Jamie (Sam Heughan) e Claire (Caitriona Balfe) è il momento di affrontare altri momenti più scioccanti del Finale. (Ahem. Sì stiamo guardando te Gillian Edgars!)

ET: Vedere Bree e Geillis – meglio conosciuta come  Gillian Edgars - incontrarsi nel finale è stata una sorpresa inaspettata! Perché avete deciso che ciò accadesse e c'è mai stata qualche discussione nella stanza degli sceneggiatori circa un faccia a faccia tra Claire e Geillis? 


Maril Davis: Ne abbiamo parlato. [Il Produttore esecutivo/scrittore] Toni [Graphia] e [il coproduttore esecutivo/scrittore] Matt [Roberts] hanno avuto questa idea davvero divertente di far effettivamente incontrare Brianna e Geillis e abbiamo pensato che fosse davvero interessante perché questo non è presente nei libri. E’ sembrata essere la migliore alternativa al far incontrare Claire e Geillis, perché se Claire e Geillis si fossero viste, sarebbe cambiato tutto, sia che Geillis fosse tornata indietro o meno. La nostra piccola ode a quella parte è stata se Geillis dovesse sentire o meno qualcosa prima di attraversare le pietre. Stavamo solo cercando di escogitare un modo per collegarle senza che si vedessero, cosa alquanto difficile. Ci sono volute molte coreografie affinché Geillis non li vedesse correre su per la collina. Abbiamo pensato [ad un loro incontro] ma c’erano troppe cose, una sorta di domino, se Claire e Geillis si fossero viste e questo avrebbe avuto effetti sul modo in cui avevamo interpretato la prima stagione, quindi questo non poteva accadere. Ma il nostro cenno a tutto ciò è stato far incontrare Geillis con Brianna e Roger, questo ci è sembrato divertente.

Siamo rimasti sorpresi nel vedere che Bree ha creduto ai racconti dei viaggi nel tempo di sua madre nel finale. C'è mai stata qualche discussione sull’eventualità di mantenere questa rivelazione fino alla terza stagione?
Abbiamo pensato che, alla fine, lei ha creduto a sua madre, ma che debba ancora venire a patti con questa situazione. Nella terza stagione, stiamo discutendo sulla decisione di Claire di tornare o meno indietro e lì ci sono altre sfide, quindi credo che la porta sia ancora aperta in questo senso. Abbiamo intenzionalmente voluto che Bree alla fine credesse a sua madre, ma ancora non sappiamo se Claire vorrà o meno tornare indietro lasciando sua figlia. Come nei libri, abbiamo sentito di dover concedere a Brianna una sorta di prova visiva che sua madre aveva ragione, perché è una storia pazzamente fantasiosa. Se mia madre mi raccontasse questa storia non sono certa che le crederei.

Guardando avanti alla terza stagione, quanto tempo i fan devono aspettare prima di arrivare all’attesissimo ricongiungimento di Claire e Jamie?
Sai cosa, stiamo ancora lavorandoci sopra. Stiamo delineando la cosa, ma credo che rimarremo abbastanza vicini ai libri.

Ce lo farete sudare, non è vero?
[Ride] Sì, perché si deve sentire. Mi dispiacerebbe vederli insieme immediatamente. Come ho detto, stiamo ancora cercando di immaginarlo, ma si deve sentire che sono passati vent’anni e non deve essere facile. E’ un enorme distacco per loro e pensano che non si rivedranno mai più. 


E' stato così interessante vedere Caitriona invecchiata per poter sembrare vent’anni più grande. Qual è stato il processo mentale dietro il nuovo look di Claire e come vi state avvicinando all'evoluzione di Jamie?
Con Caitriona, abbiamo avuto molte discussioni su come volevamo che lei apparisse e su quello che faremo. Abbiamo tutti pensato di non voler fare troppo con il suo aspetto esteriore, perché, in tutta onestà, vent’anni è un tempo lungo, ma a quarant’anni non si è affatto vecchi. Non sarebbe invecchiata in modo così drammatico, e penso che Caitriona se la sia cavata davvero bene. C'è una solennità nella sua performance nel finale e lei gestisce quel salto di età in un modo straordinario. La sua performance è un’impresa. Per quanto riguarda Jamie, ne stiamo ancora discutendo, perché si, vorremmo fare una cosa simile con lui. Lui è in realtà più giovane di Claire, quindi stiamo ancora discutendone. Non posso dire esattamente dove siamo arrivati, ma non riesco a immaginare che non sarà enormemente diverso da quello che abbiamo fatto con Caitriona nel senso che molto passerà attraverso la recitazione.

Quali sfide per la produzione vi aspettate ora che state adattando Voyager dalla sceneggiatura allo schermo?
In realtà, siamo davvero entusiasti di Voyager. Sarà un po’ più facile - ma quando dico "facile" lo metto tra virgolette. Outlander, per noi, è stato un lavoro di adattamento abbastanza facile, perché credo che la storia piaccia molto a tutti noi. Credo che Dragonfly [in Amber] è stato molto difficile per noi e per gli scrittori, perché accadono davvero molte cose fuori dallo schermo di cui parla Claire, ma voi non le vedete accadere. Questo secondo libro è stato sicuramente una sfida per noi, e Voyager per noi è un po' come un ritorno a casa. Le storie vengono fuori molto più facilmente - vediamo ciò che loro sono, vediamo quali sono i conflitti ed i momenti drammatici. Finora, sono davvero felice di quello che stiamo facendo, ma la seconda parte sarà più impegnativa. Andranno in Giamaica, accadranno molte cose sulle navi, e le sfide per la produzione di tutto ciò metteranno alla prova anche le nostre capacità, ma direi che finora sono davvero entusiasta di quello che stiamo facendo e progettando.

Nella prima stagione, abbiamo avuto un totale di 16 episodi – un’interruzione di due anni, ovviamente - e un totale di 13 episodi nella stagione due. Quanti episodi possiamo aspettarci di adorare nella terza stagione?
Penso che ci atterremo a 13 andando avanti. Ciò che le persone non capiscono è che nella prima stagione, i 16 episodi sono venuti da me e Ron da soli, senza una “stanza degli sceneggiatori”, cercando più o meno di capire quanti episodi ci sarebbero voluti. Una volta che abbiamo assunto gli sceneggiatori, ci siamo accorti che era la giusta quantità di episodi per quella stagione. Non abbiamo pensato che nella seconda stagione fossero necessari così tanti episodi. Anche se, lo so che i fan penseranno "Perché non possiamo avere più episodi per vedere più momenti intimi e più momenti con le citazioni dai libri?" A volte semplicemente non funziona esattamente in questo modo in TV e si deve mettere insieme un episodio che sia un’ora di grande TV. Inoltre, a livello produttivo, è molto dura tirare fuori 16 episodi ed è pesante anche per gli attori. Ci è voluto più di un anno di riprese la prima volta e 13 episodi richiedono 10 mesi di riprese – senza considerare il tempo di preparazione o il tempo per gli scrittori - così alla fine risulta essere un ciclo temporale molto lungo. Pensiamo che 13 sia una quantità adeguata e se provassimo a fare di più, si metterebbe a dura prova la produzione e ci sarebbero tempi più lunghi anche tra una stagione e l’altra.

Si è vociferato che la terza stagione inizierà il prossimo anno prima del solito. State puntando ad un mese specifico?
Non credo che ne abbiamo ancora parlato ma non è tanto quando noi vorremmo che iniziasse, quanto piuttosto quando sarà pronta. Ma andremo in produzione entro la fine dell’anno e dobbiamo solo iniziare a sfornare gli episodi.

Cosa vuoi dire ai fan di Outlander ora che siamo ufficialmente di nuovo in “astinenza da Outlander”?
Voglio che sappiano che fortunatamente l’astinenza non sarà così lunga, ma che vogliamo che guardino avanti. Nella terza stagione, vedranno quei personaggi che conoscono ed amano e con i quali partiranno per un viaggio. Spero che stiano con noi durante l’attesa. Nel frattempo, possono tornare indietro e riguardare la prima e la seconda stagione!


Traduzione di VeroNica

0 commenti: