sabato 26 marzo 2016

Diana, la S3 e la fine (e l'inizio) di Outlander

Sono diversi i milioni di romanzi venduti che hanno ispirato una tra le più importanti serie TV girate in Scozia.
La serie TV, Outlander ha attualmente due serie girate negli studi nel Cumbernauld e la nuova stagione ricomincerà in America il 9 Aprile e in streaming su Amazon Prime il 10.
Ora l'autrice dietro il fenomeno di Outlander dice che si potrebbe tornare in Scozia per una terza stagione.
I creatori della serie, la Sony e il canale statunitense via cavo Starz, non si sono ufficialmente sbilanciati a confermare l'impegno per una terza serie o che sarà girata in Scozia.
Diana Gabaldon, l'autrice americana della saga di romanzi ambientati nella Scozia del 18° secolo, nonche consulente per lo show, ha detto che le idee stanno già vertendo sul come poter filmare il terzo libro.

La terza stagione dello show sarebbe basata sul romanzo Voyager (La Collina della Fate + Il Cerchio di Pietre) il quale è ambientato in Scozia, in particolare nelle Highlands e ad Edimburgo, così come a bordo di alcune navi e in Giamaica.
Un'ulteriore stagione potrebbe continuare la spinta economica per l'industria cinematografica e turismo scozzese - che si stima aver già contribuito all'economia con £ 20m.

Si potrebbe anche pensare ad un ingrandimento degli studi in cui è girata, nel Cumbernauld, North Lanarkshire.
L'autrice, che sta attualmente scrivendo il nono libro (leggi qui gli estratti del 9° libro tradotti in italiani), dice, il penultimo libro della serie, non sa ufficialmene se ci sarà una terza serie in Scozia, ma ha detto: "Lavorare sul presupposto che ci sarà, porterà altro girato in Scozia.
"Stanno cercando di espandere gli studi nel Cumbernauld, cercando di trasformarlo in un importante studio cinematografico, e finora tutti gli interni sono stati girati lì.
"Servirebbe fare alcune altre cose, è una storia molto attiva, si girerebbero molte scene dello spettacolo su una nave.
"

La Gabaldon ha suggerito che Starz potrebbe essere in grado di utilizzare le navi di un'altra delle sue serie, Black Sails, lo show basato sulle avventure di pirati. ( Black Sails è girato nei Film Studios a Città del Capo in Sud Africa.)
Ha anche suggerito che le spiagge della Jamaica potrebbero essere replicate dalle "bianche sabbie" delle Highlands e delle isole.
La Gabaldon, parlando dalla sua casa in Arizona, ha detto di essere entusiasta per la qualità della seconda serie di Outlander, con protagonisti ancora una volta, Sam Heughan nei panni del Highlander, Jamie Fraser e Caitriona Balfe nei panni di Claire Randall, un'infermiera del 1940 che si ritrova nel passato dopo aver attraversato un cerchio di pietre.
"In qualità di consulente nello show ho visto i lavori, l'ho visto modificare, ed è davvero, davvero ben fatto," ha detto.
"E' una storia commovente e segue molto fedelmente la cronologia del libro."

Diana Gabaldon ha detto che pensa che la serie Outlander si concluderà con dieci libri.
"Penso che saranno dieci", ha detto, "ma non ho pianificazioni, anche se ho un'idea a grandi linee - penso che probabilmente ci sarà un libro dieci.
"Sto pensando ad un sequel, che verterà sui genitori di Jamie Fraser e sulla rivolta del [17]15." (leggi qui l'anteprima del prequel in italiano)
Il prequel racconterà la storia, ha detto, dei genitori Brian e Ellen, così come dello zio materno, Dougal MacKenzie e del padrino, Murtagh.
Si svolgerà durante la rivolta Giacobita del 1715, quando James Francis Edward Stuart, conosciuto come il vecchio pretendente, aveva tentato di impossessarsi del trono del Regno Unito, aiutato dal conte di Mar e dalle forze di Scozia e del nord dell'Inghilterra.


[x]

0 commenti: