martedì 6 gennaio 2015

La Scozia affollata dai fans di Diana Gabaldon

Lo show televisivo basato sui bestsellers dell'autrice Americana, è stato girato nelle Highlands scozzesi.

Lo scorso inverno, Hugh Alison, il proprietario delle Inverness Tours, si è dedicato alla formazione di quattro nuove guide su trama, storia e mitologia di Outlander, una delle serie TV di maggior successo girate in Scozia – anche se non è ancora disponibile per gli spettatori Scozzesi.
Lo show di produzione americana, ambientato nelle Highlands Scozzesi, ha raccolto paragoni con Game of Thrones, sulla base della dedizione dei suoi fans e delle complessità della sua narrativa.
Le serie, che è andata in onda ad Agosto, ha portato un'ondata di turisti, si parla di migliaia di fans internazionali, a viaggiare verso la Scozia per vedere le locations dello show, basato sui libri bestsellers dell'autrice americana Diana Gabaldon.

Il romanzo della Gabaldon, che combina romanzo storico, romanticismo e fantasy, narra le vicende di un'infermiera delle seconda guerra mondiale, Claire Randall, che si imbatte in un rituale druido durante la sua visita ad Inverness e si ritrova catapultata indietro nel tempo nella Scozia del 18esimo secolo. Lì, viene salvata da un ribelle delle Highland mentre imperversa la guerra con gli Inglesi.
I libri hanno venduto più di 20 milioni di copie. Il primo episodio della serie – che vede tra gli interpreti Sam Heughan, Caitriona Balfe e Tobias Menzies – ha attratto 5 milioni di telespettatori. La Sony Pictures l'ha venduto a distributori in oltre 80 paesi nel mondo.
Abbiamo capito che ci sarebbe stato un enorme interesse, con la serie tv che avrebbe creato un nuovo fan base,” ha detto Alison, che dirige i Tours di Outlander da Inverness ad Edimburgo anche fino alla durata di quattro giorni. Le locations includono il campo di battaglia di Culloden e Clava Cairns, il luogo in cui Claire Randall viaggia nel tempo.
Mentre i suoi clienti sono perlopiù nord americani e donne, lui sostiene che le storie abbiano un appeal universale. “E' una storia d'amore duratura, e anche più di questo, perché ha delle possenti radici nella storia e le ricerche di Diana sono meticolose, ma ci sono anche avventura e viaggi nel tempo.”
L'organizzazione nazionale del turismo, VisitScotland, è stata brillante nell'investire sulla popolarità di Outlander, organizzando eventi a tema, quando la serie ha avuto la sua Premiere negli USA, il maggior mercato di turisti della Scozia. Secondo la BFI, 1 su 10 visitatori stranieri viene in Gran Bretagna come risultato dell'aver visto i paesaggi sullo schermo, mentre 50 milioni di persone in tutto il mondo si vantano di avere antenati Scozzesi, avendo una visione romantica dei clans descritti in Outlander.
 Il successo della serie TV, che è stata girata in uno studio di Cumbernauld, nel nord del Lanarkshore così come in location per tutto il Paese, giunge proprio in un momento cruciale per l'industria cinematografica Scozzese. La scorsa settimana, circa 50 grandi esponenti dell'industria cinematografica – incluso l'attore Peter Mullan, gli attori Kate Dickie e Daniela Nardini e Tommy Gormley, il co-produttore e assistente del regista del nuovo film di Star Wars – hanno firmato una lettera aperta al Governo Scozzese per la costruzione di uno studio a Glasgow.
Il Governo Scozzese prenderà in considerazione la cosa all'inizio del 2015 con un inchiesta sullo stato dell'industria cinematografica Scozzese, dopo che un rapporto di condanna, commissionato dalla Creative Scotland, aveva scoperto che stavano procedendo in modo inferiore rispetto a concorrenti europei a causa della mancanza di fondi e di impegno strategico e per la carenza di strutture adeguate e di attitudine.
Anche se il governo scozzese e la Creative Scotland sono impegnati in una struttura permanente di studios per competere con artisti del calibro di Belfast e Cardiff, dove Game of Thrones e Doctor Who sono stati girati, i dettagli su possibili ubicazioni delle sedi e finanziamenti devono ancora emergere.
Gli spettatori scozzesi saranno presto in grado di giudicare se Outlander merita la sua popolarità. La Sony, che co-produce la serie, ha confermato nel mese di dicembre che è sicura una, finora senza nome, emittente britannica per lo spettacolo, che sarà mandato in onda nel 2015.
[x]

0 commenti: