martedì 18 febbraio 2014

MOBY: Triage

"Signora Fraser" disse freddamente. "Stavo proprio dicendo al vostro amico Quacchero che non c'è spazio all'interno della chiesa per donne astute o..."
"Claire Fraser è il chirurgo più abile che abbia mai visto in azione", disse Denzell. Era rosso e rigido di rabbia. "Recherete un gran danno ai vostri pazienti, signore, non permettendole..."

"E voi dove avete avuto la vostra formazione, Dottor Hunter, dato che siete così sicuro della vostra opinione?"
"A Edimburgo," dichiarò Denny tra i denti. "Dove sono stato istruito da mio cugino, John Hunter." Vedendo che la cosa non faceva alcuna impressione su Leckie, aggiunse, "e suo fratello, George Hunter era l'accoucheur* della regina."
Questo prese Leckie alla sprovvista, ma gli fece anche sollevare il naso.
"Capisco," disse, dividendo equamente un debole ghigno tra noi. "Mi congratulo con voi, signore. Ma dubito che l'esercito necessiti di una levatrice, forse potreste assistere la vostra... collega" e a questo punto effettivamente mi indicò con il naso "con i suoi semi e le sue pozioni, invece di..."
"Non ne abbiamo il tempo," lo interruppì con fermezza. "Il Dr. Hunter è un medico esperto e chirurgo dell'esercito Continentale adeguatamente preparato; non si può dannatamente tagliarlo fuori. E se la mia esperienza in battaglia...che mi permetto di suggerire possa essere più vasta della vostra, signore...è qualcosa che può continuare, avrete bisogno di ogni mano possibile." Mi voltai verso Denzell e gli lanciai un lungo sguardo.

"Il vostro dovere è per coloro che hanno bisogno. Così come lo è il mio. Vi ho parlato del triage, no? Ho una tenda e i miei strumenti chirurgici e attrezzature. Farò triage lì fuori, trattando i casi di minor gravità e inviando all'interno tutti coloro che richiederanno interventi di chirurgia."
Lanciai un rapido sguardo sopra la mia spalla, poi mi voltai verso i due uomini arrabbiati.
"Fareste meglio ad andare dentro e ad essere veloce. Stanno cominciando ad accumularsi."
Non era una semplice espressione metaforica. C'era una folla di feriti sotto gli alberi, alcuni uomini si trovavano su delle barelle improvvisate e dei teli... e un piccolo sinistro mucchio di corpi, quelli che presumibilmente erano morti per le ferite mentre arrivavano all'ospedale.
Fortunatamente, Rachel e Dottie apparvero in quel momento, ciascuna trascinando un pesante secchio d'acqua in ogni mano. Voltai le spalle agli uomini e andai loro incontro.
"Dottie, venite ad aiutarmi a mettere le corde della tenda?" Dissi, prendendole i secchi. "E Rachel, sai come individuare un'emorragia arteriosa, immagino. Andate a controllare quegli uomini e portami chi ce l'ha."



* l'ostetrico

0 commenti: