giovedì 12 dicembre 2013

A Leaf on the Wind of All Hallows: estratto

Dei piccoli bastardi, entrambi, più grandi e grossi di lui. Uno dai capelli chiari e uno dai capelli neri come Lucifero. Non avevano un aspetto molto simile, eppure aveva la sensazione che potessero essere imparentati...per una similitudine nell'ossatura, una somiglianza nell'espressione, forse.
"Qual è il tuo nome, amico?" disse dolcemente il tizio scuro. Jerry sentì un brivido di diffidenza arrivagli alla nuca, ma lo sentiva anche nella bocca dello stomaco. Era una frase normale, perfettamente comprensibile. L'accento era scozzese, ma... "MacKenzie, JW, " disse sollvandosi attento. "Tenente, Royal Air Force. Numero di matricola..."
Un'espressione indescrivibile attraversò il volto del ragazzo scuro. Una voglia di ridere, di tante dannate cose, e una fiammata di eccitazione nei suoi occhi...degli occhi davvero sorprendenti, di un verde acceso in cui balenò improvvisamente un lampo. Niente di tutto ciò aveva importanza per Jerry, ciò che era importante era che l' uomo sapeva, decisamente. Lui sapeva .
"Chi sei?" Chiese urgentemente. "Da dove vieni?"
I due si scambiarono uno sguardo insondabile e l'altro rispose. "Inverness."
"Voi sapete cosa voglio dire!" Fece un respiro profondo. "Quando?"
I due stranieri non erano molto vecchi, ma quello chiaro aveva decisamente avuto una vita dura, il suo viso era profondamente segnato e tirato.
"Molto tempo lontano da te" disse con calma, e nonostante il suo nervosismo, Jerry sentì una nota di desolazione nella sua voce. "Da qui. Persi."

0 commenti: