mercoledì 14 agosto 2013

MOBY: Mai porre domande quando non si vuole sentire la risposta!

_Nel bosco, ad un'ora di cammino da Philadelphia_
John Grey ormai era rassegnato a morire. Lo aspettava dal momento in cui aveva esclamato: "ho conosciuto carnalmente tua moglie". L'unico dubbio era se Fraser gli avrebbe sparato, lo avrebbe accoltellato oppure squartato a mani nude.
Che il marito offeso lo guardasse con calma ed esclamasse unicamente "Oh? Perchè?" era qualcosa di assolutamente inaspettato e soprattutto...tremendo. Assolutamente tremendo.
"Perchè?". Ripetè John Grey incredulo. "Hai detto '_Perchè?_'?"
"L'ho detto. Apprezzerei che rispondessi".
Adesso che Grey aveva entrambe gli occhi aperti poteva vedere che la calma esteriore di Fraser non era poi così  imperturbabile come aveva pensato. Si vedeva chiaramente il pulsare di una vena sulla sua tempia, ed egli continuava a spostare il suo peso pian piano, come avrebbe fatto un uomo in procinto di partecipare ad una rissa in una taverna, non del tutto pronto ad usare violenza ma nell'atto di prepararsi a reagire. Perversamente Grey trovava la visione rassicurante. 
"Dannazione, cosa intendi con "perchè?" replicò improvvisamente irritato. "E tu, perchè caspita non sei morto?"
"Spesso me lo chiedo anche io", rispose con calma Fraser. "Devo pensare che tu mi credessi tale?"
"Si, e lo stesso pensava tua moglie! Hai una mezza idea di come abbia accolto la notizia della tua morte?" 
Gli occhi blu scuro si restrinsero un pò.
"Vorresti dirmi che la notizia della mia morte l'avrebbe sconvolta a tal punto da farle perdere la ragione e portare te al letto con la forza? Perchè" continuò bloccando la risposta accorata di Grey "a meno che non abbia del tutto frainteso la tua vera natura, servirebbe la forza per costringerti ad una tale azione. O sbaglio?" 
Gli occhi ancora stretti, Grey lo fissò di rimando. Poi chiuse i suoi e strofinò entrambe le mani sul volto, come un uomo appena svegliatosi da un incubo. Fece cadere le mani ed aprì di nuovo gli occhi.
"Non hai frainteso" disse a denti stretti. "E si, ti stai sbagliando".
 Fraser inarcò le sopracciglia, genuinamente sorpreso.
"Sei andato da lei per...per desiderio?". La sua voce si alzò. "E lei ti ha lasciato fare? Non ci credo."

Pian piano il colore stava salendo sul volto di Fraser, vivido come una rosa rampicante. Grey lo aveva già visto accadere e decise che la migliore - unica- difesa fosse quella di perdere le staffe per primo. Era un sollievo.

"Credevamo fossi morto, tu dannato cretino!" disse furioso. "Lo credevamo entrambi! Morto! Avevamo bevuto troppo quella notte...veramente tanto...stavamo parlando di te...e..Dannazione, nessuno di noi due stava facendo l'amore con l'altro--lo stavamo facendo con te!!"

da Written in my own Heart's Blood

1 commenti:

tsukino ha detto...

Questa è una delle parti di Moby che preferisco ^^
e ci tocca aspettare ancora tanto ...