lunedì 24 giugno 2013

MOBY: Vestiti per l'occasione

Jenny mi aveva inviato la cassetta delle medicine da Chestnut Street e le mie erbe da Kingsessing, che erano state consegnate la sera prima. Con l'accortezza di una casalinga scozzese, aveva incluso anche un chilo di farina d'avena, della pancetta, quattro mele e sei fazzoletti puliti. Nonche un rotolo di stoffa pulita con una breve nota che diceva:

Cara Sorella Claire,
Sembra che tu non abbia nulla di adatto con cui andare in guerra. Ti suggerisco di prendere in prestito il grembiule stampato di Marsali per ora e qui ci sono due delle mie sottovesti di flanella e le cose più pratiche che la signora Figg è riuscita a trovare nel tuo guardaroba.

Prenditi cura di mio fratello, e digli che le sue calze devono essere rammendate perché lui non lo noterà finché non avrà i buchi sul tallone e rimedierà delle vesciche.
La tua adorata sorella, Janet Murray.

"E com'è che tu hai qualcosa di adatto con cui andare in guerra?" Chiesi guardando Jamie nel suo indaco splendore. La sua uniforme sembrava essere completa, dalla giacca con le spalline e le mostrine da colonnello al panciotto di cuoio giallo e calze di seta color crema. Alto e dritto, con i capelli ramati ben pettinati e legati da un nastro nero, decisamente attirava l'attenzione.


 da Written in my own Heart's Blood

3 commenti:

tsukino ha detto...

La Gabaldon ci sta mettendo un grande impegno per cercare di farmi piacere la sorellina (non la sopporto fin dalla sua prima apparizione, IMHO è il personaggio più odioso di tutta la serie), chissà se ci riuscirà? ^.*

lory ha detto...

..odi Jenny? perchè?..io la trovo formidabile!!!

tsukino ha detto...

Per dirla in breve (il discorso sarebbe lungo ^.*) perché è una str@#@# impicciona. Se Jamie, dai MacKenzie, ha preso l’aspetto, lei ne ha preso il carattere.