sabato 20 gennaio 2018

Bees: Medicazioni

Jamie e Brianna tornarono a metà pomeriggio con due coppie di scoiattoli, quattordici colombi e un grosso pezzo di tela macchiata e sbrindellata, che, aperta, rivelò qualcosa che sembrava i resti di un omicidio particolarmente macabro.
“Cena?” chiesi, pungolando cautamente un osso appiccicoso che spuntava da una massa di peli e carne liscia. L’odore era di ferro grezzo e di macellazione, con una nota putrida che sembrava familiare, ma il decadimento non si era ancora manifestato in maniera apprezzabile.
“Aye, se ce la fai, Sassenach.” Jamie arrivò e sbirciò il macello insanguinato, accigliandosi un poco. “Lo sistemerò per te. Anche se prima ho bisogno di un po’ di whisky.”
Date le macchie di sangue sulla sua camicia e sui suoi calzoni, non avevo notato la pezza ugualmente macchiata legata intorno alla sua gamba, ma ora vedevo che stava zoppicando. Sollevando un sopracciglio, andai verso la grande cesta di cibo, piccoli oggetti, e piccole scorte di medicinali che portavo al cantiere ogni mattina.
“Da quello che resta di lui, presumo che sia – o era – un cervo. Lo hai effettivamente fatto a pezzi a mani nude?”
Brianna ridacchiò.
“No, ma l’orso sì.” Scambiò un’occhiata di complicità con suo padre, che fece un brusio di gola.
“Orso,” dissi, e presi un profondo respiro. Feci un gesto verso la sua camicia. “Bene. Quanto di questo sangue è tuo?”
“Non molto” disse tranquillamente, e si sedette sul grande tronco. “Whisky?”
Guardai improvvisamente Brianna, ma sembrava essere intatta. Sporca, e con escrementi di uccello grigio-verdi che scendevano lungo la sua camicia, ma intatta. La sua faccia brillava per il sole e la felicità, e io sorrisi.
“C’è del whisky nella borraccia di latta appesa laggiù,” dissi facendo un cenno con il capo verso il grande abete al lato opposto della radura. “Vuoi andare a prenderla per tuo padre mentre io vedo quello che resta della sua gamba?”
“Certo. Dove sono Mandy e Jem?”
“Quando li ho visti l’ultima volta, stavano giocando vicino al ruscello con Aidan e i suoi fratelli. Non preoccuparti” aggiunsi, guardandola risucchiare il suo labbro inferiore. “È molto basso e Fanny dice che andrà a dare un’occhiata a Mandy mente raccoglie le sanguisughe. Fanny è molto affidabile.”
“Mm-hm.” Bree sembrava ancora dubbiosa, ma potevo vedere la sua lotta contro il suo impulso materno di andare a tirare Mandy fuori dal torrente immediatamente. “So di averla vista ieri sera, ma non sono sicura di ricordare Fanny. Dove vive?”
“Con noi,” disse Jamie concreto. “Ow!”
“Sta fermo,” dissi tenendo aperto con due dita il foro della ferita sotto il ginocchio mentre versavo la soluzione salina all’interno. “Vuoi morire di tetano?”
“E cosa faresti se io dicessi si, Sassenach?”
“La stessa cosa che sto facendo adesso. Non mi importa se tu lo vuoi o no; non lo permetterò.”
by Diana Gabaldon

0 commenti: