martedì 29 marzo 2016

Diana al Festival letterario di Tucson

Cammei, libri di cucina e l'orsacchiotto di Claire.

Diana Gabaldon e Outlander è stato l'unico pannel a cui i giornalisti di Zydoyle.com hanno partecipato al Festival letterario di Tucson di quest'anno. Dopo un po' di tempo la sessione è iniziata, non c'era una sedia vuota nella sala da 300 posti.
Ecco Diana Gabaldon, insieme al moderatore della sessione, Barbara Peters, un'amica della Gabaldon e il proprietario di The Poisoned Pen, la libreria indipendente situata a Scottsdale, AZ, preferita dall'autrice.
La serie Outlander è stata pubblicata in 42 paesi e in 38 lingue. La serie è stata anche adattata per un programma televisivo prodotto per il canale Starz.
Lo spettacolo è attualmente disponibile in streaming con la sua prima stagione gratuitamente sul sito starz.com.
Outlander è stato pubblicato nel 1991 e Hollywood è stato molto interessato a creare un adattamento del libro. La Gabaldon ha utilizzato questi criteri per selezionare la persona che voleva lavorasse su un possibile adattamento di Outlander.
1. Qualcuno che avesse letto il libro
2. Qualcuno che avesse già girato un film / tv show
3. Qualcuno che avesse capito il libro
Alla fine, Ronald D. Moore, famoso per Battlestar Galactica e Star Trek, è arrivato in cima alla classifica. E' diventato il produttore esecutivo della serie televisiva Outlander. Ci sono voluti 2 anni di negoziati con la Sony per fare in modo che lo spettacolo diventasse una realtà.
Mr. Moore aveva già firmato un contratto di tre pilot con la Sony e i primi due pilot che aveva creato non erano stati accettati. Outlander era la sua ultima possibilità.
Alla Sony è piaciuto molto l'episodio pilota e ha deciso di produrre lo spettacolo.
Nella prima stagione, nell'episodio 4 della serie TV, intitolato "The Gathering," la Gabaldon è apparsa come guest star. Originariamente doveva interpretare un ruolo tra la folla. Tuttavia, se l'avesse fatto, avrebbe dovuto rimanere nello stesso posto per tre giorni. Invece, le hanno creato un piccolo ruolo a cui hanno dato anche la voce, Iona MacTavish, cosa che ha richiesto un solo giorno sul set.
Si può leggere sulla sua esperienza come attrice sul suo blog (e tradotto qui per voi).
Nella foto qui sopra, si può vedere l'orsacchiotto di Claire con l'abito delle nozze, rilasciato da Sony e creato dalla North American Bear Company. E' possibile acquistare l'Orso Claire autografato sul sito Poisoned Pen.
Il 14 giugno 2016, il liibro d cucina di Outlander sarà disponibile. E' stato scritto dalla scrittrice e chef Theresa Carle-Sanders di Outlander Kitchen. La signora Carle-Sanders è  una grande fan dei libri di Outlander e ha creato delle ricette con i prodotti alimentari citati nei libri e le ha pubblicate sul suo blog, che ha poi raccolto in un libro. C'è anche un libro da colorare Outlander (in edizione italiana edito da Corbaccio).
 
La Gabaldon sta attualmente lavorando al nono libro della serie Outlander, che ancora non ha un titolo. Durante il panel, ne ha letto un estratto (qui sono disponibili tutti gli estratti in italiano)

Qualche chicca dal pannel:
Diana ha scritto un episodio della prossima stagione della serie tv, l'episodio 11.
Non possiede i diritti del merchandising legato alla saga; appartengono solo alla Sony.
Utilizza una sua biblioteca personale come base di studio per i contenuti intensi dei suoi libri come le scene di lotta ed i danni psicologici dopo un trauma.
Scrive 6-7 pezzi della storia dopo di che li rigira in modo da formare il libro finale. Ci vogliono circa 18 mesi perchè il libro prenda forma e ci vogliono 2-3 anni per completarlo del tutto.

0 commenti: