lunedì 8 febbraio 2016

Q&A di Matt Roberts sulla seconda stagione

Il produttore e sceneggiatore di Outlander Matthew B. Roberts ha tolto un po' di tempo alla sua fittissima agenda per tenere una sessione di domande e risposte (Q&A) dei fan su Twitter.
Roberts, che si trova attualmente in Scozia, al lavoro sull'attesissima seconda stagione di Outlander, ha risposto ad alcune domande sullo show e su una serie di argomenti.
Ha twittato: "Chi è sveglio per un veloce Q&A? #Outlander"
Il produttore è stato subito inondato da domande mentre raccontava com'è lavorare nell'imprevedibile clima scozzese, degli episodi che ha scritto per la seconda stagione, del suo coinvolgimento nelle scelte del cast e di tanto altro.
Abbiamo selezionato il meglio del Q&A di Matt coi fan.

A Matt è stata chiesta come prima cosa la data della première della seconda stagione:
Q: Abbiamo già una data per Outlander DIA?
A: In primavera, per ora è tutto quello che so.

Cosa non vede l'ora di ritrovare una volta tornato a Los Angeles:
Q: Per cosa sei più impaziente quando tornerai a LA? "Il sole" non conta come risposta ;-)
A: Sonno ininterrotto.

Quanto il clima scozzese è parte integrante dello show:
Q: Pensate di incorporare il clima filmato o di escluderlo?
A: Dato che la Scozia è un personaggio, incorporiamo il clima nelle storie.

Matthew discute anche del tempo necessario per scrivere un episodio:
Q: Quanto tempo ci vuole per scrivere un episodio?
A: Ci vuole circa un mese dalle prime indicazioni alla bozza della sceneggiatura.

Rivela anche che la troupe fa le riprese durante tutto l'anno:
Q: Filmate sempre d'estate in Scozia? Dev'essere bellissimo! Sembra sempre freddo nella serie.
A: Sì, abbiamo girato in Scozia durante la primavera, l'estate, l'autunno e, ora, l'inverno.

Si è parlato anche degli ultimi episodi che ha scritto:
Q: Quali episodi hai scritto per la seconda stagione?
A: 6, 9 e il 13 in collaborazione.

Partecipa anche la produttrice Maril Davis:
Q: Hai scritto le tue sceneggiature in ordine di scena o senza ordine preciso?
A: Scrivo senza ordine.

Rivela che l'agenda non è stata intaccata dall'orribile clima che sta imperversando in Scozia al momento:
Q: Matt, col clima terribile siete nei tempi per le riprese? O indietro?
A: Siamo nei tempi... tocca ferro.

E parla dell'emozione per Parigi:
Q: Cosa ti emoziona di più condivere col pubblico della seconda stagione?
A: Parigi è proprio forte...

Matt rivela anche di essere coinvolto nei casting:
Q: Sei anche coinvolto nei casting, insieme a Ron Moore e Maril Davis?
A: Sì, tutti gli sceneggiatori lo sono.

Passa poi al miglior consiglio che gli sia mai stato dato:
Q: Miglior consiglio mai ricevuto?
A: "tutte le prime bozze sono me*da" -- Hemingway

E scherza coi fan sul non andare troppo oltre:
Q: SE arriveremo alla quarta stagione (dita incrociate), c'è la possibilità che le riprese si spostino in Nordamerica?
A: QUARTA stagione? Calma gente, non abbiamo nemmeno finito la seconda stagione, ancora.

Rivela poi quello che rimane ancora da girare:
Q: Siete in esterna o all'interno per il vostro ultimo mese di riprese?
A: Entrambi... Restano da fare tante scene sia fuori che al chiuso.

Per poi discutere delle ricerche per le location:
Q: Hai nulla a che fare con la scelta delle location? Sei sempre là fuori in perlustrazione...
A: No, la sceneggiatura è già scritta quando cominciamo a esplorare le location.

E i fan potrebbero restare scioccati dalla seconda stagione, dopo che Matt ha anticipato dei cambiamenti alla storia:
Q: Potrebbe esserci la possibilità che alcuni personaggi che dovrebbero invece NON muoiano?
A: Mi stai dicendo tu che c'è la possibilità...

La magia del reparto artistico:
Q: I set esterni richiedono un grande allestimento?
A: Tutti i nostri set hanno bisogno che il reparto artistico faccia le sue magie... ogni scena che giriamo è una rappresentazione storica.

Matt scherza anche per quale personaggio è stato più facile scrivere:
Q: Quali sono i personaggi per cui è più difficile o facile scrivere?
A: Bouton è il più facile in assoluto, non sono sicuro per quanto riguarda il più difficile.

Sulla parte migliore del girare in Scozia:
Q: Qual è stata la parte migliore del girare in Scozia?
A: La gente.

Parla anche dei suoi sentimenti alla fine del lavoro su una stagione:
Q: Ti senti sollevato o c'è un po' di amarezza quando chiudi una stagione?
A: Entrambi... finire è difficile, ma c'è sempre la speranza per un inizio.

Matt anticipa ai fan qual è la sua scena preferita:
Q: Hai una scene preferita nella seconda stagione?
A: molte molte molte molte scene preferite... ma la mia preferita su tutte... è quella in cui...

E cosa avrebbe fatto se Diana Gabaldon non avesse mai scritto Outlander:
Q: Cosa pensi che staresti facendo adesso, se Diana non avesse scritto un libro per fare pratica?
A: Credo che sia più una domanda per Diana.

Dice anche che regalerà ai fan delle foto del dietro le quinte, quando la serie andrà in onda:
Q: Quanto dobbiamo aspettare per avere qualche bella foto senza spoiler del dietro le quinte?
A: Comincerò a postarle quando andremo in onda.

Matt conclude il Q&A ringraziando i fan per le loro domande e anticipa che ne farà un altro:
Matt: Grazie a tutti... fino alla prossima volta. #Outlander

Matthew ha regolarmente regalato ai fan delle "immagini del giorno" e degli scatti del dietro le quinte per aiutarli a spegnere la loro sete durante la Droughtlander.
Vi sono inclusi degli scatti stupendi del paesaggio scozzese durante il tempo in cui ha lavorato nel Paese.

[X]

0 commenti: