mercoledì 2 dicembre 2015

Sam Heughan e Jamie Fraser nella S2 di Outlander

Intervistato da GoldDerby, Sam Heughan spiega come l'amore cambi tutto per Jamie.

"E' un uomo abbastanza moderno, per il suo tempo, ma ha ancora quel codice morale del periodo in cui vive", rivela Sam Heughan sul suo personaggio, Jamie Fraser, il protagonista della serie fantasy romance di Starz, Outlander. Come spiega durante la nostra recente webcam chat, "Quando incontriamo per la prima volta Jamie, è un giovane che non ha responsabilità; ha preso le distanze da molte delle sue relazioni passate e dalle cose che sono successe nella sua vita ed ha fatto ritorno in Scozia. E questa increbile creatura, [con le fattezze] di Claire, gli cade quasi praticamente addosso e nella sua vita, e lei cambia tutto."
Claire (Caitriona Balfe) è un'infermiera sposata del 1945 che si ritrova misteriosamente trasportata indietro nel tempo fino ai duri altipiani della Scozia del 1743, dove incontra Jamie e si innamora di lui. Basato sulla celebre serie di libri fantasy di Diana Gabaldon e portato sul piccolo schermo dallo scrittore/produttore con una nomination agli Emmy alle spalle, Ronald D. Moore ("Battlestar Galactica"), Outlander è diventato l'vento di quest'anno, ottenendo una base molto devota di fan che la maggior parte degli show può solo sognare.
Per Heughan, vedere Jamie crescere ed evolversi da quando lo abbiamo incontrato nel primo episodio è stato un vero regalo. "Quello che mi piace del nostro show è che cambia molto. Si può pensare che accadrà una cosa e poi dopo un paio di episodi, si cambia. E' molto difficile da classificare. E che è tratto dai libri di Diana Gabaldon. Non si può dire che siano dei romanzi storici, perché c'è molto di più."
Anche se lo spettacolo è basato sul punto di vista di Claire, la forte protagonista femminile al centro della storia, quello che è diventato tanto interessante in Outlander, è la dualità che scopriamo di Jamie, che non è solo un altro tipico attira-interesse amoroso.

All'esterno, appare essere tipicamente duro, un guerriero Highlander virilmente a torso nudo, ma all'interno è un vero tenerone. E sono questi diversi lati di Jamie che Heughan sembra apprezzare maggiormente. "Lui è un'uomo fisico, capace, ma ha questo lato che voglio mostrare che è questa intelligenza emotiva. E' molto istruito, ha vissuto in altri paesi, ha viaggiato molto, parla diverse lingue, quindi è un uomo a tutto tondo. Eppure lui è abbastanza ingenuo, molto giovane e anche innocente."
L'attore scherza anche su ciò che i fan si aspettano per la seconda stagione, che prevede la premiere su Starz all'inizio del prossimo anno. "Jamie e Claire sono andati in Francia con una missione, che è sostanzialmente quella di cambiare la storia, per fermare la rivolta giacobita, che poi ha portato a questa famosa battaglia in Scozia, chiamata di Culloden, che gli scozzesi hanno perso. Questa segna la fine della cultura delle Highlands", spiega Heughan. "Hanno questa missione, ma hanno ancora molto da fare. Jamie è alle prese con il suo trauma e Claire ora è incinta. E' un momento davvero difficile per loro perché hanno moltissime persone con cui avere a che fare."
Nell'intervista qui sotto, Heughan si rivolge ai fans dello show e parla di alcuni punti salienti della prima stagione, in particolare le scene scioccanti e brutali in cui Jamie viene brutalmente picchiato e violentato dal suo nemico "Black Jack" Randall (Tobias Menzies).



0 commenti: