lunedì 18 agosto 2014

Caitriona e il rapporto tra Jamie e Claire

Tornare a casa non è mai stato così difficile.

Per Claire Randall (Caitriona Balfe) di Outlander, un'infermiera di guerra divisa tra due vite, la missione di tornare alla sua vita del 1945 si sta rivelando un compito difficile. Accidentalmente catapultata nel 1743 in Scozia, Claire è costretta ad adattarsi ad un mondo completamente nuovo, dove incontra l'affascinante highlander scozzese Jamie Fraser (Sam Heughan) - con cui entra in connessione immediatamente. L'improvvisa presenza di Claire fa alzare l'attenzione dei residenti di Castle Leoch: Lei è una spia? Ci si può fidare? Quando il biglietto per il ritorno a casa di Claire viene bruscamente annullato dal Laird Colum Mackenzie (Gary Lewis), la sua unica missione per tornare dal marito Frank Randall (Tobias Menzies) comincia a diventare sempre più difficile da portare a termine.


Mentre le riprese si avvicinano alla fine della prima stagione di 16 episodi (che la Starz ha rinnovato per una seconda stagione), la Balfe parla a The Hollywood Reporter su ciò che accadrà nella puntata di Sabato (Castle Leoch), del rapporto istantaneo di Claire con Jamie e dell'essere una outsider in un altro tempo.

Nel secondo episodio, Claire cerca di trovare un suo posto in questo nuovo mondo e tempo. Qual è il suo stato d'animo mentre cerca di scoprire un periodo che le è estraneo? 
Quando si apre il secondo episodio, le capitano delle cose molto bizzarre. Questo viaggio con i gli scozzesi sembra davvero surreale. Sta ancora cercando di capire dove si trova. Non sa nemmeno in che periodo si trovi davvero. Ha un'idea grossolana sul quando si trovi, ma in realtà, non ne ha alcun tipo di conoscenza.
Quando la incontriamo la sua prima volta nel castello, c'è questa grande scena in cui si alza e cerca di capire, "Ok, deve andare a incontrare il laird." Questo è il momento in cui vediamo le sue rotelle girare velocemente e capire in fretta il periodo in cui è finita. Deve controllare molto rapidamente dove si trova e qual è la situazione, utilizzando ciò che ha imparato da Frank e cercando di utilizzare tutto ciò che vede intorno a lei per individuare dove sia e come può fare per uscirne.

Non tutti quanti potrebbero mettersi nei panni di Claire e fare meglio di lei. E' una persona che può parlare anche con gli occhi. 
La cosa interessante di Claire è che ha passato un periodo terribile prima...essere in prima linea durante la guerra. Sono sicura che sia entrata moltissimo in contatto con soldati e suo marito Frank. Capisce l'idea di venir messa in discussione, di non non rivelare troppo, di guardare e di raccogliere quante più informazioni possibili prima di dire qualcosa su sè stessi.

Questa è la cosa bella di questa storia. E' come se tutto ti porti e crei il momento successivo. E' il bello della sua prima cena con i Mackenzies nel castello. Vedrete Colum che cerca di riempirla con l'alcol. C'è un senso nel suo desiderio di rilassarsi e mangiare e bere, e in qualche modo sentirsi normale. Poi ha una rapida realizzazione di "Questo non è un posto dove in un qualche momento io possa rilassarmi." E impiega un attimo per rendersene conto, ma ha avuto tutte queste esperienze precedenti che l'hanno preparata a questo momento, in un certo senso.

Ci sono momenti nel suo monologo interiore in cui sa che deve tacere su alcne cose, come la condizione medica di Colum. Come lo affronta?
Penso che prima di tutto ci sia la fiducia in se stessa "..so cose di questo periodo . So alcune cose che queste persone non sanno" Questo è ciò che le permette di credere di poter sopravvivere e forse manovrare la sua strada o trovare un modo per essere utile. Potrebbe usare le sue informazioni per andare avanti. La condizione medica di Colum è importante perché, sapendo quello che sa circa del suo stato di salute, ha dell'empatia verso di lui e glielo rende più umano, quindi è non così completamente intimidatorio. E' in grado di capire l'equilibrio del potere tra Dougal e Colum,  che entra in gioco.
Crede, a questo punto, di non restare molto a lungo. C'è un bel momento in cui si diverte a prendersi il suo tempo e impararne qualcosa, come guardare con l'interesse di qualcuno che ha la possibilità di avere una finestra su un altro tempo e luogo e vedere com'era davvero la vita di allora. E' una persona interessata alla storia e alle persone. Questo le permette di accrescere questo interesse.

Ha detto che ad un certo punto, crede che questo sia solo un soggiorno temporaneo. C'è un punto in cui crede che questa situazione stia diventando un periodo di tempo prolungato? Come fa a venirne a patti?
Penso che ci arriva nel momento in cui Colum le dice che dorà rimanere [alla fine dell'episodio]. Crede di aver perso il suo biglietto per uscirne. Il problema di Claire è che non sa se ​​può tornare indietro, o se può tornare nel suo tempo, o ancora più indietro. Non capisce i meccanismi di ciò che le è successo. Quindi il suo obiettivo è trovare un qualche modo per uscire dal castello, tornare da dove era venuta e vedere di riuscire a trovare lì le risposte. Così, quando Colum le dice che sarebbe rimasta, per lei è devastante perché tutto ad un tratto diventa una prigioniere in un luogo molto fortificato. Questo non è un posto dove puoi andartene via a piedi. Ci sono persone che la controllano in ogni momento.
All'inizio - non dico che le sta piacendo imparare e fare esperienza - c'è un momento in cui è affascinata tipo, "Wow, questa è come era in realtà la vita" Avremmo molto da chiedere, "Se potessimo tornare indietro, in che periodo vorreste tornare?" C'è quel fascino per alcuni momenti della storia. "Mi chiedo come fosse la vita davvero. Mi chiedo come fossero le persone. Erano come noi? Hanno provato le nostre stesse situazione e problemi?"
Mi piace il modo in cui gli scrittori hanno scelto di prendersi il tempo per mostrare Claire acclimatarsi in quel periodo di tempo perché la vedrete dire, "Ho cinque giorni. Cosa devo fare con questi cinque giorni? Ho intenzione di riempirne la maggior parte". Questa è la cosa bella di Claire: cerca e fa del suo meglio in ogni situazione. Quando pensa di avere una quantità limitata di tempo, cerca veramente di integrarsi nella vita del castello. C'è un bel momento in cui vede Dougal giocare nel cortile con i bambini. Amo quei piccoli momenti, perché mostrano realmente il suo interesse per le persone e l'umanità. Ecco la sua compassione. Ma quando le dicono tipo: "Devi restare," questo è devastante.


L'affiatamente tra Claire e Jamie è quasi istantaneo e in questo episodio le cose diventano un pò più intim. Qual è l'attrattiva per Claire? 
Penso che ci sia un immediato riconoscimento dell'anima gemella. Per qualsiasi motivo c'è della chimica tra di loro e lui non sembra come gli altri uomini presenti. C'è qualcosa di diverso in lui. Diventa un amico e un alleato in questo momento. Dougal e Angus sono molto sospettosi nei suoi confronti. Sono stanchi di lei, e non la trattano molto bene. Jamie ha la sua dolcezza e gentilezza. Ha quello spirito e umorismo. Molto rapidamente, si vede lo sviluppo della loro amicizia.

Lei comincia a conoscere di più sul suo passato, che include la fustigazione. Quando scopre questa parte della sua storia, la sua opinione su Jamie cambia? 
Lei vede la sua schiena per la prima volta, e questo è un momento importante. Quando vedete qualcuno molto segnato dalla guerra - e qui di nuovo entra in gioco la sua esperienza. Ha già affrontato uomini come lui, ma mai nello stesso tipo di situazione. La storia di ciò che accade alla sorella e anche il modo in cui lo dice. Ovviamente c'è un dolore profondo, ma lui fa luce. Lui si apre davvero a lei in un modo così onesto, ma senza autocommiserazione.
Queste sono cose che la attraggono di lui. Ecco una persona che ha sopportato tanto dolore, ma non sembra avere amarezza o astio. La sua anima e il suo spirito non sembra esserne avvelenato, e penso che sia qualcosa che la intriga sul serio. E' un tipo diverso di persona che non è stato indurito da ciò che gli è successo. Il fatto che si sia aperto con lei ha molto a che fare anche con il suo comportamento. Ha la capacità che lo spinge a fidarsi subito di lei. Il fatto che lui si fidi di lei e si apra a lei, questo approfondisce il loro legame.

Cosa possiamo aspettarci per Claire ora che non esiste un limite al suo ritorno nel suo tempo originale? 
Quello che Claire fa sempre è essere molto intraprendente e molto resistente. Anche in questo caso, credo che sia il risulaltato di aver appena vissuto una lunga guerra. Usa le risorse che ha. Stiamo per vedere molto di più sulla sua formazione medica che entra in vigore. Aspetta che arrivi il suo momento e veda arrivare l'opportunità di trovare un modo di fuggire. Per quanto si stia adattando a questo momento, per quanto abbia questa connessione con Jamie, sono tutti eventi secondari per lei. Il suo obiettivo primario è quello di tornare nella sua era. Vedremo di più sul come trarrà il meglio da ogni situazione per capire come fare per tornare alle pietre. 

C'è stato un momento con i fan? 
Sono stati tutti grandi. E' stato davvero travolgente e fantastico. E' successa una cosa divertente la notte di Domenica. Ero in un ristorante a Glasgow, e stavo scendendo le scale. Una donna mi ha superata e ha detto, "Oh mio Dio, che cosa ci fai qui?" Non sapevo chi fosse, e io ero tipo "Scusa?" Lei se ne esce, "Oh no, mi dispiace, ti seguo su Twitter. Solo che non mi aspettavo di vederti qui." Era una cosa bizzarra perché lei stava parlando con me come se ci conoscessimo da tanto tempo. E' stato molto divertente, e abbiamo fatto una piacevole chiacchierata sul fatto di aver visto l'episodio. Questa è la prima volta che succede per caso con una persona qualsiasi. 
E' stato bello incontrare le persone a San Diego e New York. Ci sono un sacco di ragazze che ho conosciuto con Twitter. E' stato bello incontrarle di persona. C'era la donna che gestisce le "Caitriots," ossia come si definiscono i miei fans. Hanno raccolto moltissimo denaro per beneficenza. Così conoscere April, che è il capo dei Caitriots, è stato davvero incantevole essere finalmente in grado di dire grazie ad una persona.

0 commenti: