sabato 17 maggio 2014

MOBY: Misteri del passato

"Tafano," dissi come spiegazione. Il mio cuore batteva notevolmente contro i bottoni delle mie sottovesti, ma presi alcuni respiri profondi per calmarlo. Non avevo intenzione di direa Jamie il mio pensiero improvviso, ma non se n'era andato.
Pensavo di sapere che Jack Randall era il cinque volte bisnonno di Frank. Il suo nome era proprio lì, sull'albero genealogico che Frank mi aveva mostrato molte volte. E, infatti, era in effetti l'antenato di Frank...sulla carta. Era stato il fratello minore di Jack, però, ad avere dato origine alla stirpe di Frank, ma poi era morto prima di poter sposare la sua amata incinta. Jack aveva sposato Mary Hawkins, su richiesta di suo fratello e quindi aveva dato il suo nome e la legittimità a suo figlio.


Molti dettagli scabrosi non erano presenti in quei tratti genealogici ordinati, pensai. Brianna era figlia di Frank, sulla carta e per amore. Ma il lungo naso affilato e l' incandescenza dei capelli dell'uomo accanto a me mostrava di chi era il sangue che le scorreva nelle vene.
Ma pensavo di sapere. E a causa di quella conoscenza errata, avevo impedito a Jamie di uccidere Jack Randall a Parigi, temendo che se lo avesse fatto, Frank non sarebbe mai nato. E se avesse ucciso Randall? Mi chiedevo, guardando Jamie di sbieco. Sedeva alto, dritto in sella, assorto nei suoi pensieri, ma con un'aria d'attesa; la paura che quella mattina ci aveva attanagliato, se n'era andata.
Sarebbe potuto accadere di tutto; una serie di cose poteva non accadere. Randall non avrebbe abusato di Fergus; Jamie non avrebbe combattuto in duello con lui nel Bois de Boulogne...forse non avrei perso il nostro primo figlio, nostra figlia Faith. Probabilmente sarebbe successo - l'aborto spontaneo era di solito una questione fisiologica, non emotiva, nonostante il come i romanzi d'amore li dipingano. Ma il ricordo della perdita era sempre legato a quello del duello nel Bois de Boulogne.
Spinsi i ricordi da parte con fermezza, allontanando la mia mente dal passato noto a metà al completo mistero del futuro che ci attendeva. Ma prima che le immagini si spegnessero, colsi l'ombra di un pensiero che se ne andava.
Che ne era del bambino? Il bambino nato da Mary Hawkins e Alexander Randall, il vero antenato di Frank. Era, con ogni probabilità, vivo adesso. Proprio ora.

Lo scorrere dei pensieri che avevo sperimentato prima, tornò, questa volta dal mio coccige lungo tutta la schiena. Denys. Il nome galleggiava sulla pergamena dell'albero genealogico, lettere scritte che pretendevano di affermare un dato di fatto, nascondendo quasi tutto.

0 commenti: