domenica 24 novembre 2013

Per sempre

Si portò il serico filo d'erba alle labbra e lo baciò, poi me lo passò delicatamente sulla bocca.
"Ero morto, mia Sassenach... eppure per tutto quel tempo ti amavo".
Chiusi gli occhi al solletico dell erba sulle mie labbra, leggero come il tocco di sole e aria.
"Anch'io ti amavo", sussurrai. "Ti amerò sempre".
Il filo d'erba cadde a terra. Con gli occhi ancora chiusi, lo sentii sporgersi verso di me e appoggiare la sua bocca sulla mia, calda come il sole, lieve come l'aria.

"Finché il mio corpo e il tuo vivranno, saremo un'unica carne", bisbigliò. Le sue dita mi toccarono, capelli e mento e collo e seno, e io respirai il suo respiro e lo sentii solido sotto la mia mano. Poi gli posai la testa sulla spalla, la sua forza il mio sostegno, le parole profonde e sommesse nel suo petto.
"E quando il mio corpo cesserà di esistere la mia anima sarà ancora tua. Claire... giuro sulla mia speranza del paradiso che non mi separerò da te"
Tamburi d'Autunno - Diana Gabaldon

3 commenti:

Leonie ha detto...

stupenda questa parte

FreeScots Methos ha detto...

bellissima *w*

tsukino ha detto...

*.* scegliete sempre le parti più belle!! (e le mie preferite^^). brave