giovedì 19 settembre 2013

Written in my Own Heart's Blood, qualche info

Dell'ottavo libro della saga ormai si sa molto grazie agli estratti, si sa la data di uscita (il 25 marzo 2014) e la copertina...ma del titolo? Che si sa del titolo? A parte che è Written in my Own Heart's Blood, nient'altro o poco di più.
Dato che molti hanno chiesto spiegazioni, Diana ne ha svelato il significato...

"E come ho detto (credo) in precedenza, qui abbiamo a che fare con il termine gaelico "A Chuisle", che significa, "sangue del mio cuore" - che si riferisce ad un amato figlio. (Ricordate che Jamie lo usa anche per i suoi nipoti adottivi così come per quelli che sono davvero sangue del suo sangue.) Ergo, avrà a che fare con delle relazioni familiari che in questo libro saranno molto presenti.
Non riesco a capire perché alcuni lettori vedano qualcosa di inquietante in questo titolo. Significa solo qualcosa che è stato fatto -o scritto, per esempio- con passione e non che qualcuno si accoltellerà al petto con una penna d'oca e finirà bello che morto sulla scrivania. Non avete mai sentito parlare di metafore?"


Un'altra domanda altrettanto gettonata è se questo libro sarà l'ultimo...

"E no, certamente non si ha alcun indizio che questo sarà l'ultimo libro. Qualcosa che possa suonare come "Questa è la fine?" SE dovesse davvero essere l'ultimo libro, ve lo direi schiettamente. Al momento penso che le probabilità che questo sia il capitolo finale siano contrarie. 
Per quanto riguarda chi pensa che in questo libro qualcuno debba morire...beh, posso dirvi che ci sono delle serie possibilità che sia così. Non ho mai scritto un libro in cui nessuno sia morto alla fine (e per quel che può valere, Jamie è stato morto per varie parti di ogni singolo libro della serie. Non necessariamente in modo definitivo, questo lo sapete.)"

Una mia piccola aggiunta: sapete perchè l'abbreviazione del titolo di questo libro nei vari estratti è MOBY?
Diana per comodità abbreviava il titolo provvisorio, My Own Heart’s Blood con le sole iniziali delle parole e quindi MOHB, che con la pronuncia della B è risultato 'MOBY' e da lì l'acronimo è rimasto.
...svelato il mistero ;)


per chi se lo domandasse, la prima cover è della versione americana del libro e la seconda di quella inglese.

3 commenti:

Lauretta1967 ha detto...

molto più bella la copertina inglese che quella americana

FreeScots Methos ha detto...

anche a me piace molto di più la seconda...mi dà l'impressione di 'corposità', quella americana mi sembra invece più piatta :/

Leonie ha detto...

tutto bello anche il fatto che non sarà l'ultimo quindi ci potremo gustare ancora un pò Jamie peccato però per l'attesa quella è davvero seccante