domenica 29 gennaio 2012

I° Estratto da Written In My Own Heart's Blood

Casa è dove si trova il cuore

"E che dire di Jamie?" chiese Jenny , mostrando sul viso dei piccoli segni d'ansia. "Non tornerà in città, vero?"
"Spero di no." Riscì a stento a respirare, e non solo a causa dei lacci stretti. Potevo sentire il rumore dei battiti del mio cuore contro i bottoni del vestito.
 Jenny mi diede una lunga occhiata per valutarmi, gli occhi socchiusi, e scosse la testa.
"No, infatti", disse. "Pensi che verrà di filato qui. Per te. E hai ragione. Lo farà." Considerò la situazione per un momento, la fronte corrugata. "Sarebbe meglio che io stessi qui", disse bruscamente. "Se dovesse tornare mentre sei con il Generale, avrà bisogno di sapere qual è lo stato delle cose. E non credo di potermi fidare che lei non lo pugnali con con una forchetta in cucina, se dovesse varcare la soglia senza preavviso."
Mi misi a ridere immaginando molto facilmente la risposta della signora Figg ad un inaspettato Highlander.
"Inoltre", aggiunse, "qualcuno deve chiarire il pasticcio, e ho anche un bel pò di pratica per quello."

Traduzione amatoriale e quindi non ufficiale, fatta senza scopo di lucro

0 commenti: