giovedì 22 dicembre 2011

Jerry & Dolly...

dal titolo di questo post magari non si capirà ci sono, ma dal brano qui sotto e dal libro da cui è tratto si...

Jerry chiuse il tettuccio sopra la sua testa. Era un giorno umido e bagnato, tipico del Northumberland, ed il suo respiro condensava in pochi secondi sul plexiglass.
Si sporse in avanti per asciugarlo, per poi emettere un acuto guaito, sentendo che alcune ciocche dei suoi capelli si strappavano. Aveva dimenticato di abbassarsi. Nuovamente.
Mormorando un’imprecazione, sganciò il tettuccio e le ciocche castane che erano rimaste incastrate volarono via, catturate dal vento.
Chiuso di nu
ovo il tettuccio, si accovacciò aspettando il segnale per il decollo.
Arrivato il segnale,
iniziò pian piano a tirare l’acceleratore e l’aeroplano iniziò a muoversi.
Portò automaticamente la mano alla sua tasca, sussurrando “Ti amo Dolly”…ognuno aveva il suo piccolo rituale nei pochi momenti precedenti il decollo.
Per Jerry MacKenzie consisteva nel viso di sua moglie e nella pietra portafortuna che usualmente portava nascosta sull’addome. L’aveva trovata lei su una collina rocciosa dell’isola di Lewis, dove avevano trascorso la loro breve luna di miele – uno zaffiro grezzo, molto raro- aveva detto lei.
“Come te” le aveva risposto e l’aveva baciata
Stavolta non ne aveva bisogno contro i nemici, ma non poteva considerarsi veramente un rituale se fatto solo ogni tanto, no? Ed anche se non avesse dovuto combattere, era comunque necessaria molta attenzione.


brano tratto da A Leaf on the Wind of All Hallows

Un enorme grazie a Mary per la preziosa traduzione!

avete indovinato chi sono? -_^

4 commenti:

Anonimo ha detto...

sono i genitori di roger ^^
Mi chiedo se questa raccolta verrà mai pubblicata in italiano!
Ciao
Sabrina

FreeScots Methos ha detto...

esattoooo ^.^
il piccolo Roger è anche apparso nelle prime parti con una bella voce "tonante" XD
lo spero tanto anch'io; anche perchè oltre al racconto della Gabaldon ce ne sono altri che potrebbero essere interessanti...ma onestamente non credo molto in una eventuale pubblicazione .___.

Anonimo ha detto...

ma dimmi Methos secondo te per un intermediate level di inglese come il mio sarebbe difficile leggere i libri in inglese della Gabaldon?

Buon Anno!

FreeScots Methos ha detto...

mmm, secondo me non dovresti aver problemi...al massimo dovrai cercare qualche termine sul dizionario, ma a me non sembra nulla di impossibile -.^